Home » Attualità

Giovani talenti di Acerra

L’acerrano Francesco Esposito di 15 anni, ha partecipato sabato scorso al “festival” dei cantanti-baby, alla trasmissione “Ti lascio una canzone”, condotta su Rai Uno da Antonella Clerici. A Francesco, che frequenta la Ragioneria, il Sindaco e l’Amministrazione comunale hanno scritto una lettera, augurando al ragazzo soddisfazioni e successi. Il Comune, inoltre, ringrazia “tutti quegli acerrani che, in tutti i campi, dal sapere alle professionalità, contribuiscono ad affermare la nostra comunità nella vita del Paese”.

Leggi tutto »

Accolte nel Duomo le spoglie di Rossella Petrellese “Serva di Dio”

Un corte di oltre 300 tra fedeli, amici e parenti lo scorso 24 marzo accompagnava le spoglie di Rossella Petrellese da via Soriano, dove la ragazza abitava con la famiglia fino alla Cattedrale del Duomo, che a stento riusciva poi a contenere i tanti cittadini accorsi per partecipare alla celebrazione della messa solenne, officiata dal Vescovo Mons.Giovanni Rinaldi. «Non c’è niente che dia gioia come l’amore di Dio». L’epigrafe è scolpita nel marmo bianco del sarcofago, che ha accolto nella cattedrale le spoglie della nostra concittadina, Serva di Dio da febbraio dell’anno scorso, ma in attesa di una possibile beatificazione. Ad autorizzare la esumazione della giovane, nata il I aprile del 1972, a distanza di 16 anni dalla sua morte ed alla traslazione dei resti nella Cattedrale, è stata la Congregazione delle cause dei Santi lo scorso 15 febbraio in una lettera indirizzata al Vescovo Rinaldi. La sua è stata una vita di sofferenza con l’unico conforto in Gesù. La morte della ragazza si ebbe il 18 settembre del 1994 all’età di 22 anni, a seguito di un delicato intervento chirurgico negli Stati Uniti, che doveva alleviarle le sofferenze a cui era sottoposta fin dalla nascita. Intanto la sua fama attirava ormai da tempo folle di fedeli sparsi ovunque. E non solo in Italia, ma anche in Uganda, Perù, a New York e persino a Nazareth, nel cuore della cristianità. E sulla sua tomba nel cimitero di Acerra, fino a quando non è stata esumata, sono stati in molti a pregare e a chiedere grazie. “Come quel Padre Pio disprezzato dagli intellettuali, ma ricercato dalla gente semplice, così la piccola Rossella, inerme e disabile, ci insegna a confidare in Dio. Appartiene alla categoria dei Santi Mistici – ha spiegato nella sua omelia Monsignor Rinaldi. – La sua vita è un microcosmo del mistero pasquale e la croce sta al centro della sua vita. Ella, come Gesù, ha attraversato il venerdì santo della sofferenza, fino a rasentare la disperazione. Il mistero della croce l’ha profondamente segnata per venti anni. Il suo diario fin dal 1992 è lo specchio del suo smarrimento spirituale. E, come tutti noi, ha cercato di espungere la sofferenza dal suo orizzonte. Poi, giunta alla vetta dello smarrimento nel 1992, negli ultimi due anni della sua…

Leggi tutto »

Ad Acerra l’associazione auto-moto storiche, fondata dalla famiglia Laudando

Erano gli anni 50, quando la famiglia Laudando diede vita alla sua passione per i motori sia delle auto che delle moto. Una passione che è arrivata fino ai giorni nostri, raccolta oggi dagli eredi di detta famiglia, che ha preservato intatto lo stesso spirito e amore. L’Associazione ha per scopo principale quello di sostenere la promozione della motorizzazione d’epoca italiana; organizzare e partecipare a raduni, sfilate, manifestazioni e fiere di settore. Il Club ha la sua sede nel cuore del centro storico di Acerra ed esattamente  in via S.Cuono, 53. Attualmente il Club conta numerosi soci ed iscritti ed è in continua espansione, ha un proprio sito internet consultabile all’indirizzo www.automotostoricheacerra.com, attraverso il quale i soci vengono informati delle attività del Club, uscite domenicali, incontri infrasettimanali, raduni. Inoltre si può interagire con altri, per chiedere consigli, pareri, opinioni. Le attività vengono prestabilite e coadiuvate dallo staff del Club. L’associazione si fonda in particolare sulla libertà di adesione dei soci e la sua attività si prefigge di perseguire, tra l’altro, l’amicizia, il rispetto delle persone e degli ambienti, la lealtà e la passione per  quello che si fa. Il Club offre ai soci iscritti la possibilità di partecipare a tutte le attività del Club, di iscriversi al registro storico delle auto e delle moto e di assicurare gli stessi con risparmio notevole. E già sono molte le adesioni di appassionati e proprietari di veicoli d’epoca, che dalle altre province della nostra Regione si sono iscritti al Club acerrano. Il Club ricorda a chiunque abbia un’auto o una moto, che abbia superato i 20 anni, che provvederà al disbrigo delle pratiche inerenti all’esenzione della tassa di possesso, all’iscrizione ASI ed alla stipula di assicurazioni singole e plurime in sede.                   Antonio Puzone

Leggi tutto »

Saranno rimossi i vincoli per gli edifici costruiti nelle zone “R-Rispetto”?

E’ stata la Giunta comunale, guidata dal Sindaco Esposito, lo scorso 25 marzo, a proporre al Consiglio comunale, attraverso la Delibera n.38, un atto di indirizzo in materia di condono edilizio in merito all’art.32 comma 1 della legge 47/85. La relazione istruttoria dell’atto amministrativo è stata redatta dal Dirigente all’Urbanistica Arch.M.Santoro, al quale il primo cittadino, attraverso apposito Decreto sindacale del 26 marzo scorso, ha prorogato l’incarico fino al 31 marzo 2013. Un provvedimento che ha suscitato polemiche tra alcune forze politiche cittadine e non solo e che era stato osteggiato pubblicamente dal Vicesindaco A.Crimaldi il quale, in piena campagna elettorale quale candidato alle regionali, aveva dichiarato che una simile decisione di riconferma dell’incarico al Dirigente, comportava un’assunzione di responsabilità da parte della fascia tricolore e metteva in discussione il ruolo dell’UDC in seno alla maggioranza. Intanto Santoro nella relazione scrive: “Negli ultimi anni, pur con un organico sottostimato rispetto alle effettive necessità, si è dato un notevole impulso alla definizione delle pratiche. Infatti dal I gennaio 2006 ad oggi sono stati rilasciati circa 700 provvedimenti abilitativi in sanatoria. Occorre fare di più e meglio ed è necessario, al fine di velocizzare i procedimenti, affrontare alcune questioni attinenti il particolare regime vincolistico di alcune zone del territorio comunale ed in particolare nelle zone classificate nel PRG vigente come “R-Rispetto”. La città è dotata di un Piano Regolatore Generale approvato il 26.10.1982. Il PRG individua – prosegue il tecnico – una serie di aree, che vengono classificate come zone R disciplinate dall’art.2 delle Norme Tecniche di Attuazione che recita: Destinazione d’uso: rispetto infrastrutturale, cimiteriale, urbanistico programmatico. In tale zona è vietata ogni costruzione anche se a carattere provvisorio. Gli eventuali edifici esistenti, ricadenti nell’ambito di tale zona, sono vincolati con le seguenti prescrizioni: è consentito il risanamento statico ed igienico con ristrutturazione funzionale nel rispetto della forma volumetrica, delle superfici e del numero dei piani esistenti. Nel caso di demolizione l’area risultante è inedificabile. Con tale disposizione normativa si procedeva a sottoporre a vincolo di inedificabilità assoluta ampie porzioni del territorio comunale per effetto sia dei vincoli sovraordinati, derivanti da leggi e regolamenti nazionali, sia di un vincolo definito di carattere urbanistico-programmatico apposto dal Comune. In generale è utile specificare che i vincoli di piano regolatore, ai quali si…

Leggi tutto »

Questione gestione risorse idriche: approvata la soppressione degli A.T.O.

Lo scorso 23 marzo veniva approvata la legge, che sopprime gli Ambito Territoriali Ottimali (A.T.O.), assemblee dei Sindaci dei Comuni che decidevano in merito alla gestione del servizio idrico. Sono state di fatto espropriate le funzioni di controllo delle Amministrazioni comunali e provinciali e le competenze passano alla Regione. E, semplificando il processo di “messa sul mercato” del servizio idrico integrato, basteranno 20 gare per privatizzare tutta l’acqua della nazione, invece delle centinaia che si dovrebbero bandire ed espletare. Senza dimenticare che solo le multiutility o le multinazionali avrebbero le capacità finanziarie, per partecipare a gare regionali, escludendo praticamente dal novero le piccole e medie aziende locali, destinate a scomparire (e con esse i relativi dipendenti). “Questa è un’ulteriore, decisiva conferma della necessità di orientarsi verso un percorso del tutto diverso, che ponga le aziende dei nostri Comuni al di fuori del mercato e al di fuori dei rischi di privatizzazione – sottolineano gli esponenti dei comitati contro la privatizzazione dell’acqua – perché è chiaro che eliminare gli Ato, significa eliminare proprio le autorità che possono rappresentare un sia pur minimo baluardo contro gli appetiti dei privati e possono e debbono, per legge, vigilare sulle tariffe e sulla qualità del servizio erogato”. Evidentemente i privati, che stanno premendo fortemente su tutti i partiti oggi in Parlamento, spingono anche per vedersi sollevati da ogni controllo democratico. “La soppressione degli Ato, confermata dalla conversione in legge, impone una rivisitazione delle modalità di gestione delle risorse idriche – afferma deciso Enrico Borghi, presidente dell’Uncem, l’associazione dei Comuni montani. – L’acqua è un bene collettivo, destinata ad assumere un’importanza sempre più rilevante nei rapporti territoriali. Ed è ormai una risorsa strategico-vitale, che non possiamo permetterci di affidare alle distorsioni del mercato – conclude Borghi – e i Comuni, in particolare quelli montani, dove sono in gran parte localizzate le risorse idriche, costituiscono il punto di riferimento fondamentale per gli interessi legittimi delle popolazioni amministrate e detengono, pertanto, responsabilità e competenze primarie, non delegabili, in materia di utilizzo e di gestione di queste risorse”. Ad associarsi alle dichiarazioni di Borghi è Oreste Giurlani, presidente dell’Uncem toscana, il quale dichiara: “La gestione delle risorse idriche dev’essere allineata alle esigenze delle popolazioni, anche le più deboli e non può essere delegata all’imprenditoria privata”.      …

Leggi tutto »

La signora Giovanna e la festa dei suoi primi 100 anni di vita

“Ringrazio tutti coloro che sono intervenuti a questa festa, organizzata dal Comitato Pro Pezzalunga in mio onore, con particolare riferimento al Vescovo, al Sindaco ed al parroco della nostra parrocchia, don Carlo Tucci, che tanto si sono adoperati, affinché tutto riuscisse nel migliore dei modi e che la comunità locale facesse sentire il suo affetto per me. Sono davvero commossa di tutto ciò”. Queste le parole di Giovanna Piscitelli, residente nella frazione di Pezzalunga, che lo scorso 13 marzo ha tagliato l’invidiabile traguardo dei 100 anni. A presenziare a tale evento il Vescovo Mons.G.Rinaldi, che ha celebrato nella chiesa di S.Carlo Borromeo la santa messa, ricordando il valore socio-culturale degli anziani, ai quali tutte le istituzioni devono sempre guardare con attenzione e costanza, in quanto sono un grande patrimonio di saggezza e custodi dei valori della famiglia. Presente anche il Sindaco T.Esposito, che a nome suo e dell’Amministrazione comunale ha donato una targa ricordo alla signora Piscitelli. “Ricordo ancora l’abitudine – affermava il primo cittadino – dei nostri nonni di raccontare i “cunti” ai nipoti di sera dinanzi al camino. La nostra concittadina centenaria ha vissuto sia momenti brutti, quali sono stati i conflitti bellici mondiali, sia momenti belli, quando ad esempio c’è stato il boom economico degli anni ’60. Ed ora vive quella fase, nella quale il giorno sembra non terminare mai, perché fa da sfondo ad un senso di eternità, vissuta con gioia e serenità. E l’azione sinergica delle varie istituzioni a tutela dei più deboli, ivi compresi gli anziani, dev’essere sempre perseguita”. Partecipavano ai festeggiamenti, svoltisi dopo le cerimonia religiosa nel locale plesso scolastico, anche l’Assessore alle Politiche Sociali I.Verone ed alcuni Consiglieri comunali. Madre di 7 figli e nonna di 16 nipoti, la signora Giovanna in Di Nardo ha seguito tutte le fasi dei festeggiamenti, dai fuochi d’artificio sparati in suo onore al brindisi ed al taglio della maxi torta (nella foto) preparata per l’occasione. Tante le foto ricordo della nonnina, nata il 13 marzo del 1910, con i familiari e gli abitanti della frazione. Un pò sterili, in verità, le polemiche seguite alla concessione, da parte del Comune, di un contributo di 2 mila euro al Comitato Pro Pezzalunga (e non alla signora), promotore dei festeggiamenti. Infatti è lo stesso Sindaco a chiarire…

Leggi tutto »

Assegnazione loculi cimiteriali: il Consigliere De Maria decide di andare fino in fondo

Continua a tenere banco in città (e non solo) la questione dell’assegnazione dei loculi cimiteriali, sollevata dal Consigliere comunale Vincenzo De Maria lo scorso I marzo attraverso una lettera inviata al Sindaco, al Vice-sindaco nonché Assessore al Cimitero A.Crimaldi, al Segretario generale, al Presidente del Consiglio comunale, al responsabile dell’Ufficio cimiteriale, al Dirigente Dr.F.Annunziata ed alla Procura della Repubblica di Nola, con la quale chiedeva di far luce in merito ai criteri di assegnazione del loculi. Una vicenda da noi già riportata sullo scorso numero. “La volontà di tali interrogazioni – specificava il componente la Pubblica Assise – verte ad eliminare il sospetto di un’eventuale creazione di un sistema di potere, di clientele e di personalismi compiacenti”. E visto che in data 3 marzo il cimitero di nuova costruzione sarebbe stato consegnato dai tecnici e dall’impresa appaltatrice all’Ente Comune in via definitiva due erano, nello specifico, le richieste avanzate dal Consigliere: la sospensione dell’assegnazione dei loculi cimiteriali, per stabilire i criteri pubblici per l’assegnazione degli stessi ed un’ispezione per il controllo e la trasparenza di assegnazione. Tra le varie richieste avanzate da De Maria, c’erano quelle di conoscere quanti e quali loculi sono stati resi disponibili per l’assegnazione; se tutte le procedure adottate sono conformi alle regole di trasparenza e di equità; se è stato stabilito un criterio, con il quale sono stati assegnati i loculi; se il cittadino è stato informato dei loculi messi a disposizione per i morti giornalieri attraverso quale atto amministrativo o mezzo d’informazione e se l’elenco dei loculi disponibili è stato reso pubblico per la scelta dell’assegnazione. A stretto giro arrivava la risposta del Dirigente al Cimitero Dr.F.Annunziata che due giorni dopo, nel riscontrare la lettera del Consigliere De Maria, scriveva: “E’ a dir poco paradossale che un Consigliere comunale, che riceve un rifiuto ad una sua richiesta personale per un loculo di 2° fila per la tumulazione di un sua zia, possa ventilare in una sua interrogazione il sospetto di un’eventuale creazione di un sistema di potere, di clientele e di personalismi compiacenti. Il Comune ha costruito un nicchiario con i soldi della prevendita dei costruendi loculi e, pertanto, i cittadini risultano assegnatari del costruendo nicchiario sin dal lontano 2003…..A partire pertanto dalla consegna di detti loculi, è stato disposto l’utilizzo dei…

Leggi tutto »

Riceviamo e pubblichiamo

“Ad una mia richiesta di chiarimenti sulla questione cimiteriale del Comune Acerra, apprendo con stupore dal periodico d’informazione Oblò che a rispondere con un diffamatorio attacco personale nei miei confronti, arriva la risposta del dirigente del settore, tale Dr. Annunziata. Eppure la mia richiesta era stata presentata nei modi dovuti e nell’esercizio del diritto-dovere di Consigliere comunale, secondo il principio di legalità, trasparenza ed equità. La risposta non è arrivata dalla politica, a cui anche era rivolta la mia richiesta, ma da un dirigente, dipendente del Comune e nominato dalla passata amministrazione Marletta. La mia richiesta tendeva ad ottenere dei chiarimenti in merito alla questione assegnazione dei loculi e quant’altro riguardava, in generale, la questione cimiteriale. Questione a me poco nota, fino a quando non mi è capitata la triste occasione di un lutto familiare. In tale occasione il dirigente del Comune, alle mie richieste di chiarimenti riguardo la possibilità di scegliere quale loculo si potesse avere in concessione, dopo un primo momento di smarrimento e di irritazione, forse perché poco abituato a sentirsi rivolgere domande, che ritengo del tutto normali, non ha fornito, alla presenza di un altro Consigliere comunale, nessuna risposta convincente, a meno che non si vogliano ritenere convincenti risposte quali: sono disponibili solo i loculi al 6° livello da terra, a circa 5 metri da terra! Quando gli si chiede perché mai solo questi e se gli altri siano stati già assegnati, ed ancora di vedere gli atti di assegnazione, il dirigente risponde che non è tenuto a dare risposte e che i loculi non ci sono…e che tutto ciò non gli riguarda… e se proprio lo vogliamo sapere, c’è solo quello che ci è stato dato. Non esibisce nessun atto, né fornisce in conclusione nessuna spiegazione alle diverse domande che gli rivolgo. Ripeto, in presenza di un altro Consigliere. A queste dichiarazioni rimaniamo esterrefatti e pensiamo che qualcosa non quadri, poiché non avevamo chiesto uno diverso da quello avuto; piuttosto come si poteva capire, che non ci sono altri  loculi? Come si fa a vedere che il 4° è occupato ed il 2° è libero? Queste erano le domande. Mi sono rivolto al Sindaco ed al Vice-Sindaco e ad altri ancora, ma nessuno di loro mi ha saputo dire quanti loculi sono a…

Leggi tutto »

Gli alunni del II Circolo didattico incontrano il Sindaco a scuola e parte un’iniziativa

Si trasformeranno in Sindaco e Vigile Urbano per un giorno, nonostante frequentino ancora le scuole elementari, per vivere direttamente il rapporto con l’amministrazione comunale. Un modo ed un gioco, affinché osservino dal vivo il lavoro, di chi è impegnato ogni giorno nella gestione del Comune. L’iniziativa è stata promossa dal Sindaco T.Esposito, al quale gli alunni del II Circolo didattico avevano inviato una lettera-appello sui loro disagi e sui loro desideri, di poter vivere in una realtà più sana e più a misura di bambino. L’incontro è avvenuto lo scorso 9 marzo nella scuola di via dei Mille con i bambini della IV – sezioni A e B, alla presenza oltre del primo cittadino, dell’Assessore all’Istruzione I.Verone, delle insegnanti A.Liguori, C.Riemma e M.Ferone e del rappresentante dei genitori D.Mauriello. Nella lettera al Sindaco vi sono una serie di richieste. “Le manifestiamo – scrivono gli scolari – un nostro grande disagio: siamo stanchi di andare in giro per i centri commerciali, vorremmo uno spazio tutto per noi, dove poterci incontrare, attrezzato per giocare, passeggiare. Sì, uno c’è già, ma è piccolo e purtroppo rovinato. Sentiamo spesso un bruttissimo odore, in particolare di sera ed i nostri genitori non riescono a capire cos’è. E poi cosa è successo con la raccolta differenziata? Non è più necessaria? Noi abbiamo diritto di vivere in un ambiente sano. Abbiamo un grande sogno da condividere con voi grandi, vogliamo che Acerra sia valorizzata, che ci siano più strutture per tutti, strade senza fossi, marciapiedi sui quali camminare e tanta educazione e rispetto reciproco. Di solito i grandi ci dicono che non cambierà nulla, ma noi non smettiamo di essere fiduciosi. La prima sfida la vinceremo, se lei ci permetterà di decidere con i grandi che contano nella nostra cara città”. La fascia tricolore ha raccolto la sfida, promuovendo l’operazione «Sindaco e Vigile per un giorno». Nel sostenere che diversi progetti sono in fase di realizzazione e altri programmati, Esposito inviterà i bambini al Comune, perché si rendano conto del lavoro degli amministratori.

Leggi tutto »

Al Ristorante “La Lanternina” protagonisti Fabio Brescia e la buona cucina

Cena spettacolo, quella dello scorso 4 marzo, al Ristorante-Pizzeria “La Lanternina”, sito ad Acerra alla via Vitt.Veneto, 69. Una serata trascorsa tra buona cucina, divertimento ed allegria dai buongustai e dagli amanti del cabaret, grazie al titolare dell’attività commerciale, Vincenzo Feldi che, coadiuvato dai suoi collaboratori, ha trasformato in un’ottima cena il menù, che aveva proposto alla sua clientela per la suddetta serata, pubblicizzata da vari mezzi di comunicazione e che ha avuto in Fabio Brescia e nel personaggio simbolo da lui interpretato, “Deborina” il momento clou dell’intero evento. Tra i tavoli, ai quali sedevano non solo nostri concittadini, ma anche avventori provenienti dai Comuni limitrofi, si è aggirata la star di radio Marte che, con un linguaggio molto colorito ed un uso di vocaboli non certo raffinati ed eleganti, ha raccontato e cantato episodi di vita comune, improntati all’esagerazione ed alle battute triviali, comunque di quelle consentite. Un’ora quasi di spettacolo, che ha fatto da ponte tra la prima e la seconda parte della cena, che anche questa volta è stata preparata con la formula della bontà dei prodotti utilizzati, unita ad un buon servizio offerto alla clientela ed alla vasta gamma di pietanze proposte, com’è nello spirito del titolare del locale. Il noto artista, che sta conoscendo un momento di grosso successo e che è molto richiesto per serate, eventi ed occasioni varie, con la sua oratoria coinvolgente, ha dato vita ad una performance molto seguita ed inframmezzata dagli applausi del pubblico. Proposti alcuni degli sketch cabarettistici da lui realizzati e raccolti nel cd che ha realizzato e che stanno facendo la sua fortuna. Parrucca dai capelli rigidamente biondi e ricci, gonna e calze alla Pippi calzelunghe e scarpe femminili, hanno costituto il look di una delle voci radiofoniche più seguite su radio Marte. Alla fine foto ricordo per tutti, mentre il dolce ed il caffè chiudevano le pietanze gastronomiche consumate durante la cena spettacolo. Un’organizzazione curata nei minimi particolari, l’opportunità di trascorre una serata alternativa e la possibilità di avere in un locale della propria città un personaggio dello spettacolo, sempre impegnato nei suoi show di varietà hanno riscontrato l’indice di gradimento dei banchettanti, mostrato ed esternato con complimenti ed apprezzamenti  rivolti al titolare, nonché chef del noto locale e all’intero suo staff di collaboratori….

Leggi tutto »
eXTReMe Tracker