Tromba d’aria si abbatte su Napoli e provincia, interessata anche Acerra

Un violento temporale, accompagnato da una vera e propria tempesta di fulmini, si abbatteva su Napoli e provincia dalle 4.00 del mattino dell’8 luglio scorso. Il maltempo era accompagnato da una serie ravvicinata di lampi e di tuoni, che svegliavano di soprassalto tante persone e da raffiche di vento molto forti. Non mancavano i crolli degli alberi soprattutto sul nostro territorio comunale, dove molte strade periferiche restavano interdette alla circolazione veicolare.

Ad intervenire per primi, per mettere in sicurezza i luoghi e per occuparsi della viabilità erano gli agenti del Comando della Polizia Municipale ed il personale della ditta Tekra, intervenuta con i suoi mezzi disponibili. Ed impiegava poco a propagarsi il tam tam sui social, che venivano presi d’assalto. E’ non mancava, chi era seriamente preoccupato, tanto da scrivere:

“Sembra una tromba d’aria, si sente volare di tutto”. “E’ la fine del mondo”. E chi invece, vista la siccità delle ultime settimane, la prendeva come “Una boccata d’ossigeno della natura”. Gli alberi naturalmente erano i maggiormente colpiti, con alcuni di essi alti svariati metri sradicati ed abbattuti dalla furia del vento.

In alcuni quartieri si verificava anche una temporanea interruzione dell’erogazione dell’energia elettrica, mentre sui social si condividevano le foto dei disastri, tra cui persiane smontate dalle forti raffiche di vento, tende lasciate aperte fatte a brandelli e spazzate via, rifiuti solidi urbani trascinati a centinaia di metri di distanza.

Peggio andava anche a qualcuno, che aveva addirittura dimenticato i panni stesi ad asciugare fuori.

Molti commentavano che tutto ciò, per fortuna, si era verificato durante la notte, con nessuno in strada, altrimenti ci sarebbe stato anche pericolo per l’incolumità delle persone, dal momento in cui volavano in strada suppellettili dalle balconate dei palazzi e pezzi di intonaco e di cornicioni, staccatisi dagli stessi. Alcune strade, tra cui via San Gioacchino, via Sannereto e Corso Vittorio Emanuele risultavano allagate in diversi punti, ma la situazione tutto sommato era sotto controllo, con i Vigili del Fuoco che intervenivano, là dove era stato più necessario.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker