Opere edili abusive: a breve la demolizione di un immobile a via Paisiello?

No Picture

A febbraio scorso riferimmo del Decreto Sicurezza, con tanto di incontro in Prefettura a Napoli dove, tra l’altro, prese il via il censimento degli immobili occupati, per far partire gli sgomberi ed il recupero degli edifici pubblici e privati illecitamente occupati o abbandonati da tempo. Il vertice del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica si teneva nella mattinata dell’11 gennaio (replicato poi dopo una quindicina di giorni) e coinvolgeva tutti i Comuni della provincia di Napoli con una popolazione superiore ai 40 mila abitanti. A tal proposito il Comune di Acerra documentò la Prefettura anche circa l’immobile, sito a via Paisiello, nel popoloso quartiere periferico delle Madonnelle. Un manufatto realizzato probabilmente tra il 2009 ed il 2010 da una società cooperativa e che era interessato dall’Ordinanza dirigenziale di demolizione n.5 del 14.01.2019, da effettuarsi da parte dell’attuale curatore fallimentare entro 90 giorni dall’emissione dell’Ordinanza stessa. Un’opera realizzata in assenza del permesso di costruire e dell’autorizzazione sismica, come accertato dal personale del Comando della Polizia Municipale, congiuntamente ad un tecnico comunale, a seguito dei relativi sopralluoghi effettuati, con relativa produzione di un rilievo fotografico ed un’informativa di reato, trasmessa all’Autorità Giudiziaria territorialmente competente. Il I luglio scorso i caschi bianchi accertavano l’inottemperanza della suddetta Ordinanza di demolizione dell’opera abusiva, realizzata su suolo comunale in violazione del DPR 380/2001 ed il mancato ripristino dello stato dei luoghi. Manufatto, che non presenta particolari e rilevanti interessi pubblici per la conservazione dello stesso, né c’è una deliberazione consiliare, che dichiari l’esistenza di prevalenti interessi pubblici e che è parte integrante della relazione istruttoria della Delibera di Giunta comunale n.106 del 12.07.2019, approvata dall’esecutivo capeggiato dal Sindaco Lettieri. Pertanto la demolizione deve avvenire a cura del Comune, che procederà in danno, ossia la spesa sostenuta dall’Ente comunale sarà addebitata ai responsabili dell’abuso. E l’Ufficio Abusivismo del Comune aveva trasmesso il progetto di demolizione del fabbricato in questione, che ammonta ad una somma complessiva pari a 19.000,00 euro garantita, probabilmente, tramite l’accesso al fondo per le demolizioni delle opere abusive, istituito presso la gestione separata della Cassa Deposito e Prestiti. La Giunta comunale, dunque, approvava la perizia di stima con il relativo quadro economico, mentre il Dirigente dell’area Affari Legali e Contenzioso doveva provvedere a recuperare le somme in danno ai responsabili dell’abuso….

Read More »

Riceviamo e pubblichiamo

No Picture

L’Assessore all’Istruzione del Comune, Dott.ssa Milena Petrella, congiuntamente al Dirigente ai Servizi Scolastici, Dott.Salvatore Pallara, in merito ad alcune notizie divulgate sull’appalto del servizio comunale di refezione scolastica, al fine di chiarire le vicende giudiziarie ed evitare eventuali possibili strumentalizzazioni, chiariscono quanto segue. Come più volte dichiarato, visti gli aspetti tecnico/giuridici della gara d’appalto, non potevano che essere seguite le seguenti procedure: con Determinazione Dirigenziale n.1497/2017 fu indetta la gara di appalto, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (ai sensi dell’art.95 del D.Lgs 50/2016) per un importo a base d’asta di 1.817.900,00 euro, per l’affidamento del servizio di refezione scolastica della scuola dell’infanzia del Comune di Acerra per tre anni, mediante il Provveditorato Interregionale delle Opere Pubbliche in qualità di SUA. A tal proposito, con apposito Decreto provveditoriale del 28/11/2018, il Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche, Stazione Unica Appaltante del Comune di Acerra, dichiarò aggiudicataria del servizio di refezione scolastica delle scuole dell’infanzia delle istituzioni scolastiche per tre anni la società Global Service srl. Contro questo provvedimento sono stati presentati ben due ricorsi da parte di un’altra ditta, che aveva partecipato alla gara, sia contro il provvedimento di aggiudicazione, sia contro l’esclusione dalla gara d’appalto della stessa ricorrente (quest’ultimo ricorso arrivato sino in Consiglio di Stato). Nonostante ciò, in data 24 settembre 2019, è stato sottoscritto il “Verbale di esecuzione anticipata del contratto” relativo al servizio di refezione scolastica per l’anno scolastico 2019/2020, con il quale le parti hanno convenuto di dare corso all’esecuzione anticipata del contratto in via d’urgenza, nelle more di sottoscrizione dello stesso, stabilendo l’inizio anticipato del servizio a partire da lunedì 7 ottobre 2019. Tale provvedimento è stato vanificato, annullando gli sforzi degli uffici comunali, dalla decisione n.6431/2019 notificata il 26 settembre 2019, al Comune di Acerra, con cui il Consiglio di Stato ha respinto l’appello del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti avverso la sentenza del T.A.R. Napoli n.7959/2018 confermando, in via definitiva, l’illegittimità del provvedimento di esclusione di una ditta partecipante alla gara per l’affidamento del servizio di refezione scolastica. Preso atto del provvedimento del Consiglio di Stato e tenuto conto che la società ricorrente, la New Food, è stata riammessa in gara il Dirigente dell’Ente, con Determinazione n.1180, ha revocato in autotutela l’esecuzione anticipata del contratto, in attesa di nuove determinazioni…

Read More »

Sequestrato dai poliziotti municipali un terreno di circa 6 mila mq per abbandono di rifiuti

No Picture

Veniva sequestrato nei giorni scorsi dai poliziotti municipali un terreno di circa 6 mila metri quadrati, sito in via Pagliarone per abbandono di rifiuti. Gli agenti procedevano al sequestro dell’appezzamento di terreno ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di una società e di due persone fisiche, tutti proprietari del terreno, che non era coltivato e mal custodito. I caschi bianchi, dopo aver redatto una dettagliata informativa di reato ed aver effettuato un rilievo fotografico, trasmettevano gli atti alla Procura della Repubblica di Nola. Il personale della polizia locale era intervenuto, dopo che sul terreno c’era stato un incendio nei giorni precedenti, con un intervento dei Carabinieri e dei Vigili del Fuoco, rinvenendo sul lotto diverse quantità di rifiuti di varia tipologia, plastica e materiale edile da risulta compresi. Dopo aver proceduto a mettere in sicurezza l’area, scattava la procedura di sequestro e veniva avviato il procedimento amministrativo, per obbligare alla bonifica i proprietari. Sempre sul fronte del controllo del territorio contro chi sversa rifiuti illegalmente, un’azione degli agenti del Comando Vigili Urbani veniva condotta sulle rampe di accesso dell’asse mediano ed asse di supporto, che circonda esternamente la città. Venivano installate sulle rampe di accesso e di uscita telecamere mobili, le cui immagini venivano trasmesse in diretta sui cellulari degli agenti in pattuglia, per individuare i trasgressori in flagranza di reato. Il Sindaco Lettieri, nel commentare sui social, ribadiva il suo appello, ossia: “Siamo in attesa che il Governo adotti un provvedimento, che ci permetta di sequestrare l’auto di questi malfattori”.  

Read More »

FdI: “Centro storico non è una discarica ma un patrimonio da rilanciare. Comune rimuova i rifiuti”

No Picture

Fratelli d’Italia Acerra, attraverso un comunicato stampa, informava che, nei giorni scorsi, aveva presentato al Comune un’istanza di rimozione immediata dei cumuli di rifiuti giacenti nel centro storico tra via Suessuola, via San Cuono e via Filomarini. La situazione però, a distanza di oltre una settimana, era la stessa e tra le strade del centro si comincia a percepire un certo imbarazzo tra i residenti. Nelle giornate precedenti Gioventù Nazionale, movimento giovanile del partito, con un reportage pubblicato via social, aveva denunciato le condizioni di degrado del centro storico. Nella nota il partito cittadino precisa:“ In una città rispettabile, il centro storico dovrebbe essere il nucleo economico della città. Ad Acerra invece l’improvvisazione e la politica del consenso da baraccone danno spazio ad inefficienza, incuria e degrado. Per non parlare della percezione di insicurezza, che si vive tra i vicoli che furono di Pulcinella”. Il gruppo locale poi prosegue: “Quest’istanza dev’essere il monito, per risvegliare le coscienze. Il centro storico è il luogo del rilancio della città e dev’essere vivibile, pulito, sicuro, sostenibile, commercialmente fruttuoso. È clamoroso che questa situazione sia in stallo da giorni. L’amministrazione si sta rivelando agli occhi della città incredibilmente inefficiente”.

Read More »

Uno spiazzale intitolato alla memoria del finanziere scelto Gennaro Esposito

No Picture

Alla presenza del Comandante regionale della Guardia di Finanza, generale di Divisione Virgilio Pomponi, del sindaco Lettieri, del Vescovo Antonio Di Donna e di altre autorità civili si teneva, lo scorso 5 ottobre, la cerimonia di intitolazione del “Largo” antistante al Civico Cimitero alla memoria del finanziere scelto Gennaro Esposito. Nato ad Acerra il 23 giugno 1963, Esposito si arruolò nel Corpo della Guardia di Finanza nel 1983, frequentando il XII corso “Berane” presso il battaglione allievi finanzieri di Mondovì e poi il II corso di specializzazione Antiterrorismo e Pronto Impiego (“baschi verdi”). Nel 1988, dopo aver terminato il periodo di formazione ed aver prestato attività di servizio a Palermo svolgendo, tra l’altro, servizi di scorta e tutela a personalità dello Stato impegnate nella lotta alla mafia nel difficile contesto della Sicilia degli anni ’80, fu trasferito a Bari presso la III Compagnia Anticontrabbando. Il 18 maggio 1992, nel corso di una specifica attività di servizio per il contrasto al contrabbando di sigarette, mentre si stava recando a Torre a Mare, per bloccare uno sbarco di tabacchi di contrabbando perse la vita, a soli 28 anni, per le gravi ferite riportate, a seguito dell’impatto tra la moto sulla quale viaggiava ed un’autovettura. Con Decreto del 18 ottobre 1993 il finanziere scelto Esposito è stato riconosciuto “Vittima del Dovere” ed iscritto nell’apposita graduatoria unica nazionale istituita dal Ministero dell’Interno. Alla manifestazione di sabato prendeva parte la banda musicale della Guardia di Finanza che, dopo aver accompagnato le varie fasi della cerimonia, si esibiva in un breve concerto. Quello di cui nessuno scrive, è che la realizzazione di questa cerimonia è costata alle casse comunali 10.000,00 euro, di cui 5.500,00 euro per il buffet per 200 persone (almeno così recita la Determina dirigenziale n.1202), tenutosi presso il Liceo “Alfonso Maria dè Liguori” ed il pranzo per 55 ospiti, tenutosi presso una struttura sita a via Annunziata e che ha operato in nome e per conto di una Cooperativa Sociale. E cosa c’era di meglio, alla fine della manifestazione, se non un bel pranzo, per affogare o stemperare il dolore per la perdita di un giovane servitore dello Stato e per onorarne la memoria? A proposto, in occasione della cerimonia di sabato 5 ottobre e della relativa chiusura di via Muro…

Read More »

Approvati in Consiglio comunale i lavori del nuovo parcheggio a via Palatucci

No Picture

Tra i punti all’ordine del giorno approvati durante il Consiglio comunale dello scorso 24 settembre, c’era la Delibera di Giunta comunale n.117 del 31.07.2019, avente ad oggetto “i lavori di Riqualificazione Urbana Sostenibile del Parcheggio Cittadino ubicato a via Palatucci (l’area di sosta adiacente la Casa comunale). Intervento di Verde Urbano integrato di materiali attivi per la mitigazione climatica. Approvazione studio di fattibilità tecnico/economica /progetto definitivo. Variazione di Bilancio”. Il tutto per un ammontare di 170 mila euro. Volendo divulgare qualche elemento in più circa la nuova area di sosta, ad intervenire era il Consigliere Paolo Rea, il quale diceva: “Premetto che tale Delibera è stata discussa la settimana scorsa nella Commissione Politiche del Territorio ed Opere Pubbliche da me presieduta, in modo da dare l’opportunità ai componenti della stessa, di fornire il proprio contributo in merito ad ulteriori approfondimenti. Ad aprile scorso – proseguiva Rea – c’è stato questo bando, che prevedeva l’assegnazione di contributi ai Comuni per interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale. Grazie all’efficacia dei nostri dipendenti e dirigenti, ma anche dell’amministrazione comunale, risultiamo essere tra i pochi assegnatari del contributo massimo condivisibile ed uno dei pochi Comuni del meridione, a ricevere questo finanziamento. Volendo entrare nel merito concreto dei lavori del futuro parcheggio, che sarà realizzato in via Palatucci, ad incrocio con via Manzoni e che interesserà l’attuale area, impropriamente definita come parcheggio del Comune e Plaza de Mayo, va detto che vi sarà un intervento di riqualifica del verde urbano integrato, mediante l’utilizzo di materiali attivi per la mitigazione climatica. L’opera quindi prevede: il disfacimento dei marciapiedi esistenti; la realizzazione di una nuova pavimentazione dei marciapiedi e di una nuova pavimentazione degli stalli con materiale drenante. Oltre alla piantumazione di nuovi alberi. Particolare attenzione – concludeva Rea – nella redazione del progetto è stata data all’abbattimento delle barriere architettoniche, rendendo l’area accessibile universalmente. Tale struttura sarà fondamentale, a garantire più posti auto per la fruizione dell’edificanda villa comunale e del Primo Circolo didattico di piazzale Renella”. L’atto amministrativo veniva votato all’unanimità dei presenti.   Antonio Pannella    

Read More »

Edizione Integreale del 9 Ottobre 2019

No Picture

  Clicca qui per scaricare l’Edizione Integrale del 9 Ottobre 2019

Read More »

‘’Come farcela nella vita partendo da zero’’

No Picture

Il 18 maggio 2019 ho presentato il mio primo libro dal titolo: ‘’Come farcela nella vita partendo da zero’’. Presentazione che è avvenuta al Castello dei Conti di Acerra. L’evento è stato un successo, grazie anche al patrocinio del Comune, sensibile alle politiche sociali in questo senso. Ho scelto di dedicare questo articolo al libro, innanzitutto per ringraziare tutti coloro, che lo hanno acquistato, partecipando così alla raccolta fondi destinata a finanziare le attività dell’associazione ‘’Angeli guerrieri della terra dei fuochi’’, che ha come intento, quello di alleviare le sofferenze dei bambini malati di cancro. Il messaggio che ho lasciato nel libro, è un messaggio di speranza, di dialogo con i giovani. È un invito a riflettere sulle singole potenzialità, sulle quali fare leva, per manifestare ognuno il proprio intelletto e le proprie capacità. Il libro è un atto di speranza sul futuro della nostra comunità. Acerra ha molti quartieri popolari, dove molte volte la noia o la mancanza di figure positive da seguire, portano i nostri giovani a fare errori, a vivere una gioventù ai margini della legalità, a commettere atti violenti e tutto questo sotto gli occhi di tutti. Tutti i giovani hanno desideri, nutrono speranze, pensano almeno una sola volta nella vita, di diventare qualcuno di importante, scontrandosi poi con una realtà non sempre favorevole. Io credo di aver vissuto la stessa infanzia e di aver avuto poi la possibilità di farcela e di manifestare la mia intelligenza, diventando un professionista riconosciuto. Ecco che nel libro ho raccolto quelli che, per me, sono i comportamenti, che mi hanno permesso di scalare il clima di negatività e poter ambire alle mete più alte. Desidero vivamente che, chiunque possa ascoltare e leggere i miei consigli, affinchè ogni giovane affranto, spento, arrabbiato con il mondo possa fermarsi un attimo e cambiare totalmente il suo approccio alla vita, partendo proprio da quei comportamento, che io suggerisco per provata esperienza sul campo. Oggi c’è un assoluto bisogno di leader, di uomini carismatici, che attirino a sè i giovani e li guidino verso i percorsi più sani e funzionali della vita. Non meno importante è stato il fatto, di aver destinato il ricavato del libro ad un’associazione, che aiuta i bambini negli ospedali oncologici. E’ stata un’esperienza umana straordinaria, ho vissuto…

Read More »

Edizione integrale del 25 Settembre 2019

No Picture

  Clicca qui per scaricare l’Edizione Integrale del 25 Settembre 2019

Read More »

Sull’approvazione del Piano Urbanistico comunale si allargano sempre di più le zone d’ombra

No Picture

Tra gli argomenti che maggiormente rivestono il carattere dell’attualità, di certo c’è l’adozione del Piano Urbanistico Comunale (PUC), che ha visto la luce dopo “appena” 11 anni, durante i quali sono stati spesi oltre 300 mila euro. Ovviamente l’importante provvedimento, così come già è successo in precedenza, è stato approvato da una Giunta comunale “monca” del maggiore protagonista della vita politica amministrativa locale, ossia il Sindaco Lettieri. Ora la voluminosa Delibera (la n.53 del 03.04.2019), composta da oltre mille pagine, dovrà essere approvata dal Consiglio comunale, dopo aver acquisito il parere della Città Metropolitana. L’iter si dovrà completare entro un anno. Nel frattempo, con la Delibera di Giunta n.119 del 20.08.2019, nel recepire le osservazioni della cittadinanza, l’esecutivo del sindaco ha accolto 64 istanze, altre 64 le ha accolto parzialmente e 176 le ha respinte. Secondo l’amministrazione comunale, con questo piano si mirerebbe (il condizionale è d’obbligo), a salvaguardare le zone agricole, garantendo alla città più servizi e meno abitazioni. Tremila nuovi appartamenti da realizzare in parte come “riempimento” dell’area già urbanizzata. Ma le nuove case saranno in maggioranza costruite in regime di edilizia convenzionata, all’interno di quella che sarà una sorta di corona urbana della città, una mezzaluna che si svilupperà da sud est a nord ovest. Sarà composta da 60 aree edificabili. Superficie totale impegnata dalla futura “città satellite” a ridosso della cintura urbana storica: 686.909 metri quadrati. Nel frattempo sono scattate le norme di salvaguardia. Intanto il dibattito tecnico-politico sul PUC veniva sollevato, nei giorni scorsi, dal Consigliere comunale Domenico Tardi, il quale dichiarava: “Innanzitutto vorrei precisare – esordisce il vulcanico Consigliere – che, in merito al Puc, sto procedendo secondo un iter istituzionale, chiedendo la convocazione della Commissione consiliare Politiche del Territorio, non ancora convocata, nonostante un mio sollecito. Durante la stessa vorrei chiedere chiarimenti in merito alle linee guida, che risultano modificate nel nuovo Piano, rispetto a quelle presenti nel Piano approvato con Delibera di Consiglio comunale n.25 del 16.05.2013, allora votata anche da me. Un concetto che ho ribadito in una nota, inviata il 19 settembre scorso al Sindaco ed al Dirigente all’Urbanistica Concetta Martone, in cui specifico che, in questo quadro articolato e complesso e dato anche il notevole lasso di tempo trascorso tra la Delibera di predisposizione della proposta di…

Read More »
eXTReMe Tracker