“L’allegra” finanza comunale, tra soldi versati (ma non dovuti) e soldi dovuti (ma non versati?)

No Picture

L’amministrazione comunale targata Lettieri oltre a proseguire, ormai, nel suo lento declino (e lo stato in cui versa la città è lo specchio di chi amministra), riesce addirittura ad introitare soldi, quando non dovrebbe, mentre non li incassa, quando dovrebbe.   Capitolo Parcometri   Su questa tematica abbiamo di nuovo pubblicato un altro articolo all’interno relativo all’inserimento di monete, da parte dei cittadini, nei parcometri nuovi in fase di installazione con tanto di esposizione dei grattini, anche quando sono esentati dal farlo, visto che la Giunta comunale, dal 20 settembre scorso e fino a nuova comunicazione, ha sospeso il pagamento della sosta nelle strisce blu. Un provvedimento divulgato attraverso manifesti affissi (e presto tutti ricoperti) ed anche attraverso lettere affisse sui parcometri stessi. Le quali, staccatesi in breve tempo per varie cause, non sono state più rimpiazzate. Il Comando Polizia Municipale, quantunque informato della situazione, non ha adottato alcun provvedimento, per evitare che l’Ente “spilli” denaro ai cittadini, anche quando questo non è dovuto!!   Capitolo Ta.Ri. (Tassa dei Rifiuti)   Prosegue, in questi giorni, la notifica della tassa dei rifiuti ai cittadini-contribuenti con i relativi importi da versare. Innanzitutto va precisato, per tutti quelli che non l’abbiano ancora ricevuta, che non è né necessario, né obbligatorio, ritirare la cartella esattoriale al Comune, per poter pagare la tassa. Basta attendere la notifica a casa da parte degli addetti del Comune, poliziotti municipali compresi (ma non tutti, però, visto l’elenco che fece il Dirigente del settore con Decreto n.52 del 20.06.2019). Ma anche in questo caso il Comune sta “spillando” soldi ai contribuenti. Infatti, anziché inviare prima l’avviso di pagamento della tassa, di certo privo delle spese di notifica, sta notificando direttamente la tassa, comprensiva dei 5,88 euro di notifica, ponendo sullo stesso livello chi voleva pagare, a seguito dell’avviso ricevuto e chi, invece, avrebbe atteso la notifica o gli altri iter tributari, qualora avesse deciso di non pagare proprio. Da evidenziare, inoltre, che sempre ai suddetti dipendenti comunali, che notificano tali atti, è riconosciuto un importo di 4 euro per ogni atto notificato. Chiaro? Alla richiesta di spiegazioni presso gli Uffici competenti, ci è stato risposto che l’adozione di questa procedura è stata una scelta dell’amministrazione comunale. Ossia far pagare anche la spesa di notifica.   Capitolo Verbali…

Read More »

Piano Urbanistico comunale, Auriemma: “I sottotetti non sono stati conteggiati. Il Ruec c’è ma non si vede”.

No Picture

Non accenna a diminuire il dibattito cittadino, su uno degli argomenti di maggiore attualità, ossia l’adozione del Piano Urbanistico Comunale (PUC), che ha visto la luce dopo “appena” 11 anni, durante i quali sono stati spesi oltre 300 mila euro. E già scrivemmo che l’importante provvedimento, così come già è successo in precedenza, è stato approvato da una Giunta comunale “monca” del maggiore protagonista della vita politica amministrativa locale, ossia il Sindaco Lettieri. Ora la voluminosa Delibera (la n.53 del 03.04.2019) dovrà essere approvata dal Consiglio comunale, dopo aver acquisito il parere della Città Metropolitana. L’iter si dovrà completare entro meno di un anno. Nel frattempo, con la Delibera di Giunta n.119 del 20.08.2019, nel recepire le osservazioni della cittadinanza, l’esecutivo del sindaco ha accolto 64 istanze, altre 64 le ha accolto parzialmente e 176 le ha respinte. Secondo l’amministrazione comunale, con questo piano si mirerebbe (il condizionale è d’obbligo), a salvaguardare le zone agricole, garantendo alla città più servizi e meno abitazioni. Tremila nuovi appartamenti da realizzare in parte come “riempimento” dell’area già urbanizzata. Ma le nuove case saranno in maggioranza costruite in regime di edilizia convenzionata, all’interno di quella che sarà una sorta di corona urbana della città, una mezzaluna che si svilupperà da sud-est a nord-ovest. Sarà composta da 60 aree edificabili. Superficie totale impegnata dalla futura “città satellite” a ridosso della cintura urbana storica: 686.909 metri quadrati. Nel frattempo sono scattate le norme di salvaguardia. Intanto, ad intervenire questa volta nel dibattito tecnico-politico sul Puc, era il Consigliere comunale Carmela Auriemma, che diceva: “Innanzitutto lo scorso 22 giugno scadeva il termine, per presentare le osservazioni al PUC mentre il Regolamento Edilizio Urbanistico Comunale (RUEC), che individua le regole e le modalità tecniche di realizzazione degli edifici e delle costruzioni e che serve, per realizzare il Puc, non c’è ancora o, per meglio dire, c’è, ma nessuno lo conosce. E mi spiego meglio. Mesi fa – proseguiva il Consigliere – scoprii che il Ruec, realizzato dallo Studio Benevolo, era stato consegnato al Comune il 27 marzo scorso ed assunto al numero rep.23188. La Determina dirigenziale, con cui si disponeva il pagamento del Ruec consegnato al Comune, non era pubblicata. Dopo un mio sollecito, la Determina è stata pubblicata ed ho scoperto che il Ruec già era…

Read More »

Abusi edilizi al Parco ‘900: si parla di un condono anomalo in una Delibera di Giunta

No Picture

Era un noto quotidiano che, in data 15.10.2019, tornava su un complesso residenziale molto popoloso, sito in un quartiere periferico, scrivendo: “Il Parco ‘900 è un grande complesso residenziale realizzato con la speculazione edilizia dei primi anni 2000, nel rione “Spiniello”. Ma nel 2015 il Comune ha dichiarato abusiva la galleria commerciale del complesso urbanistico. I porticati erano stati rimpiccioliti, per fare spazio ai negozi: un business fatto a discapito della legge e della collettività. A quel punto il Comune avrebbe dovuto o abbattere la galleria, per ripristinare lo status quo ante o acquisire al patrimonio pubblico l’opera illegale. In questi quattro anni, però, tutto ciò non è stato fatto. La legalità non è stata riaffermata. Ma ora – prosegue l’articolo, che si riferisce alla Delibera di Giunta n.134 del 4.10.2019 di indirizzo al Consiglio comunale – spunta improvvisamente un’idea dal cappello della Giunta retta dal sindaco Lettieri: rilasciare alla World Trading srl, l’azienda immobiliare che detiene la proprietà della galleria, una convenzione per sanare il grande abuso edilizio. Come? Ottenendo in cambio dal privato il parcheggio antistante. Ma è qui che casca l’asino, direbbe Totò. Il parcheggio, che è stato scelto come moneta di scambio del condono delle opere abusive, risulta di proprietà della World Trading, ma è stato in effetti realizzato con i fondi dell’Unione Europea, denominati Più Europa (e qui va forse meglio circostanziata l’area di parcheggio ndr). Danaro passato prima attraverso la Regione e poi attraverso il Comune. Ecco perché il Comune, nel 2015, aveva rivendicato la proprietà dell’intera area, riqualificata con strade e pubblica illuminazione dalla municipalità stessa. Ma adesso – aggiunge l’articolo – pare proprio che siano cambiate le carte in tavola. Il silenzio è calato sullo scandalo in questi quattro lunghi anni ed è sopraggiunta, nel frattempo, una trattativa tra l’Ente ed i privati. Ecco quindi spuntato l’escamotage: condonare la galleria abusiva, acquisendo al patrimonio comunale l’area attualmente adibita a parcheggio. “C’è uno scandalo nello scandalo, una vergogna nella vergogna in questa storiaccia – denuncia Alessandro Cannavacciuolo, attivista del Movimento Cinque Stelle – e cioè che la moneta di scambio sia stata più che sottovalutata, perché il parcheggio vale appena l’1%, di quello che vale la galleria commerciale del Parco ‘900. Un parcheggio peraltro realizzato in un’area del piano regolatore destinata…

Read More »

Presentata dal Consigliere Tardi una richiesta di accesso agli atti relativi al “Parco ‘900”

No Picture

Sulla questione relativa al “Parco ‘900”, ossia al grande complesso residenziale realizzato nei primi anni 2000 nel rione “Spiniello”, con particolare riferimento alla galleria commerciale del complesso urbanistico, dichiarata abusiva dal Comune nel 2015 e di cui riferivamo in precedenza, interveniva anche il Consigliere comunale Domenico Tardi. Il quale dichiarava: “Ho chiesto, attraverso una nota inviata al Dirigente all’Urbanistica Concetta Martone e all’Assessore al ramo Giovanni Di Nardo, lo scorso 17 ottobre, a seguito dell’approvazione della Delibera di Giunta n.134 del 4.10.2019 di indirizzo al Consiglio comunale e relativa al Parco ‘900, di conseguire gli atti relativi all’approvazione dello schema di convenzione, per l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale di un’area destinata a parcheggio, a compensazione degli standard urbanistici. Ho chiesto pertanto con urgenza, al fine di esercitare le mie prerogative istituzionali – proseguiva il Consigliere – di conoscere se, per gli immobili oggetto del provvedimento di Giunta è stata a suo tempo definita, ai sensi dell’articolo 11 della legge n.10/1977, una convenzione per l’assunzione diretta di opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri di urbanizzazione. In caso di riscontro positivo ho chiesto di trasmettermi con sollecitudine la relativa copia, nonché copia dei collaudi effettuati sulle opere realizzate; gli atti di consegna delle stesse al Comune di Acerra e l’atto di svincolo della prevista fideiussione. Oltre a ciò lunedì 21 ottobre ho diffidato il suddetto Dirigente all’Urbanistica, stante la legge n.241/90, a rispondere entro 10 giorni alle precedenti lettere inviategli ed alle quali non ha risposto. Lettere che riguardano, da un lato, la richiesta di chiarimenti in merito alla questione delle linee guida, che risultano modificate nel nuovo Piano Urbanistico comunale, rispetto a quelle presenti nel Piano approvato con Delibera di Consiglio comunale n.25 del 16.05.2013, allora votata anche da me. Anche perché tra le linee guida principali che sono state cambiate, c’è stato l’ampliamento delle fasce agricole, visto che vanno in contrasto con detta Delibera del 2013. E ciò rappresenta – aggiungeva il componente il Civico consesso – solo una delle tante modifiche apportate al Puc. Per cui tale Delibera va ritirata, rifatta ed approvata dal Consiglio comunale. Inoltre, da una prima lettura dell’atto amministrativo, nel redigere il Piano il progettista sembra essersi dimenticato dei sottotetti realizzati nel corso degli anni e che pure vanno conteggiati, perché producono…

Read More »

Affissa all’interno del cantiere e, quindi, non leggibile, la tabella di cantiere presso il Comune

No Picture

Prendevano il via lo scorso 7 ottobre, così come deliberato dal Consiglio comunale in data 24.09.2019, con relativo cantiere allestito a via Palatucci, i lavori di Riqualificazione Urbana Sostenibile del Parcheggio Cittadino (l’area di sosta adiacente la Casa comunale e Plaza del Mayo) ed il cui importo ammonta a 71.272.000,00 euro. Cantiere che, però, presentava delle anomalie. L’opera, tesa a garantire più posti auto per la fruizione dell’edificanda villa comunale e del Primo Circolo didattico, prevede: il disfacimento dei marciapiedi esistenti; la realizzazione di una nuova pavimentazione dei marciapiedi e di una nuova pavimentazione degli stalli con materiale drenante. Oltre alla piantumazione di nuovi alberi. Cantiere dunque allestito e praticamente attaccato al Comando della Polizia Municipale. E sulla recinzione del cantiere c’era tanta cartellonistica, meno la tabella di cantiere notiziale, sulla quale sono riportate tutte le notizie relative al committente dei lavori, al responsabile della sicurezza, al direttore dei lavori ecc. Ebbene, solo a seguito della segnalazione del solito “qualcuno”, nella mattinata di sabato 12 ottobre i poliziotti municipali, il cui organico è stato ampliato da tempo con ben 16 unità lavorative in più e, nonostante transitino di lì decine di volte al giorno o ivi sostino le proprie vetture, effettuavano un sopralluogo ed accertavano che, effettivamente, mancava la suddetta tabella!! La cui esposizione è obbligatoria, pena la comminazione di una sanzione amministrativa molto salata. Tabella che, invece, il solito “qualcuno” riusciva a trovare il giorno successivo, affissa sulla recinzione del cantiere allestito all’interno di Plaza de Mayo, che è inaccessibile però alle persone e che sono quindi impossibilitate, vista anche la distanza, a poter leggere i nominativi riportati sulla stessa. E non vorremmo che tale tabella che comunque, per legge, va affissa all’esterno, sia stata lì collocata nelle ore successive alla segnalazione. Solo cimentandosi in un rilievo fotografico e con il supporto del computer, il solito “qualcuno” riusciva a leggere i nominativi riportati sulla tabella. Che sono: Committente: Comune di Acerra. Impresa Costruttrice: “Lady Diana”. Data di inizio: 7 ottobre 2019. Data fine Lavori: 90 giorni. Responsabile Sicurezza: Ing.Gennaro Normino. Progettista: Arch.Mazzarella, Ing.Normino, Arch.Vincenzo Fatigati. Direttore dei Lavori: Arch.Vincenzo Fatigati. Tecnico comunale circa il quale abbiamo specificato, a quelli che ce l’hanno evidenziato, che non significa niente, che sia un parente stretto del Sindaco Lettieri e che,…

Read More »

Concorso per quattro Vigili Urbani, già “gira” un elenco di nomi. Accanto il grado di parentela

No Picture

Concorso per l’assunzione di quattro agenti della Polizia Locale “a tempo indeterminato part time”, bandito con Determina dirigenziale n.335 del 28.02.2019. Sembrerebbe farsi sempre più strada l’ipotesi di una parentopoli 2.0. Nei giorni scorsi, dopo la sospensione delle procedure concorsuali preselettive e fisiche (che richiedono una grossa preparazione fisica) ed il cui calendario era stato programmato con Determina n.1127 del 16.09.2019, salvo poi essere annullato, 48 ore dopo, con la Determina n.1135 e con il rinvio delle prove a data da definirsi, la solita “manina” ben informata ha messo in giro l’elenco di questi quattro nuovi “vigilini”, senza che sia stata ancora espletata alcuna prova. Naturalmente, seppur è vero, che a pensare male si fa peccato, ma ci si indovina sempre, l’elenco è stato trasmesso ad una serie di soggetti istituzionali ed è formato da almeno otto nomi, accanto ai quali è stato scritto il grado di parentela con i “tutor” politici. Tra questi c’è chi punta al raddoppio ed al tris dei parenti all’interno del Comando della Polizia Municipale. Complessivamente sono 57 gli aspiranti ammessi alle prove pre-selettive, che dovevano tenersi dal 9 all’11 ottobre scorso presso lo Stadio comunale di Marano. E la Responsabile del procedimento (tra l’altro Presidente della Commissione giudicatrice), in merito al rinvio ritenuto necessario a data da destinarsi, ha addotto come motivo ragioni logistico-organizzative e motivi di economicità. Un vero e proprio mistero, che non è passato inosservato agli occhi di un gruppo di attenti “osservatori” che, da tempo, stanno monitorando il singolare concorso, che dovrebbe sistemare alcuni “figli di papà”. Il problema di questo concorso è che i posti disponibili sono quattro e le richieste da soddisfare almeno una dozzina. Nell’elenco, che certamente è già stato inviato alla Procura nolana che, alcuni mesi fa, aprì un fascicolo d’inchiesta sulla presunta parentopoli acerrana (che sembrerebbe archiviato, nonostante le opposizioni avanzate dai denuncianti), figurano i nomi dei figli di alcuni esercenti locali (ritenuti tutti vicinissimi all’attuale gruppo politico di maggioranza). Ma compaiono anche i nomi dei figli di qualche politico e di alcuni dipendenti dell’Ente. Insomma un’insalata mista. A pagare il conto, già abbastanza salato (visti i costi delle visite mediche sostenute), saranno i soliti “non raccomandati”. Pare che l’infornata di assunzioni sia comunque destinata a continuare, visto che nei giorni scorsi è…

Read More »

Concerto di beneficenza per la tutela dell’ambiente e della salute

No Picture

Sabato 16 novembre 2019 alle ore 20:00, presso il Teatro Italia di Acerra, con il patrocinio di Isde Provincia di Napoli; Isde Medici per l’Ambiente Campania e Federazione AssoCampaniaFelix (Giugliano-Acerra-Nola) si terrà un concerto di beneficenza per la tutela della salute e dell’ambiente dal titolo: “Un tuffo nel passato per il futuro della nostra terra”. Serata revival con raccolta fondi per sostenere i progetti ambientali dell’Associazione “Volontari per Francesco”, presieduta dall’Ing.Antonio Petrella. Parteciperanno i complessi “Napoli Sound Band” e “Frequenze Diverse” e Gianni Averardi – fondatore dell’ex complesso “Il Giardino dei Semplici”. E poi il comico Gaetano Picardi, il cabarettista Angelo Di Gennaro e due presentatori. Sarà ospite l’Oncologo Antonio Marfella dell’ospedale “Pascale” di Napoli e Presidente dei Medici per l’Ambiente della Provincia di Napoli (ISDE) ed il Dott.Gaetano Rivezzi – Presidente Regionale dei Medici per l’Ambiente (ISDE).

Read More »

Strisce blu, ancora monete nei parcometri. Dopo appena due anni sostituiti quelli precedenti

No Picture

Sullo scorso numero scrivemmo che, in attesa che sia completata in città l’installazione di 41 parcometri nuovi (che costano alla comunità locale la modica cifra di 232.593,00 euro), adeguati alle diverse modalità di pagamento e che comporteranno una riduzione delle tariffe dei veicoli negli stalli di sosta a pagamento la Giunta comunale, dal 20 settembre scorso e fino a nuova comunicazione, aveva sospeso il pagamento della sosta nelle strisce blu. Un provvedimento divulgato attraverso manifesti affissi in città (e presto tutti ricoperti) ed anche attraverso delle lettere, affisse sui parcometri stessi. Le quali, staccatesi in breve tempo a causa delle avverse condizioni meteo e perché strappate dai soliti idioti, non venivano più rimpiazzate, innescando un fenomeno consequenziale, ossia che tanti cittadini, anche non di Acerra, trovandosi dinanzi a parcometri privi di lettere, hanno inserito monete negli stessi, ritirando ed esponendo i grattini, anche quando erano esentati dal farlo!! Un fenomeno che, nel mentre scriviamo, prosegue ancora. E senza possibilità che adesso i soldi vengano restituiti agli utenti. Una soluzione, invece, per evitare di “spillare” denaro ai cittadini, anche quando questo non è dovuto e per evitare un “indebito arricchimento” del Comune, poteva essere rappresentata dalla: copertura con buste di plastica di parcometri ma anche della segnaletica verticale; riapposizione delle lettere magari plastificate o disabilitazione temporanea dei parchimetri già installati. Cosa hanno fatto nel frattempo i poliziotti municipali, al cui Dirigente abbiamo anche protocollato l’articolo pubblicato, per rimediare a tutto ciò? Proprio niente!! Ecco uno dei motivi per i quali, su questo giornale, si parla sempre dei Vigili Urbani. Ma la vicenda parcometri ci dimostra anche che, chi non amministra con attenzione, programmazione e magari lungimiranza, finisce per utilizzare male il denaro pubblico. La qualcosa potrebbe vederlo rispondere dinanzi ai Magistrati della Corte dei Conti. Infatti, a tal proposto, è appena il caso di ricordare, che il Comune di Acerra a dicembre del 2016, attraverso la Determina dirigenziale n.1754, impegnò una somma pari a 43.920,00 euro, per l’acquisto di 20 parcometri rigenerati “Stelio”, con alimentazione solare, perché quelli allora esistenti non erano adeguabili (e non si sono mai, quindi, adeguati) alla legge di Stabilità n.208/2015, che prevede che i suddetti dispositivi dovevano essere adeguati con l’introduzione del pagamento con carte bancarie o pagamento con moneta elettronica. Somma alla quale…

Read More »

Follia in pieno centro storico, dati alle fiamme rifiuti di varia tipologia

No Picture

Poteva scapparci il morto e poteva trasformarsi in tragedia il folle gesto di una donna che, esasperata dalla presenza di ingenti quantitativi di rifiuti sotto casa, improvvisamente decideva di accatastarli al centro della strada, per farne un pericolosissimo falò. L’episodio si consumava di pomeriggio nei giorni scorsi in via Grazioso, in pieno centro storico, a pochi passi dal Castello dei Conti. Allertati dai residenti, sul posto accorrevano in pochi minuti i Vigili del Fuoco, giunti da Afragola e gli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Municipale, che provvedevano ad interrompere la circolazione dei veicoli e a mettere in sicurezza l’area. L’incendio dei rifiuti di varia tipologia, ingombranti compresi, trasformatisi nel frattempo in rifiuti speciali e che levava verso l’alto, oltre alle fiamme, anche una nube nera, densa ed acre, veniva spento in breve tempo. Ma il bilancio di questo gesto folle che, per fortuna, non provocava feriti, poteva davvero essere ben più drammatico. Infatti anche alcune pareti dell’immobile venivano interessate dall’incendio dei rifiuti, annerendosi. “I testimoni – raccontava l’ambientalista Alessandro Cannavacciuolo – ci hanno detto, che è stata un’abitante di uno dei palazzi, una donna, che ho anche individuato, ad appiccare l’incendio. Intanto la Polizia Municipale e quella di Stato stanno svolgendo le dovute indagini”. In via Grazioso inoltre vi sono, nel mentre scriviamo, due bassi abbandonati stracolmi di rifiuti. “Se appiccassero un incendio in tali locali disabitati, c’è il rischio che i palazzi crollino, perchè sono vetusti – aggiungeva Cannavacciuolo. Il Comune deve subito intervenire, in quanto la gente è esasperata”.  

Read More »

Igiene Urbana, viaggio tra i carrellati non lavati, non sostituiti e lasciati in strada

No Picture

Ancora riflettori puntati sull’affidamento settennale del servizio cittadino di igiene urbana svolto per conto del Comune, dal I febbraio 2017, dalla società “Tekra”, risultata aggiudicataria dell’importante appalto. Questa volta a darci lo spunto, per parlare di nuovo di detta società è una lettera, trasmessa di recente al Sindaco Lettieri ed al Dirigente della Pubblica Istruzione, nonché all’Igiene Urbana Salvatore Pallara, dal Dirigente scolastico della scuola media “G.Caporale”. La richiesta era quella di un intervento urgente, affinchè venissero ritirati i rifiuti giacenti da diversi giorni all’interno del cortile della scuola. E ciò, “anche per tutelare la salute dell’intera utenza della scuola”. La nota faceva riferimento a “moltissimi sacchi di rifiuti, che emanano cattivo odore e che sono ricettacolo di animali ed insetti vari”. Con una situazione definita “insostenibile”. E meno male che, in occasione dell’inizio del nuovo anno scolastico, con tanto di manifesto, il primo cittadino aveva augurato un buon anno scolastico scrivendo, tra l’altro, che “l’amministrazione comunale sarà al fianco di tutti i docenti, studenti e genitori, sia per garantire le migliori condizioni delle strutture scolastiche, sia per rimuovere tutti i possibili ostacoli, che derivano ecc.”. E, a proposito del servizio di igiene urbana, ritorniamo sui carrellati, che fanno parte delle attrezzature, che doveva (o avrebbe dovuto) fornire l’impresa salernitana a tutte le utenze non domestiche e condominiali. Infatti sono tante le lettere e le segnalazioni che giungono al Comune, ormai da mesi, da parte degli amministratori di condominio o degli esercenti, che chiedono o la sostituzione dei carrellati rimasti danneggiati durante le operazioni di svuotamento degli stessi, da parte degli operatori della Tekra o la consegna o l’implementazione degli stessi. Infatti non è difficile notare che, a servizio di parchi e complessi residenziali, in cui vive un elevato numero di nuclei familiari, spesso è stato destinato un numero molto esiguo di carrellati. Che si rivelano pertanto insufficienti. Per non parlare, poi, del mancato lavaggio dei carrellati da parte degli operatori della Tekra, con la stragrande maggioranza degli utenti, che non sanno neanche descrivere o riconoscere il mezzo denominato lava-cassonetti. Carrellati nei quali, soprattutto a causa delle elevate temperature estive, era visibile la presenza dei vermi!! Anche se, secondo qualche indiscrezione, di recente sarebbe iniziato il lavaggio di alcuni carrellati. Per non parlare della quasi sistematica mancata osservanza…

Read More »
eXTReMe Tracker