Home » Politica

Il bonus ai commercianti Acerrani non arriva, le cartelle esattoriali sì

“Al danno, la beffa. Il Comune di Acerra, con ex Delibera di Giunta comunale n.15 del 03.02.2021 aveva annunciato, in pompa magna, un ‘Contributo straordinario una tantum a fondo perduto per il sostegno delle attività artigianali, commerciali, di prestazione di servizi ed associazioni che operano sul territorio di Acerra’. Un atto amministrativo votato, con il fine di contrastare gli effetti dell’emergenza sanitaria, economica e sociale derivante dall’epidemia da Covid-19, ad integrazione delle altre misure messe in campo da Stato e Regione Campania. Sull’apposito capitolo di Bilancio venivano appostati, come somma inziale, 250.000,00 euro, che sarebbero stati corrisposti in misura variabile da 400 a 600 euro alle attività, previa presentazione delle domande e maggiormente penalizzate, trovatesi in difficoltà economica e finanziaria in conseguenza delle misure adottate per la gestione ed il contenimento dell’emergenza epidemiologica in atto. A distanza di mesi – evidenzia la locale sezione di Fratelli d’Italia – in moltissimi non hanno ricevuto nemmeno un centesimo dal Comune e, mentre rimane bloccata l’erogazione del bonus, si registra un’impennata di cartelle esattoriali Ta.Ri. recapitate ai commercianti locali. Le cartelle in gran parte si riferiscono agli importi (sulla spazzatura prodotta) non pagati o pagati in ritardo durante il 2020, un anno che passerà alla storia e che ha messo a dura prova le piccole attività. Una situazione che poteva essere evitata con la sospensione delle sanzioni per ritardi di pagamento delle imposte comunali. Un cortocircuito che ha provocato l’immediata reazione di Fratelli d’Italia Acerra, da tempo in prima linea sulla tematica del sostegno al commercio locale. Vincenzo Riemma (FDI) dichiara: “La logica secondo la quale i commercianti siano delle arance da spremere per la salvaguardia dei bilanci comunali, non va per nulla bene. Le nostre partite IVA meritano rispetto, perché vivono una situazione senza precedenti, di cui non hanno colpe. Fin dal marzo 2020 avevamo proposto di tagliare parte delle imposte comunali e di azzerare le sanzioni dovute per i ritardi di pagamento riferiti allo stesso anno. L’amministrazione non ci ha ascoltati, si è mossa male e con un anno di ritardo. Avremmo evitato, alle nostre attività, l’imbarazzo di ricevere delle cartelle esattoriali, su una mole di spazzatura che le stesse non hanno mai prodotto causa chiusura forzata per lockdown. Un paradosso clamoroso, che nei fatti dimostra l’insensibilità della sinistra…

Read More »

Il racconto del Nord e del Sud tra funi spezzate e fanghi velenosi

Imprenditori che usano, per anni, centinaia di migliaia di tonnellate di fanghi velenosi come concime, sapendo che potrebbero procurare danni anche ai bambini…Imprenditori che tolgono i freni alla funivia, sapendo che potrebbero uccidere anche i bambini. Noi non vogliamo generalizzare, perchè (noi) non siamo “razzisti” ma siamo sicuri che, se questi episodi fossero accaduti a Napoli, in Campania o al Sud e non al Nord, in questa ore centinaia di giornalisti parlerebbero di “culture mafiose” e di “popoli criminali”. In queste ore in tanti attaccano i colpevoli, ma senza parlare del Nord e con cautela e tanti distinguo (“la cultura del profitto”, “le colpe del capitalismo” ecc. ecc.). Da 160 anni, quando qualcuno delinque al Nord, si condanna il delinquente. Da 160 anni, quando qualcuno delinque al Sud, si condanna un popolo intero e quella condanna è “razzismo” e diventa politica e diventa una questione meridionale tuttora irrisolta e sempre più drammatica. Tutta la nostra solidarietà va alle povere vittime di quegli imprenditori in attesa delle eventuali e severissime punizioni. Ma abbiamo il diritto ed il dovere di denunciare come, da 160 anni, viene raccontato il Sud e di chiedere pari diritti e giustizia (anche di quei racconti). La soluzione della questione meridionale passa per la cultura (e per questi racconti). La soluzione per la questione meridionale passa per Acerra. Forza Acerra. Forza Sud.   Dott.Gennaro Iovino Geologo/Vulcanologo.  Candidato sindaco di Acerra

Read More »

Commissione di Vigilanza: all’ordine del giorno la questione della custodia dei cani accalappiati

(Articolo pubblicato in data 9.10.2019). Veniva convocata lo scorso 4 ottobre la Commissione consiliare di Vigilanza, presieduta dal Consigliere comunale Carmela Auriemma, la quale poneva all’ordine del giorno la Determina dirigenziale n.1506 del 9.11.2016, avente ad oggetto “il servizio di custodia e mantenimento degli animali randagi. Capitolato Speciale d’Appalto”. Oltre ai Consiglieri Maietta, Gallo, Montesarchio, Zito e Catapane, erano presenti il Dirigente all’Ambiente Maria Piscopo, convocata in audizione e la dipendente Lina Lupoli. Ma da subito l’esponente pentastellata faceva emergere una sintomatica e sostanziale criticità nella gestione del servizio di custodia e mantenimento dei cani randagi accalappiati da parte della ditta “La Sfinge”, che ha in appalto tale servizio fino al 30 novembre prossimo. Alla quale, tra l’altro, dovrebbe subentrare una nuova ditta, dopo che sarà espletata la gara presso la Stazione Unica Appaltante. “Ci sono dei dubbi, su come viene gestito il servizio – esordiva Auriemma – mentre occorre precisare, che se prima i cani trasferiti dalla vecchia società alla nuova erano 150, adesso sono 222, ossia 70 cani in più. Ed i numeri tengono conto anche dei decessi. Ma stando al Capitolato d’Appalto, la ditta doveva produrre un rilievo fotografico di tutti i cani da essa tenuti e censirli con questa modalità. Invece il numero degli animali è stato calcolato solo attraverso i microchip, che possono anche sostituiti e passati ad altri cani presi, mentre all’Ente comunale si omette di riferire del decesso di un cane. Per questo era importante avere la foto dei cani, anche per controllare quelli effettivamente deceduti. E quindi, nonostante che abbiamo pagato alla ditta 260 mila euro all’anno, ci troviamo dinanzi ad una mancata ottemperanza del Capitolato d’Appalto”. Tra l’altro emergeva durante la discussione che, in alcuni casi, la precedente ditta non aveva trasferito a quella subentrata tutti i cani, perché alcuni di essi avevano la lesmaniosi. E la legge blocca il passaggio di cani malati, finchè non sono del tutto guariti. Dal canto suo l’impiegata comunale forniva delle informazioni sull’iter del censimento dei randagi accalappiati, che parte dalla segnalazione fatta al Comando della Polizia Municipale, che ne dà tempestiva comunicazione all’Asl Napoli 2 Nord – Servizio Animali d’Affezione. L’Asl allerta per la cattura l’Associazione Fido Felix, convenzionata con l’Asl stessa, che provvede alla cattura ed alle eventuali prime cure. Nel…

Read More »

Auriemma segnala i milioni stanziati dal Governo per finanziare una serie di progetti

Era con una nota trasmessa al Sindaco, al Presidente del Consiglio comunale A.Piatto, agli Assessori all’Ambiente C.Lombardi e all’Urbanistica G.Di Nardo ed altri organi istituzionali, in un clima di reciproca collaborazione istituzionale (altro che immobilismo di una parte dell’opposizione preferito alla dinamicità di quest’amministrazione, signor Lettieri ndr), che il Consigliere comunale Carmela Auriemma segnalava il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 21.04.2021, contenente le misure per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, volti alla riduzione dei fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, nel limite complessivo di 150 milioni di euro per l’anno 2021, di 250 milioni di euro per l’anno 2022, di 550 milioni di euro per ciascuno degli anni 2023 e 2024 e di 700 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2025 al 2034. “Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n.56, in data 6.3.2021 – recita la nota – il suddetto Decreto presidenziale ha stabilito, che i contributi possono riguardare sia singole opere pubbliche, che insiemi coordinati di interventi pubblici anche ricompresi nell’elenco delle opere incompiute, al fine di perseguire le sopra citate finalità. Il tutto con interventi di manutenzione per il riuso e la rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico, anche compresa la demolizione di opere abusive realizzate da privati in assenza o totale difformità dal permesso di costruire e la sistemazione delle pertinenti aree. Il miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi socio-culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive. Con successivo Decreto del Ministero dell’Interno – prosegue il Capogruppo del Movimento 5 Stelle – si è stabilito, di adottare entro e non oltre 30 giorni dalla data di pubblicazione del Decreto citato, venga approvato il modello di presentazione della domanda informatizzato, con il quale i Comuni possono richiedere i contributi in esame, indicando anche le modalità operative di invio del modello da parte degli Enti. Lo scorso 2 aprile si è provveduto a pubblicare il D.M. che disciplina le domande di adesione ai fondi. Riteniamo – conclude l’esponente pentastellata – che le…

Read More »

Arriva “Revote” ed al Consiglio comunale si può partecipare a distanza

Lo smart working contagia anche i politici. Acerra sarà il primo Comune in Italia, a poter svolgere sedute del Consiglio comunale completamente o parzialmente a distanza. Ma non solo: gli amministratori locali potranno partecipare anche a Conferenze di Capigruppo, riunioni di Commissioni consiliari e votare provvedimenti come in presenza. Tramite un tablet ed un collegamento in remoto i Consiglieri potranno anche presentare emendamenti o mozioni e condividerle con tutti i colleghi lontani dall’aula. Ad annunciarlo era lo scorso 21 maggio il Presidente del Consiglio comunale Andrea Piatto nel corso del convegno, svoltosi nell’aula consiliare. Al dibattito su “Transizione digitale, idee e pratiche per la Città Sostenibile: Acerra da esempio a soggetto attuatore del PNRR” hanno partecipato anche Mario Casillo, in qualità di Consigliere regionale delegato in materia di Digitalizzazione e ICT – Assi Recovery Fund; Vittoria Lettieri, Consigliere regionale componente della Commissione “Ricerca Scientifica” ed il papà Raffaele sindaco di Acerra. Insieme a loro, in collegamento da remoto, c’erano anche il presidente del Terni Digital Week Edoardo Desiderio ed il Dipartimento di Ingegneria gestionale dell’Università di Napoli Federico II con il prof.Pierluigi Rippa. Il sistema digitale utilizzato si chiama “ReVote” e consentirà agli amministratori, impossibilitati a partecipare fisicamente alle sedute, di poter svolgere da casa o da qualunque luogo le loro funzioni, senza possibilità di essere intercettati da hackers. Ma per poterlo fare, i Consiglieri dovranno ritirare degli appositi tablet che, per motivi di privacy e di sicurezza, potranno utilizzare solo per i lavori dell’assemblea. Le apparecchiature sono state messe a disposizione già da una quindicina di giorni, ma non tutti i Consiglieri le hanno ancora ritirate. A breve dovrebbero partire una fase di formazione e le prime prove di simulazione. “Il nostro Comune ha dimostrato, ancora una volta, di potersi permettere di sognare sempre più traguardi da concretizzare – ha dichiarato il Presidente Piatto – per facilitare la vita quotidiana degli operatori e dei cittadini. Siamo solo all’inizio del percorso e, come esposto dal nostro dirigente informatico Ing,Ascoli, abbiamo in programma un lungo percorso, che guarda al futuro e che investe su ecologia e digitale. Dopo il “Pulcinella film festival ed il “Pulcinella music festival”, perché non immaginare anche il “Pulcinella digitfestival”. Ma che ci siano delle criticità, lo dimostra il Consigliere Carmela Auriemma, la quale dichiara:…

Read More »

L’ambientalismo non può essere solo una questione lessicale o un copia-incolla!

L’ambientalismo non può essere solo una questione lessicale o un copia e incolla. Va difesa, a denti stretti, l’unica terra che abbiamo e che garantisce la nostra esistenza. Siamo ad un punto di svolta: non esistono soluzioni alternative. Occorre rispetto, amore e bonifiche. Sono troppi i danni che l’uomo ha causato ed è ora di dire basta. Fermiamoci ed avviamo, attraverso una sana unione, quella “rivoluzione” verde, che ci ha indicato la Chiesa, poiché resta l’unica via d’uscita. Basta con l’ambientalismo di facciata, che usa pratiche diametralmente opposte. Non servono le parole e, soprattutto, sbaglia molto chi, oggi, lancia accuse gratuite soprattutto contro chi ha risvegliato nel mondo, in Italia e dalle nostre parti, quell’attenzione alla difesa dell’ambiente, quell’attenzione che spesso la politica politicante non ha avuto. Gli strilloni, quelli di sempre ormai, hanno fatto il loro tempo e sono soggetti conosciuti, giocano a carte scoperte. È troppo facile, oggi, puntare il dito contro coloro, che si sono attivati per recuperare, ciò che stiamo perdendo. Con la Chiesa al fianco della Chiesa, con chi si batte sul campo, vedi comitati e volontari per l’ambiente, siamo pronti a farci carico di sani principi ed azioni concrete, che mirino al recupero, di ciò che stiamo perdendo. Non c’è più tempo da perdere, poiché la strada è lunga e tortuosa. Occorre un progetto serio e veritiero, occorre intraprendere una rotta comune ed evitare una navigazione a vista. Occorre fidarsi della serietà e della competenza, di chi l’ambiente lo difende da sempre, da chi è ambientalista per mestiere e da chi lo pratica giorno per giorno, in religioso silenzio con il proprio lavoro. Dott Gennaro Iovino –geologo, ambientalista per professione. Candidato sindaco di Acerra  

Read More »

Le porte della Protezione Civile chiuse, a chi fa parte di altre associazioni di volontariato

Il Consiglio comunale di mercoledì 28 aprile, convocato in seduta ordinaria ed urgente, a porte chiuse ed in diretta streaming, tra i punti all’ordine del giorno aveva anche la Delibera di Giunta n.66 del 14.04.2021 di proposta al Consiglio comunale, avente ad oggetto “il Regolamento Funzionamento del Nucleo comunale di Protezione Civile”. Delibera che alla fine avrebbe ottenuto 17 voti favorevoli e 4 astenuti (i Consiglieri D.Zito, S.Di Balsamo, P.Montesarchio e C.Auriemma). Regolamento che era stato affrontato nella Commissione Statuto e Regolamento e circa il quale il sindaco Lettieri, nell’illustrarlo (tanto illustra tutto lui ndr), diceva: “E’ un Regolamento che disciplina le attività dei volontari del nucleo, che agiscono in sinergia con altre associazioni di volontariato operanti sul territorio, come sta avvenendo presso il centro vaccinale. Infatti la Protezione Civile, unitamente ai volontari della Croce Rossa Italiana e a quelli dell’associazione Le Aquile, sta assicurando assistenza alle persone, che si stanno recando presso la palestra della scuola elementare Buonincontro, per farsi somministrare il vaccino contro il Covid. Anzi consegneranno anche bottigliette d’acqua. E sugli emendamenti proposti dall’opposizione, mi sono già espresso ieri in Commissione”. Ed erano proprio i Consiglieri di minoranza Auriemma e Montesarchio, a leggere in aula tali emendamenti e a metterli agli atti del Civico consesso. Nello specifico l’esponente del Pd affermava: “A nostro avviso va rivisto l’articolo, che esclude dal Nucleo comunale di Protezione Civile, chi è iscritto ad un’altra associazione di volontariato. Ciò, infatti, visto anche il momento di emergenza che stiamo affrontando, non favorisce l’attività di volontariato dei cittadini e quindi è una misura che, anzichè includere, esclude. Inoltre, se il coordinatore è nominato dal Sindaco, ci sembra più corretto che il Vice-coordinatore sia nominato dal Coordinatore. La durata del quale, stabilita in ben 9 anni, appare eccessiva, considerato anche che è la stessa Autorità Anti-Corruzione, ad aver rivisto la durata degli incarichi ricoperti da funzionari, dirigenti e responsabili vari. Qui non si capisce il perché ed il senso di tale scelta. Altro punto – proseguiva Montesarchio – è quello, in cui non si dà l’opportunità di presentare memorie difensive al volontario, che subisse provvedimenti disciplinari. Sanzioni che dovrebbero essere comminate dal coordinatore o dal Dirigente, a seconda della natura delle stesse (richiamo verbale, sospensione temporanea, ecc.), mentre potrebbero essere sette i giorni…

Read More »

Ampliamento di via Nobile: acquistate dal Comune due particelle di terreno

Circa il Consiglio comunale tenutosi nella mattinata dello scorso 28 aprile, convocato porte chiuse ed in diretta streaming, tra i punti all’ordine del giorno c’era anche la Delibera di Giunta n.72 del 20.04.2021 di proposta al Consiglio comunale, avente ad oggetto “l’acquisto di due porzioni di terreno site in via Nobile, al fine dell’allargamento per miglioramento della sicurezza stradale della predetta via”. Delibera che veniva votata all’unanimità dei presenti. Strada, ubicata a ridosso del complesso residenziale “Ice-Snei”, in cui sono in corso lavori di rifacimento e che, a seguito di segnalazioni ricevute, si è valutata la necessità di allagare la sede stradale mediante l’allargamento del tratto iniziale. Una volta interpellati, i proprietari delle porzioni di suolo, site in fasce fronte strada, hanno dichiarato la propria disponibilità a cederle al Comune, per permettere l’allagamento della sede stradale e la realizzazione di un marciapiede. Accettando integralmente l’offerta economica del Comune, per un ammontare complessivo di 6 mila euro. Un botta e risposta tra il Consigliere Carmela Auriemma ed il sindaco Lettieri si verificava, invece, per la Delibera n.36 del 3 marzo 2021 di Variazione al Bilancio, per riqualificare e mettere in sicurezza alcune strade del centro storico, tra cui via Casoria, via Verolino e via Filomarino. A tal proposito l’esponente pentastellata diceva: “E’ già dall’anno scorso, quando si è diffusa la pandemia nel mondo, che l’amministrazione comunale doveva rivedere il Bilancio, per riscriverne i capitoli alla luce delle conseguenze soprattutto socio-economiche, determinatesi per la cittadinanza. Con la necessità di dare vita ad una scaletta delle priorità, da affrontare. Una rivisitazione che è stata fatta anche dal Governo nazionale ma non da quello locale. Sono atti amministrativi, che portano ad un ulteriore indebitamento dei contribuenti, perché vengono accesi mutui ed impiegate risorse, che comporteranno interessi da pagare. E non si tratta, di voler rallentare la crescita o il miglioramento del tessuto urbano cittadino, tant’è vero che il mio voto alla Delibera di via Nobile è stato favorevole”. Replicava il primo cittadino, il quale asseriva: “Quella dei 5 Stelle è una visione completamente diversa di amministrare una città. Essi preferiscono l’immobilismo alla dinamicità di quest’amministrazione. Io invece ritengo che, proprio in questo momento, è il caso di accelerare con i lavori pubblici, che stiamo realizzando sul territorio cittadino”. Alla fine la Delibera…

Read More »

Approvato in tempi record il Bilancio consuntivo, la soddisfazione di Piatto

A margine del Consiglio comunale tenutosi lo scorso 28 aprile a porte chiuse ed in diretta streaming, arrivava anche il commento del Presidente del Consiglio comunale Andrea Piatto il quale, circa l’approvazione in tempi record del Bilancio Consuntivo, diceva: “In questo scenario Acerra è il primo Ente comunale, ad aver approvato il Rendiconto di Gestione 2020. E’ il segnale inequivocabile, che c’è stato un lavoro incessante con risultati lusinghieri. Nonostante la gestione economico-finanziaria abbia risentito della fase Covid e della conseguente crisi pandemica, si segnala un avanzo di amministrazione, conseguenza di una tenuta complessiva della spesa e di un’attività di recupero dell’elusione tributaria“. L’ok al documento economico-finanziario, senza avvalersi della proroga concessa, è giunto al termine di un percorso che, come sottolineato anche dal sindaco Lettieri, ha riguardato risorse umane del Municipio, Giunta e Consiglio comunale, in un contesto di confronto sereno e costruttivo, seppur nel distinguo delle legittime posizioni politiche. Intanto, sempre per restare in tema di svolgimento delle sedute del Civico consesso (l’auspicio resta la riapertura al pubblico dell’aula consiliare, con il ritorno in presenza dei cittadini, visto che ormai hanno riaperto anche gli zoo ai visitatori), si è sottolineato un sistema tecnologicamente avanzato, che rende ‘multimediale’ il Consigliere comunale. E’ quanto ha adottato la presidenza del Consiglio comunale, che fa un salto in avanti rispetto all’era pandemica grazie ad un progetto all’avanguardia, già adottato dal Parlamento Europeo, dalla Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica. Si tratta di un’applicazione, che riproduce il terminale fisico presente nell’aula consiliare: con un semplice tablet ed un collegamento internet (wifi o connessione dati) un Consigliere comunale potrà partecipare e votare, come se fosse in aula da qualsiasi parte del mondo. Il progetto è stato fortemente voluto dal presidente del Consiglio Comunale, i cui costi saranno recuperati grazie ai fondi del Recovery Plan. “Siamo il primo Comune d’Italia, a dotarci di questo tipo di tecnologia – sottolinea Piatto – ed in maggioranza ci siamo detti, che l’obiettivo è portare la città oltre la pandemia e ci dobbiamo riuscire a tutti i livelli, anche studiando soluzioni tecnologiche, in grado di semplificare l’attività politica. Saremo un esempio, portando le istituzioni acerrane su standard europei”. Di certo una piccola nota a margine è d’uopo. Infatti, nonostante il recente ‘ingresso trionfale’ della tecnologia nella sala consiliare…

Read More »

Gennaro Iovino: “Agricoltura acerrana, una risorsa da potenziare”.

Quando si parla di Acerra, sembra sempre che il campo dell’agricoltura faccia parte del passato, come se ormai fossimo diventati solo terra di inquinamento e spazzatura. Non è assolutamente così, perché ad Acerra, anche in questo momento, si stanno coltivando dei prodotti, che sono un vanto per la nostra terra. Tra questi, ad esempio, troviamo il pomodoro di San Marzano dell’agro Acerrano, una vera eccellenza. Troviamo i carciofi, le patate, i fagioli cannellini, ecc. E quindi questa vocazione agricola, da sempre parte del nostro territorio, non dev’essere abbandonata ma, anzi, dev’essere accresciuta o, per meglio dire, coltivata. E perché non iniziare dalla scuola, vero punto di riferimento culturale e sociale? Proprio per questo, tra i punti più importanti del mio percorso da primo cittadino, c’è quello di far sì, che cresca l’offerta formativa scolastica con la nascita di un polo di istituti tecnici tra cui un Istituto tecnico con indirizzo Agraria, Agroalimentare e Agroindustria. Provate solo ad immaginare, quale binomio possa essere avere sul territorio dei giovanissimi studenti conoscitori della materia e con un occhio al futuro, che possano collaborare, sul loro stesso territorio, con le tantissime aziende agricole, che si impegnano quotidianamente nella coltivazione di ottimi prodotti. Sarebbe un processo, che porterebbe un beneficio enorme a tutta la filiera ed alla crescita dell’intero comparto e che ci permetterebbe di ottenere di nuovo la fama di Campania Felix. Ma cultura e studio sono due aspetti fondamentali anche in altri settori ed è per questo che, oltre all’indirizzo Agrario, chiederò anche la nascita di un Istituto Tecnico con indirizzo Chimica, Materiali e Biotecnologie ed un Istituto tecnico con indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio. Questo ci permetterà, di avere immediatamente due vantaggi immediati. Prima di tutto i nostri giovani avranno a loro disposizione un’offerta formativa di altissimo livello, per poter seguire ogni loro passione. In secondo luogo poi, ricominceremo a diventare attrattori di persone che provengono da fuori Acerra e che, nel breve e medio termine, possono anche dare un contribuito all’economia acerrana. Conosceranno i nostri prodotti, le nostre eccellenze ed i nostri negozi. Ma i benefici di avere un’offerta così importante sono soprattutto quelli legati al futuro. Avremo una classe di cittadini formati sotto tutti i punti di vista e che, sicuramente, potranno dare un contributo attivo alla vita…

Read More »
eXTReMe Tracker