Home » Cultura

Ricordo di Domenico Petrella (Ciccio)

Ci ha lasciati, pochi mesi orsono, il compagno Domenico Petrella, già dirigente della Federbraccianti, della Federazione Comunista napoletana e deputato della Repubblica. Eravamo giovanissimi militanti ed il fascino del dirigente del Movimento Bracciantile ci ammaliava. Dopo la generazione dei Pirolo, Levita, Casoria, Evangelista, De Chiara (Cuono, Enrico, Alfredo), irruppero nella sezione comunista i Castaldo, Troianiello, Oronzo, Scognamillo, Ciccone, Rezza, Loffredo, Messina, De Sena. Intere famiglie militavano nel partito e tanti dirigenti divennero “organici” alla classe lavoratrice. Ad Acerra la Sezione Comunista, i suoi militanti scrissero una bella pagina di storia. Si lottava per la pace, il progresso, la democrazia. Ideali nobili anche dai movimenti più alti, che si rifacevano al socialismo ed al cattolicesimo democratico. Anche noi ricevemmo questa lezione. Entrai nel P.C. nel 1972, dopo la sconfitta socialista di unità proletaria. Ne passò del tempo, prima che diventassimo pure noi dirigenti. Si entrava negli organismi superiori dopo lunga militanza. Ricordo due fulgide figure di dirigenti comunisti: Alfredo De Chiara e Domenico Petrella. Cos’era l’organizzazione ce lo insegnarono loro. Il partito era organizzato per “cellule” ed organizzava in città i Comitati di Lotta e di Quartiere. Questi dirigenti erano cresciuti nei Movimenti Bracciantili ed operai. Nel 1952 siedono nel Consiglio comunale di Acerra ben 19 consiglieri comunisti e socialisti su trenta. E’ Sindaco il Dott.Carlo Petrella e vengono eletti assessori: Gennaro Corbisiero, Gaetano Mangiarulo, Enrico De Chiara, Domenico Petrella. Ciccio è, dunque, assessore e vicesindaco. Rimane in  Consiglio comunale fino al 1967. Ciccio, insieme ad altri dirigenti, organizza scioperi per migliori condizioni di vita dei braccianti e contribuisce a che siano presenti nel movimento anche altre figure di lavoratori, come i piccoli contadini. La Federbraccianti e l’Alleanza contadini, poi, come organizzazioni sul territorio comunale, che avevano nel PC il punto di riferimento politico. L’altro compagno cofondatore dell’Alleanza contadini che divenne poi assessore all’Agricoltura, fu Alfredo De Chiara di cui, spero, di illustrarne a breve l’opera. Non esagero nel dire che molte figure socialiste e comuniste acerrane, dovrebbero far parte del Pantheon della sinistra. Del Movimento di Lotta in quel periodo fece parte un intelligentissimo contadino, che divenne poi Sindaco della città nel 1965: Giovanni Dell’Aquila. E nelle istanze superiori vi erano poi dei dirigenti, che non disdegnavano di portare le aspirazioni di cambiamento nelle sedi istituzionali come Aniello…

Read More »

Il presepe realizzato dai genitori della scuola “L’Isola dei Bambini”

Quello nella foto è un presepe realizzato dai genitori dei bambini, che frequentano la scuola dell’infanzia denominata “L’Isola dei Bambini”, sita a via Madonnelle nell’ambito di un progetto rivolto specificamente ai genitori dei piccoli. L’opera è stata realizzata, utilizzando materiale di riciclo selezionato dalle famiglie (bottiglie di plastica, tappi di sughero, carta, polistirolo, ritagli di stoffa ecc.). Scopo dell’iniziativa è stato quello di coinvolgere le famiglie sul vero significato e valore del Natale che, vissuto insieme, risulta più bello. Non è mancato di certo l’entusiasmo, lo spirito d’iniziativa e la collaborazione nel realizzare il presepe, che è stato giudicato dai bambini, veri giudici del lavoro svolto dai propri genitori. Di certo una tappa delle varie iniziative che saranno messe in pratica dalla suddetta scuola. – Angelo Rega

Read More »

Il successo di “Amici di Ideacittà”

Grande successo dell’iniziativa dell’Associazione “Amici di Ideacittà” di Caivano che, in collaborazione con la Regione, hanno distribuito nei Comuni a Nord di Napoli, Acerra compresa, prodotti enogastronomici coltivati nella zona. L’iniziativa denominata “A Natale scegli la Campania”, organizzata dall’8 al 23 dicembre scorso, ha riscosso apprezzamenti anche tra i produttori agricoli locali, che hanno chiesto di ripetere l’iniziativa anche durante le prossime festività Pasquali. “E’ la dimostrazione che la crisi agricola – dichiara il Presidente di Amici di Ideacittà – è innanzitutto legata alla crisi ambientale di questi territori, troppo spesso interessati da sversamenti abusivi di varie tipologie di rifiuti, da roghi di sostanze nocive e pericolose e da bonifiche annunciate, ma quasi mai messe in atto”. – Angelo Rega

Read More »
eXTReMe Tracker