Home » Attualità

La signora Margherita e la festa dei suoi primi 104 anni di vita

L’avevamo preannunciato lo scorso 13 marzo, in occasione dei festeggiamenti del 100° compleanno della signora Giovanna Piscitelli, residente nella frazione di Pezzalunga (e poi purtroppo deceduta alcuni giorni fa), ossia che il giorno 18 maggio 2010 un’altra nostra concittadina, residente a via Zara, avrebbe festeggiato un compleanno ultracentenario. Ed in effetti così è stato. Infatti, nel giorno del suo compleanno, sono state ben 104 le candeline che la signora Margherita Liberti ha spento. “Ringrazio tutti coloro, che si sono adoperati per organizzare questa festa in mio onore e che sono intervenuti per farmi gli auguri e per farmi sentire il loro affetto. Sono davvero felice e commossa”. Queste le parole dell’ultracentenaria, che ha tagliato l’invidiabile e storico traguardo dei 104 anni. Presente anche l’ex fascia tricolore Michelangelo Riemma ed il Sindaco Tommaso Esposito, che a nome suo e dell’intera amministrazione comunale ha donato fiori ed una targa ricordo alla signora Liberti. “Sono traguardi che aiutano l’intera comunità ad unirsi e ad essere più ottimista – affermava il primo cittadino – poiché si verificano, tra l’altro, in un contesto di sofferenza ambientale, di cui è pervaso il nostro territorio”. Madre di 2 figli e nonna di 10 nipoti, la signora Margherita gode di discreta salute ed è incredibilmente autosufficiente. Ed ha seguito tutte le fasi dei festeggiamenti, dal brindisi al taglio della torta preparata per l’occasione. Foto ricordo della nonnina nata ad Acerra con amici e parenti non sono di certo mancate. Vita lunga, dunque, alla signora Margherita che, piacendo a Dio, potrebbe festeggiare altri compleanni, di cui vi riferiremmo volentieri.

Leggi tutto »

Successo per la manifestazione delle auto e moto storiche

Lo scorso 24 aprile hanno sfilato lungo le strade della nostra città auto e moto, che hanno fatto epoca. La sfilata delle due ruote e delle automobili storiche ha riscosso un buon successo. Molte sono le persone, infatti, che l’hanno seguita, riservando applausi ai modelli del passato e a chi li guidava. La Manifestazione è stata organizzata dall’Associazione Club A.M.S. presieduta da Giovanni Laudando, la cui famiglia ha dedicato moltissimi anni alla passione per le auto e le moto storiche. L’iter del percorso si è concluso nel Castello baronale, dove i cittadini hanno osservato da vicino i vecchi esemplari.   Antonio Puzone

Leggi tutto »

La Pigotta protagonista dell’iniziativa di solidarietà promossa dall’Amministrazione cittadina

Si è svolta presso il teatro Italia il giorno 24 maggio la manifestazione denominata: “Acerra città dei bambini e delle bambine. Ogni Pigotta adottata è una vita salvata”, promossa dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Tommaso Esposito e, nello specifico, dall’Assessorato alle Politiche Scolastiche e Sociali, retto dall’Assessore Immacolata Verone. “Anche quest’anno non è mancata l’attenzione dell’Amministrazione locale verso l’infanzia ed i giovani – dichiara l’assessore – per favorirne la crescita armonica, in rapporto con l’ambiente umano, culturale e naturale ed aderendo al progetto Uniti per i bambini, sottoscritto con l’Unicef e con l’Anci. Un’adesione che impegna a promuovere iniziative, che mirino a rispettare la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e a favorire ed accrescere la conoscenza ed il rispetto del territorio, con particolare riferimento ai temi di natura culturale e socio-ambientale, a partecipare a campagne di sostegno al Diritto alla salute, all’istruzione dei bambini del Sud del mondo. Il sostegno dato al progetto Ogni Pigotta adottata è una vita salvata – conclude Verone – ha consentito di ampliare il cerchio della solidarietà. Infatti le bambole sono state realizzate dagli studenti delle scuole cittadine, dalle nonne, dai diversamente abili e da tanti volontari. La Pigotta, in dialetto lombardo, che corrisponde alla nostra “Pupata”, è la tradizionale bambola di pezza fatta a mano, con cui hanno giocato tante generazioni e che sono state consegnate ai bambini ed alle bambine acerrane nati nel 2010”.   Angelo Rega

Leggi tutto »

Progetto “Più Europa”: gli interventi previsti illustrati dall’Assessore Falco

Novità in vista per la riqualificazione urbana della nostra città attraverso il progetto “Più Europa”, che porterebbe nelle casse comunali 30 milioni di euro, anche per il rifacimento del quartiere Spiniello. Una serie di incontri nella maggioranza hanno definito gli ambiti d’intervento all’interno del rione periferico. Le opere da realizzare si dividono in 4 aree: La città sicura, che prevede il parco urbano di relazione, interventi di messa in sicurezza dei percorsi pedonali e viabilità di connessione carrabile e ciclopedonale, la riqualificazione degli spazi esterni al IV Circolo Didattico e la manutenzione straordinaria allo stesso plesso scolastico. Il secondo ambito riguarderà “Il Cuore della città”, con la realizzazione della piazza del mercato, di un centro socio-culturale ed il mercato rionale. Il terzo intervento prevede la costruzione della “Città della scuola”, un campus scolastico dell’obbligo. Infine la “Città ed il territorio”, con una sezione didattica del museo della cultura contadina dell’agro acerrano. L’area di intervento misura circa 85 ettari ed è caratterizzata da un sistema complesso e molto spesso confuso, di residenze e spazi abbandonati e da un sistema più vasto di aree libere, in parte destinate all’agricoltura. La costruzione di civili abitazioni non è stata accompagnata negli anni dalla realizzazione di infrastrutture necessarie, in grado di riequilibrare il consistente carico urbanistico dovuto ai nuovi insediamenti. Lo Spiniello è abitato principalmente da residenti provenienti da Napoli o dai Comuni limitrofi, che hanno sviluppato quel senso di “estraneità” ai luoghi. Allo stesso tempo il Piano Urbanistico Comunale, nell’ambito del progetto di riqualificazione delle periferie, prevede comparti di ristrutturazione urbanistica finalizzati al recupero urbano ed alla creazione di nuove infrastrutture. “Nell’attuale situazione – spiega l’Assessore all’Urbanistica Enzo Falco – il disordine del quartiere e l’insufficiente dotazione di infrastrutture penalizzano fortemente il territorio, anche da un punto di vista della rendita fondiaria ed immobiliare e dalla capacità di attrarre insediamenti privati. La logica dei comparti perequati previsti dal Puc – prosegue Falco – non può che favorire il meccanismo d’attuazione degli interventi previsti dal Più Europa, in quanto prevede la cessione gratuita al Comune del 70% del comparto per la realizzazione di infrastrutture. E’ del tutto evidente che tale criterio consentirebbe al Municipio di risparmiare una quota consistente degli espropri, che nell’ultima ipotesi risulta largamente sottostimata. E’ necessario, quindi, in sede di…

Leggi tutto »

Ma le scuole cittadine sono conformi alle normative sulla sicurezza?

Quello della sicurezza nelle scuole è di certo un argomento delicato e che interessa migliaia di persone, tra alunni, genitori, operatori scolastici e figure istituzionali. E chi ha deciso di volerci vedere chiaro nelle ultime settimane, è il Consigliere comunale Alfonso Maria Liguori (Pdl), come si evince dalle lettere protocollate al Sindaco Esposito, al Dirigente comunale ai Lavori Pubblici Arch.C.Martone e dall’esposto presentato presso la locale stazione dei Carabinieri lo scorso 30 aprile. La richiesta del componente la Pubblica Assise ha per oggetto le “Certificazioni in merito alla sicurezza nelle scuole di Acerra: richiesta di sopralluogo e verifica urgente” e veniva presentata il 14 aprile scorso, a seguito della limitata documentazione rilasciata allo stesso due giorni prima dal suddetto Dirigente. Liguori, infatti, aveva chiesto copia delle certificazioni in materia di sicurezza ed agibilità di tutte le scuole, come già richiesto in Commissione Politiche scolastiche, di cui è componente. Il 12 aprile, appunto, il Dirigente della V Ripartizione inviava copia delle certificazioni in possesso del Comune, che per tutti gli edifici scolastici, si limitavano alle sole certificazioni I.S.P.E.S.L. della caldaia, per la prima accensione e a null’altro. “Considerato che la maggioranza degli edifici scolastici di Acerra è stata realizzata da oltre 40 anni – spiegava Liguori – e tenuto conto che Acerra è classificata come zona a rischio sismico, chiedo che sia effettuato con urgenza un sopralluogo tecnico in tutti gli edifici scolastici, allo scopo di relazionare sullo stato della sicurezza, delle certificazioni antisismiche, dell’agibilità, del Cpi e della sicurezza degli impianti, ecc. Tale relazione è propedeutica alla definizione di un piano di intervento economico, atto a risolvere la grave carenza e consentirà allo scrivente di poter relazionare in Commissione con dati certi e programmare gli interventi più urgenti. Considerato che il sopralluogo potrà essere un modo essenziale per prevenire incidenti – concludeva la lettera – e cautelare l’incolumità degli studenti e delle risorse umane, chiedo che la mia richiesta sia trattata con la massima urgenza”. Non avendo avuto riscontro alle proprie richieste, il Consigliere trasmetteva gli atti al Comandante dei Carabinieri Maresciallo V.Vacchiano ed al Comando dei Vigili del Fuoco territorialmente competente. Già a settembre dell’anno scorso l’esponente di centrodestra aveva chiesto agli Enti preposti di effettuare i dovuti controlli nell’ambito delle ordinarie procedure igienico-sanitarie e di procedere…

Leggi tutto »

La replica dell’Assessore Immacolata Verone sulla questione sicurezza scolastica

Interpellato in merito alla questione sicurezza scolastica, l’Assessore al ramo Verone dichiarava: “Il problema della sicurezza scolastica è stato affrontato con molta decisone dall’Assessorato che rappresento e dall’Arch.Martone, Dirigente comunale ai Lavori Pubblici, di cui riconosco il lavoro svolto e l’impegno profuso nella graduale risoluzione delle molte problematiche che interessano le strutture scolastiche. E ciò perché intervenire a tal proposito attraverso interventi di riqualificazione e di messa in sicurezza degli edifici scolastici è un segno di civiltà e di rispetto per l’intera comunità. Gli alunni, infatti, trascorrono la maggior parte dell’anno solare in una classe, che dev’essere quindi accogliente, sicura e dignitosa. Anche se la sicurezza scolastica è una problematica che interessa l’intero territorio nazionale, localmente l’ho ritenuta primaria e da affrontare con senso di responsabilità. E non è certo di ausilio il Governo nazionale, che ha proceduto ai tagli ai fondi destinati alla scuola, creando non pochi problemi agli Enti locali, che devono garantire anche il rispetto delle normative sulla sicurezza degli istituti scolastici e che devono avere progetti comunali redatti, per poter accedere ai mutui. Pertanto – proseguiva l’Assessore – l’edilizia scolastica dovrebbe essere considerata un’infrastruttura primaria, al pari delle strade e dei ponti. I lavori, inoltre, che abbiamo iniziato o completato nelle scuole, sono stati pianificati anche coi Dirigenti scolastici, per non condizionare l’attività didattica e la sicurezza degli alunni, che hanno diritto allo studio. Per quanto concerne le verifiche sismiche, dopo il nostro insediamento abbiamo trovato un incarico affidato all’Università “Federico II”, il cui lavoro si è limitato ad un’analisi del materiale che compone le strutture. Un primo passo che impone all’attuale amministrazione comunale di individuare un fondo per le conseguenti verifiche. Ad oggi possiamo dire che il lavoro svolto ha portato ad avere una certificazione ISPESL degli impianti termici di tutte le scuole”. Il componente l’esecutivo del Sindaco Esposito elencava poi una serie di interventi svolti o in corso di svolgimento presso i plessi scolatici cittadini e nello specifico: l’adeguamento degli impianti elettrici al 3° e 4° Circolo Didattico e alla scuola media Capasso; un intervento alla stessa scuola media che ha prodotto il certificato di prevenzione antincendio; altri CPI che sono stati rilasciati e che hanno attivato i lavori alla scuola Caporale, mentre sono in gara quelli per i Circoli didattici comunali….

Leggi tutto »

Giovani talenti di Acerra

L’acerrano Francesco Esposito di 15 anni, ha partecipato sabato scorso al “festival” dei cantanti-baby, alla trasmissione “Ti lascio una canzone”, condotta su Rai Uno da Antonella Clerici. A Francesco, che frequenta la Ragioneria, il Sindaco e l’Amministrazione comunale hanno scritto una lettera, augurando al ragazzo soddisfazioni e successi. Il Comune, inoltre, ringrazia “tutti quegli acerrani che, in tutti i campi, dal sapere alle professionalità, contribuiscono ad affermare la nostra comunità nella vita del Paese”.

Leggi tutto »

Accolte nel Duomo le spoglie di Rossella Petrellese “Serva di Dio”

Un corte di oltre 300 tra fedeli, amici e parenti lo scorso 24 marzo accompagnava le spoglie di Rossella Petrellese da via Soriano, dove la ragazza abitava con la famiglia fino alla Cattedrale del Duomo, che a stento riusciva poi a contenere i tanti cittadini accorsi per partecipare alla celebrazione della messa solenne, officiata dal Vescovo Mons.Giovanni Rinaldi. «Non c’è niente che dia gioia come l’amore di Dio». L’epigrafe è scolpita nel marmo bianco del sarcofago, che ha accolto nella cattedrale le spoglie della nostra concittadina, Serva di Dio da febbraio dell’anno scorso, ma in attesa di una possibile beatificazione. Ad autorizzare la esumazione della giovane, nata il I aprile del 1972, a distanza di 16 anni dalla sua morte ed alla traslazione dei resti nella Cattedrale, è stata la Congregazione delle cause dei Santi lo scorso 15 febbraio in una lettera indirizzata al Vescovo Rinaldi. La sua è stata una vita di sofferenza con l’unico conforto in Gesù. La morte della ragazza si ebbe il 18 settembre del 1994 all’età di 22 anni, a seguito di un delicato intervento chirurgico negli Stati Uniti, che doveva alleviarle le sofferenze a cui era sottoposta fin dalla nascita. Intanto la sua fama attirava ormai da tempo folle di fedeli sparsi ovunque. E non solo in Italia, ma anche in Uganda, Perù, a New York e persino a Nazareth, nel cuore della cristianità. E sulla sua tomba nel cimitero di Acerra, fino a quando non è stata esumata, sono stati in molti a pregare e a chiedere grazie. “Come quel Padre Pio disprezzato dagli intellettuali, ma ricercato dalla gente semplice, così la piccola Rossella, inerme e disabile, ci insegna a confidare in Dio. Appartiene alla categoria dei Santi Mistici – ha spiegato nella sua omelia Monsignor Rinaldi. – La sua vita è un microcosmo del mistero pasquale e la croce sta al centro della sua vita. Ella, come Gesù, ha attraversato il venerdì santo della sofferenza, fino a rasentare la disperazione. Il mistero della croce l’ha profondamente segnata per venti anni. Il suo diario fin dal 1992 è lo specchio del suo smarrimento spirituale. E, come tutti noi, ha cercato di espungere la sofferenza dal suo orizzonte. Poi, giunta alla vetta dello smarrimento nel 1992, negli ultimi due anni della sua…

Leggi tutto »

Ad Acerra l’associazione auto-moto storiche, fondata dalla famiglia Laudando

Erano gli anni 50, quando la famiglia Laudando diede vita alla sua passione per i motori sia delle auto che delle moto. Una passione che è arrivata fino ai giorni nostri, raccolta oggi dagli eredi di detta famiglia, che ha preservato intatto lo stesso spirito e amore. L’Associazione ha per scopo principale quello di sostenere la promozione della motorizzazione d’epoca italiana; organizzare e partecipare a raduni, sfilate, manifestazioni e fiere di settore. Il Club ha la sua sede nel cuore del centro storico di Acerra ed esattamente  in via S.Cuono, 53. Attualmente il Club conta numerosi soci ed iscritti ed è in continua espansione, ha un proprio sito internet consultabile all’indirizzo www.automotostoricheacerra.com, attraverso il quale i soci vengono informati delle attività del Club, uscite domenicali, incontri infrasettimanali, raduni. Inoltre si può interagire con altri, per chiedere consigli, pareri, opinioni. Le attività vengono prestabilite e coadiuvate dallo staff del Club. L’associazione si fonda in particolare sulla libertà di adesione dei soci e la sua attività si prefigge di perseguire, tra l’altro, l’amicizia, il rispetto delle persone e degli ambienti, la lealtà e la passione per  quello che si fa. Il Club offre ai soci iscritti la possibilità di partecipare a tutte le attività del Club, di iscriversi al registro storico delle auto e delle moto e di assicurare gli stessi con risparmio notevole. E già sono molte le adesioni di appassionati e proprietari di veicoli d’epoca, che dalle altre province della nostra Regione si sono iscritti al Club acerrano. Il Club ricorda a chiunque abbia un’auto o una moto, che abbia superato i 20 anni, che provvederà al disbrigo delle pratiche inerenti all’esenzione della tassa di possesso, all’iscrizione ASI ed alla stipula di assicurazioni singole e plurime in sede.                   Antonio Puzone

Leggi tutto »

Saranno rimossi i vincoli per gli edifici costruiti nelle zone “R-Rispetto”?

E’ stata la Giunta comunale, guidata dal Sindaco Esposito, lo scorso 25 marzo, a proporre al Consiglio comunale, attraverso la Delibera n.38, un atto di indirizzo in materia di condono edilizio in merito all’art.32 comma 1 della legge 47/85. La relazione istruttoria dell’atto amministrativo è stata redatta dal Dirigente all’Urbanistica Arch.M.Santoro, al quale il primo cittadino, attraverso apposito Decreto sindacale del 26 marzo scorso, ha prorogato l’incarico fino al 31 marzo 2013. Un provvedimento che ha suscitato polemiche tra alcune forze politiche cittadine e non solo e che era stato osteggiato pubblicamente dal Vicesindaco A.Crimaldi il quale, in piena campagna elettorale quale candidato alle regionali, aveva dichiarato che una simile decisione di riconferma dell’incarico al Dirigente, comportava un’assunzione di responsabilità da parte della fascia tricolore e metteva in discussione il ruolo dell’UDC in seno alla maggioranza. Intanto Santoro nella relazione scrive: “Negli ultimi anni, pur con un organico sottostimato rispetto alle effettive necessità, si è dato un notevole impulso alla definizione delle pratiche. Infatti dal I gennaio 2006 ad oggi sono stati rilasciati circa 700 provvedimenti abilitativi in sanatoria. Occorre fare di più e meglio ed è necessario, al fine di velocizzare i procedimenti, affrontare alcune questioni attinenti il particolare regime vincolistico di alcune zone del territorio comunale ed in particolare nelle zone classificate nel PRG vigente come “R-Rispetto”. La città è dotata di un Piano Regolatore Generale approvato il 26.10.1982. Il PRG individua – prosegue il tecnico – una serie di aree, che vengono classificate come zone R disciplinate dall’art.2 delle Norme Tecniche di Attuazione che recita: Destinazione d’uso: rispetto infrastrutturale, cimiteriale, urbanistico programmatico. In tale zona è vietata ogni costruzione anche se a carattere provvisorio. Gli eventuali edifici esistenti, ricadenti nell’ambito di tale zona, sono vincolati con le seguenti prescrizioni: è consentito il risanamento statico ed igienico con ristrutturazione funzionale nel rispetto della forma volumetrica, delle superfici e del numero dei piani esistenti. Nel caso di demolizione l’area risultante è inedificabile. Con tale disposizione normativa si procedeva a sottoporre a vincolo di inedificabilità assoluta ampie porzioni del territorio comunale per effetto sia dei vincoli sovraordinati, derivanti da leggi e regolamenti nazionali, sia di un vincolo definito di carattere urbanistico-programmatico apposto dal Comune. In generale è utile specificare che i vincoli di piano regolatore, ai quali si…

Leggi tutto »
eXTReMe Tracker