Home » Politica

Auriemma vuole a Sindaco di Acerra chi l’ha affossata ed offesa per cinque anni!

Sulla pagina Facebook della Co-sindaca Carmela Auriemma (sulla quale pende un rinvio a giudizio per diffamazione), oltre a leggere le iniziative intraprese in questi anni, scorrono anche tutta una serie di mozioni e di ordini del giorno proposti al Consiglio comunale e bocciati senza appello. Il teatro per i ragazzi diversamente abili; lo studio autonomo di specializzazione delle polveri sottili; il marketing territoriale; le borse di studio per gli studenti universitari; il bike sharing, ecc. Non senza dimenticare i 3,4 milioni di euro di debiti fuori bilancio dovuti alla Fibe, saltati fuori durante il Consiglio comunale del 20.12.2019, con relativa documentazione non fornitale quantunque richiesta, per poter esercitare la sua funzione di Consigliere. Debiti di cui la grillina apprendeva della loro esistenza leggendo (guarda caso), il giornale Oblò! Ebbene, sapete chi c’era tra quelli che, nell’aula consiliare, bocciavano inesorabilmente gli ordini del giorno e le proposte della Capogruppo pentastellata? Andrea Piatto. Sapete a chi chiese gli atti relativi ai debiti fuori bilancio, non fornitigli, oltre che al Segretario generale? Ad Andrea Piatto. Sapete ora Auriemma chi vuole seduto sulla poltrona di primo cittadino? Andrea Piatto. Hai ragione Carmela. Ci vuole proprio un coraggio a votarvi, dopo tutto questo e tanto altro ancora!!   J.F.

Read More »

D’Errico rifiuta il confronto: il duo Piatto-Auriemma lo attaccano. Ma la storia fa giustizia di entrambi

In occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo il duo Piatto-Auriemma, a seguito dell’annuncio del candidato Sindaco della coalizione Centro,Sinistra, Dott.Tito D’Errico, di non voler sostenere alcun confronto con gli altri candidati alla carica di primo cittadino, attraverso un comunicato stampa congiunto, scrivevano: “Capisco l’imbarazzo di Tito d’Errico, ad accettare il confronto – commentava il candidato sindaco di “X Acerra Unita” Andrea Piatto – ma i cittadini hanno il diritto di verificare le effettive proposte e qualità, di chi si candida a governarli. E’ una questione di elementare democrazia. Un autentico democratico non si sottrae e spero ci ripensi: è nel suo stesso interesse, dimostrerebbe di vivere di luce propria, smentendo di essere un mero esecutore di ordini. Ripeto, se necessita, può anche farsi accompagnare“. Una caduta di stile che non merita alcun commento! Invito poi ripetuto anche attraverso un breve video-show, nel quale appaiono la Co-sindaca grillina (ormai quasi del tutto spogliata di quella personalità e di quella considerazione, che un tempo avevano di lei i cittadini non allineati, come ama definirli lei) e l’ex artigiano del dolce. Che questa volta, però, il microfono glielo apre, non glielo chiude, come fece il 27 maggio del 2020! “Noi non siamo per la continuità, per tanti motivi a partire dalla centralità della democrazia partecipata: la Città, in tutte le sue manifestazioni, ci sollecita ad una maggiore partecipazione. Del resto è il sale della democrazia. Rifiutare il confronto pubblico, è dire No a questa sua richiesta” – chiariva l’ex nemica delle accozzaglie elettorali Carmela Auriemma. Ma è noto a tutti il famoso detto: “Chi di spada ferisce, di spada perisce”. Infatti basta rivisitare le amministrative del 2017, quando proprio la portavoce pentastellata (allora candidata Sindaco), convinta sostenitrice dei confronti pubblici, veniva accusata dal suo nuovo leader politico, al secolo Piatto, “di sfuggire ai confronti pubblici, dopo averli chiesti e dopo averne ottenuto anche la disponibilità”!! Infatti l’ormai ex presidente del Civico consesso, già allora elemento di spicco della lista Democratici per Acerra, senza alcun tentennamento, scrisse: “La candidata del Movimento 5 Stelle prima dai palchi mi cita (unico tra circa 500 candidati consiglieri) e mi chiede un confronto pubblico. Ma quando mi rendo disponibile, fugge. Ovviamente la candidata dei Cinquestelle è abituata a cambiare idea. Infatti prima ha valutato…

Read More »

Alessandro Cannavacciuolo: non sono candidato. Vi chiedo scusa…….

“Vi chiedo scusa, se vi abbiamo deluso. Ma la nostra storia e la nostra coscienza ha prevalso sulla logica politico/elettorale. Non ho mai nascosto a nessuno, che sono stato chiamato personalmente a confrontarmi, per valutare la possibilità, che io scendessi in campo in queste elezioni. Fin da subito, ho chiaramente espresso la mia posizione, le mie idee, ma soprattutto la mia voglia, di metterci la faccia nell’ambito ambientale. Il territorio, la salute, l’ambiente sono sempre state e sempre saranno questioni prioritarie, che mi hanno spinto a condurre le lotte contro le ecomafie e a portarle al centro del dibattito nel mio percorso politico. Tutto ciò mai, e dico mai, sarà oggetto di baratto. Ora se nel rispetto di tali importanti valori ho deciso, in maniera sofferta, di non scendere in campo, nel contempo desidero chiedere scusa a chiunque, a seguito di questa mia scelta, possa essersi sentito deluso. Vorrei che comprendiate, che la nostra coscienza ha prevalso su altre logiche opportunistiche. Ma il mio/nostro impegno politico/ambientale, invece, lo premetto, continua. Per amore, per passione, per esempio. La politica non è matematica, non è ricerca del consenso, non è carriera. E’ l’unione del cuore e della ragione. La politica è spiritualità, è partecipazione, è dovere. La nostra sfida è più alta, dev’essere più alta. Chi mi conosce, sa bene che non ho mai fatto dei rappresentanti politici della mia città di tutta l’erba un fascio e che ho sempre distinto la persona dal colore politico. Ma non posso non sottolineare e ribadire che, per troppo tempo, la politica cittadina si è tradotta in un compromesso multiforme: una concessione edilizia, un pacchetto di voti, un posto di lavoro, un affidamento diretto, una multa stracciata, una festa di quartiere, una strada asfaltata. Così, da e per troppo tempo, la interpretano molti candidati e, diciamoci la verità, la vogliono molti cittadini. Ad una politica familistica, clientelare ed assistenziale, non ci si può contrapporre a due mesi dalle elezioni, dimenticando di essere stati l’ossigeno del cosiddetto meccanismo, di cui solo oggi ci si scandalizza e rispetto al quale non sono chiare e nette le prese di distanza. Ora avverto come prioritario e costruttivo l’esempio di un impegno quotidiano anche senza una carica elettiva. La scelta di non candidarmi vuole segnare una pagina netta…

Read More »

Piatto annuncia una campagna elettorale senza manifesti ed economica. Poi chiede soldi ai sostenitori!

Era un Andrea Piatto a 360° quello che, venerdì 20 maggio, sul palco del Teatro Italia, in qualità di candidato sindaco della coalizione X Acerra Unita, presentava il progetto di città che ha in mente e la coalizione, che lo sostiene, che spazia dal Pd a Forza Italia. Ma era anche un candidato, che diceva tutto ed il contrario di tutto. “Non abbiamo fatto un manifesto, per non sporcare la città e per non cedere alle richieste dell’attacchino, che li deve affiggere. Noi siamo diversi e queste cose non le facciamo. Spendiamo poco, perché sono uno, che non vuole contrarre cambiali. Stiamo facendo una campagna elettorale spartana – precisava fiero Piatto – dove forse la spesa maggiore che sosteniamo, è il fitto di questa sala”. Ma poi, udite udite, con l’ausilio di un cartellone illustrativo, chiedeva alle persone soldi, per sostenere la campagna elettorale!! Basta chattare con “Eco”, un assistente virtuale, che vi guida per effettuare la donazione a partire da 1 euro a salire”. ‘Cose da pazzi’ – avrebbe detto l’attore Antonio Albanese nel film ‘Cetto La Qualunque’. “Non citerò mai gli altri candidati a Sindaco, né l’Amministrazione comunale uscente e ciò che è stato fatto – chiosava l’ex presidente e titolare della costosa fascia blu”. Ma poi ricordava che c’era anche lui, quando sono state installate in città le stazioni di ricarica per veicoli elettrici. Così come era un pilastro importante dell’amministrazione uscente, quando si trattava di sostenere e promuovere le politiche culturali ad Acerra, avendo tra l’altro in Giunta il suo Assessore di riferimento. Eppure diceva a tutti, che “molti suoi concittadini non sanno, che ad Acerra c’è un Museo di Pulcinella”. Lo stesso Assessore (mai ritirato però dall’esecutivo Lettieri) che, in Giunta, aveva approvato le Delibere relative al Piano Urbanistico comunale, contestato invece da Piatto, soprattutto relativamente alle procedure seguite. E propone anche di trasmettere in streaming i concorsi banditi dal Comune. Ma anche le prove scritte? Tutte cose dette alla presenza della Co-sindaca Carmela Auriemma, alla quale proprio non si può dare torto, quando ormai in tutte le salse e a chiunque incontri in giro, ripete che “la sua scelta e quella del Movimento 5 Stelle è stata una scelta di coraggio”. Infine l’ex commerciante concludeva, dando i numeri. “Siete 321 candidati ed…

Read More »

Tito D’Errico: “Sono già al lavoro, per migliorare la vivibilità della nostra città”.

“Era di alcuni giorni fa l’intervista rilasciata dal dott.D’Errico al Pappecio.it e ribadita anche alla nostra testata giornalistica, in occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo. Com’è noto, la coalizione Centro,Sinistra sostiene la candidatura del Dott.Tito D’Errico, 59 anni, medico reumatologo, già Vicesindaco nella consiliatura 2012-2017 e che, di fatto, succede a Raffaele Lettieri, non ricandidabile come primo cittadino poiché al termine del suo secondo mandato. A supportare il Dott.D’Errico c’è una coalizione formata dalle liste civiche: Acerra Cresce; Acerra Libera; Acerra Popolare; Movimento cittadino Fare; Siamo Acerra; Iniziativa Democratica Acerra; Azione Acerra; Acerra al Centro; Acerra Insieme; Acerra Europa Verde; Acerra Attiva e Lista Lettieri. Nel presentarsi, il professionista dice che “da un lato, consoliderà quello che è stato fatto fino ad oggi dall’Amministrazione comunale uscente, che ha proseguito un percorso iniziato nel 2012, dall’altro vi saranno delle novità, frutto del programma stilato e condiviso con l’intera sua coalizione”. “A chi mi vede a tutti i costi nel cono d’ombra del Sindaco uscente, rispondo solo che in una simile condizione non sono stato, né durante la mia attività politica, né tanto meno quando ricoprivo l’incarico di Assessore con delega di Vicesindaco. Sono abituato ad affrontare i problemi, partendo innanzitutto dall’analisi degli stessi. La differenza tra le due coalizioni di centrosinistra sta nel fatto, che noi siamo una coalizione composta per intero da liste civiche che, quindi, hanno un diretto contatto con le esigenze e le aspettative delle persone, di cui sono espressione. Anche questo – specifica il candidato Sindaco – mi esorta a confrontarmi direttamente più con le persone comuni, che con gli altri candidati a sindaco. Ovviamente il mio di governo tende a migliorare la vivibilità della nostra città: l’ambiente, la salute, la sicurezza urbana e sociale, con un rinnovamento della strutturazione urbana, che passa anche attraverso un rilancio delle politiche culturali. Centro storico e periferie devono essere in maggiore sinergia tra di loro. Di ciò beneficerà anche l’economia cittadina. Naturalmente in qualità di medico – prosegue D’Errico – sono molto sensibile alle tematiche ambientali. A tal proposito ritengo fondamentale riprendere, in collaborazione con l’Asl Napoli 2 Nord ed i medici, che sono le sentinelle del territorio, gli screening alla popolazione. Occorre inoltre risanare quella parte del nostro territorio che, per fortuna, rappresenta una zona…

Read More »

Elezioni, Evangelista candidato al Consiglio comunale forte del suo impegno nel sociale

Giovanni Evangelista, 27 anni, una lunga militanza nelle attività rivolte alle tematiche sociali del territorio acerrano, candidato nella lista “Siamo Acerra” a sostegno del candidato Sindaco Tito D’Errico in occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo si presenta, dicendo: “Il mio impegno in politica nasce soprattutto dalla mia predisposizione, a cercare di rendermi utile al contesto sociale, in cui mi trovo. Ed ho sempre ritenuto un connubio perfetto quello tra politica e servizio reso alle categorie più deboli della società. Cinque anni fa – precisa Evangelista – condivisi il percorso di Fratelli d’Italia, che non sortì l’effetto sperato. Da giovane auspicavo che, dopo tale delusione elettorale, potessi intraprendere un percorso serio e ben delineato. A questo proposito nacque un nuovo progetto con l’Associazione Viviamo Acerra, che si prefigge di lavorare molto nel sociale, creando una rete di giovani, che sia anche un luogo d’incontro. Tra le iniziative messe in campo vi è stato il plogging (raccolta dei rifiuti di varia tipologia effettuata correndo); la donazione delle mimose a tutto il personale sanitario operante in città durante i giorni della pandemia; la distribuzione delle uova pasquali ai bambini delle case famiglie ed altre ancora. Ciò ha permesso all’associazione di vedere crescere i propri iscritti, tra cui figurano anche imprenditori e professionisti. Qualora riuscissi ad essere eletto in Consiglio comunale – aggiunge il giovane candidato – centrale sarebbe il mio impegno a favore dei diversamente abili ostacolati, ad esempio, dalle barriere architettoniche ed a favore dei bambini autistici con la creazione di uno sportello sociale, al quale i genitori possono rivolgersi, per ricevere tutte le informazioni e l’assistenza necessaria per i loro figli. In generale rafforzerei i servizi sociali del Comune. Altro tema da me molto sentito è quello della criminalità, tant’è che, tre anni fa, produssi un’interrogazione parlamentare all’allora Ministro degli Interni Matteo Salvini, con la quale chiedevo un maggior controllo del nostro territorio, attraverso una maggiore presenza di uomini e mezzi in città. Ciò va a beneficio anche della sicurezza sociale e delle attività commerciali, che sono il volano dell’economia cittadina. I giovani – conclude Evangelista – restano sempre al centro del mio progetto, perché io stesso non mi reputo il futuro, ma il presente. Non ho scelto il centrodestra per candidarmi perché, in 5 anni, non…

Read More »

Acerra si colora di verde, nuovi alberi piantumati nel Parco Mediterraneo

Migliorare la qualità dell’aria e della vita dei cittadini, sensibilizzando la popolazione sull’importanza degli alberi e sugli effetti positivi, che il verde in generale apporta alla nostra salute e all’ambiente in cui viviamo. Questo il principio alla base dell’iniziativa promossa da Europa Verde sabato scorso ad Acerra, dove Rosario Visone, candidato al Consiglio comunale di Acerra nella lista Europa Verde, il candidato sindaco Tito d’Errico, il Consigliere regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli e Giovanna Settembrese, co-portavoce di Europa Verde-Acerra, hanno piantato nuovi alberi all’interno del Parco Mediterraneo di via Basilicata. Si tratta di una tappa di un più ampio progetto che, da tempo, il gruppo di Europa Verde sta portando avanti in diversi Comuni, con l’obiettivo di sottrarre spazi al grigiore del cemento e creare tante piccole “isole verdi” in pieno centro urbano. «L’attenzione all’ambiente – ha infatti spiegato Visone – è parte integrante della storia dei Verdi ed è sempre stata una nostra priorità. Da anni le nostre battaglie hanno sempre messo al centro il tema ambientale, il rispetto e la salvaguardia del territorio ed anche quest’iniziativa va in questa direzione. L’iniziativa – prosegue Visone – rientra in un progetto assai più ampio, che ha già coinvolto e coinvolgerà anche altre città. Ad Acerra in particolare il nostro impegno proseguirà ben oltre la campagna elettorale, perché si tratta di una città particolare, segnata da un capitolo buio proprio per quanto riguarda l’ambiente. Partiamo da qui – conclude – per realizzare finalmente una città migliore, vivibile e sostenibile».

Read More »

Elezioni, la presentazione alla città di Vincenzo Crimaldi, candidato Sindaco del centrodestra

Era presso il teatro Italia che, lo scorso 19 maggio, la coalizione “Il Cambiamento, davvero”, composta da “Fratelli d’Italia” e dalle due liste civiche “Cittadini X Acerra” e “Fare Comune” presentava alla città, in occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo, la candidatura a Sindaco del Centrodestra del Dott.Vincenzo Crimaldi, 59 anni, medico, sindacalista e docente. “Ho chiesto di ripulire tutte le liste delle due coalizioni ‘Centro, Sinistra’ e ‘Centrosinistra’ – esordiva Crimaldi dinanzi ad una platea di militanti e simpatizzanti – dalla presenza dei parenti di tutti gli assunti dal Comune in questi ultimi tempi e che hanno vinto una borsa di studio negli anni, in cui entrambi hanno governato insieme. Ma non ho avuto risposta”. L’arringa dello storico militante della destra locale veniva pronunciata attraverso frasi senza mezzi termini, per un debutto elettorale, che lasciava impressioni molto positive nei presenti. Il medico non mancava di sottolineare il lavoro svolto in questi anni dai Dirigenti del partito della Meloni, ossia Vincenzo Riemma e Raffaele Barbato, mentre una stiletatta neanche troppo velata era riservata a qualche altro esponente del partito, “reo” di non voler nemmeno che la lista fosse presentata. “Il programma è pronto – aggiungeva il candidato Sindaco – e sarà necessario istituire un osservatorio permanente per la sicurezza, il Vigile di quartiere, lo sportello antiusura ed un efficiente sistema di videosorveglianza in tutta la città. Un posto particolare dev’essere riservato alla cultura, mentre occorre anche istituire un Assessorato al Marketing del Territorio, un piano di comunicazione e collaborazione con le Università. Per quanto concerne l’agricoltura, prevediamo un consorzio territoriale del comparto agricolo, mentre lo sviluppo ed il lavoro dovrebbe poggiare sul rilancio e la riqualificazione del centro storico e sugli incentivi imprenditoriali”. Ampio spazio veniva riservato alle politiche ambientali. “Come medico, e dopo una dura battaglia, sono riuscito a far collocare ad Acerra il mammografo, perché credo nella prevenzione ed accanto al quale gli altri, adesso, si fanno le foto. In questo modo tante donne acerrane non devono più recarsi in altri Comuni, per farsi una mammografia. Indispensabile – la proposta di Crimaldi – è una vera e propria moratoria, frutto di un accordo con Regione e Governo centrale, sull’allocazione sul nostro territorio e nella locale zona Asi di ulteriori aziende di stoccaggio, trattamento e…

Read More »

Riemma (FDI): “Idee, coerenza ed un vero programma sono la garanzia del nostro impegno”.

In vista del voto delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo, a fronte di un numero spropositato di candidati al Consiglio comunale, scarseggia in città un serio dibattito sulle tematiche, sui contenuti e sulle proposte elettorali. E, secondo Vincenzo Riemma, Dirigente di Fratelli d’Italia, “tale situazione è figlia del decadimento culturale, che ha subito la politica acerrana nell’ultimo decennio. In controtendenza a ciò, invece, la coalizione di centrodestra denominata “Il Cambiamento, davvero”, ha ufficializzato un proprio approfondito programma e, anche in sede di conferenza stampa di presentazione, il candidato sindaco Vincenzo Crimaldi, sorvolando frasi fatte e fumosità, ha dedicato tempo e spazio a questo aspetto. Una sorpresa positiva, che merita attenzione. “Sono orgoglioso del lavoro che Fratelli d’Italia sta portando avanti – commenta Riemma – e siamo l’unica alternativa in campo, in netta contrapposizione agli altri due carrozzoni di centrosinistra, che rispecchiano due facce della stessa medaglia e che sono figli della stessa matrice amministrativa. Stiamo ben lontani dalle insalate miste e dalle polemiche e vogliamo distinguerci con competenza e passione con un programma vero, che non è un copia incolla ma il frutto di analisi e studio che abbiamo messo in piedi in questi mesi, quando in sordina abbiamo ascoltato la città e prestigiosi ospiti nei tanti eventi organizzati. Abbiamo dato il giusto spazio a tutte le emergenze del territorio. Pretendiamo una città più sicura, attraverso il presidio degli spazi pubblici anche con l’istituzione del Vigile di quartiere, una ferrea lotta al degrado, il controllo e la manutenzione delle periferie. Crediamo nell’idea di un osservatorio permanente sul tema legalità, che coinvolga diocesi, scuole, associazioni e che sia consultivo al Consiglio comunale. Sul tema dello sviluppo culturale ed economico, crediamo sia necessario colmare un vuoto: manca un piano di comunicazione. Il Comune deve prevedere un assessorato al marketing territoriale, che dev’essere la base, per avviare un processo di Pulcinelizzazione ed un nuovo rinascimento dell’identità acerrana. Sugli aspetti economici, bisogna difendere e rilanciare un’idea virtuosa di agricoltura proiettata sulla filiera corta e sostenere con i fatti il commercio locale. Sul dramma ambientale, bisogna attivarsi con una decisa moratoria (di concerto con le istituzioni regionali e nazionali), per impedire l’insediamento di nuovi impianti insalubri. Ma in generale bisogna aumentare gli screening sanitari gratuiti, i controlli di aria, acqua e suolo…

Read More »

Elezioni comunali, l’appello alla città di Vincenzo Crimaldi, candidato Sindaco del centrodestra

Era ad un comunicato stampa, che si affidava il Dott.Vincenzo Crimaldi, 59 anni, medico, sindacalista e docente, sostenuto dalla coalizione “Il Cambiamento, davvero”, composta da “Fratelli d’Italia” e dalle due liste civiche “Cittadini X Acerra” e “Fare Comune”, per annunciare alla città la sua candidatura a Sindaco del Centrodestra, sostenuto da Fratelli d’Italia e dalle liste civiche “Cittadini X Acerra” e “Fare Comune”, in occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo. “Carissimi Elettori, come ben saprete quest’anno, a giugno, ci saranno le elezioni per il rinnovo dell’Amministrazione comunale. È un momento decisivo per la nostra Città: siamo chiamati ad eleggere gli artefici del futuro prossimo di Acerra. Sono Vincenzo Crimaldi, svolgo il mio lavoro ad Acerra come Medico di famiglia e sono un convinto sostenitore del sistema sanitario pubblico. Ho raccolto con entusiasmo la difficilissima sfida, che mi è stata proposta, perché voglio contribuire a migliorare Acerra. Negli ultimi anni – dice Crimaldi – abbiamo assistito alla chiusura ed al trasferimento di attività (su tutte lo stabilimento ex Doria) ed il sopravanzare di aziende, dedite allo stoccaggio, al trattamento ed allo smaltimento di rifiuti pericolosi e non, che hanno elevato ancora di più il rischio ambientale del nostro territorio. L’unica azienda che ha fatto “assunzioni” negli ultimi anni, è stata la macchina comunale e tutti noi abbiamo assistito, negli ultimi mesi, al richiamo per l’etica e la morale rispetto ad assunzioni molto discutibili. Ogni giorno assistiamo all’agonia del centro storico, svuotato e pieno di cartelli “affittasi/cedesi attività”, mentre il degrado e l’allarme sicurezza hanno trasformato in periferia la zona centrale della città. Siamo stanchi di assistere alla chiusura di banche e ad investitori, che scappano dal nostro territorio. Abbiamo avuto, negli ultimi anni, un’enorme svalutazione del patrimonio immobiliare – prosegue il medico – ed abbiamo subito una quantità di lavori pubblici, talvolta inutili, che hanno imprigionato la città per anni. Siamo custodi di un grande patrimonio storico, agricolo e culturale. Abbiamo giovani, imprenditori ed eccellenze in molti settori. Ed è questo il momento, di provare insieme a liberare le energie della nostra città. Vi invito ad immaginare un progetto di sviluppo e prospettiva, che non vuole essere solo il mio ma soprattutto il vostro. La politica ha il compito di creare ricchezza e lavoro per tutti. E’…

Read More »
eXTReMe Tracker