D’Errico rifiuta il confronto: il duo Piatto-Auriemma lo attaccano. Ma la storia fa giustizia di entrambi

In occasione delle elezioni amministrative del 12 giugno prossimo il duo Piatto-Auriemma, a seguito dell’annuncio del candidato Sindaco della coalizione Centro,Sinistra, Dott.Tito D’Errico, di non voler sostenere alcun confronto con gli altri candidati alla carica di primo cittadino, attraverso un comunicato stampa congiunto, scrivevano:

“Capisco l’imbarazzo di Tito d’Errico, ad accettare il confronto – commentava il candidato sindaco di “X Acerra Unita” Andrea Piatto – ma i cittadini hanno il diritto di verificare le effettive proposte e qualità, di chi si candida a governarli. E’ una questione di elementare democrazia. Un autentico democratico non si sottrae e spero ci ripensi: è nel suo stesso interesse, dimostrerebbe di vivere di luce propria, smentendo di essere un mero esecutore di ordini. Ripeto, se necessita, può anche farsi accompagnare“.

Una caduta di stile che non merita alcun commento! Invito poi ripetuto anche attraverso un breve video-show, nel quale appaiono la Co-sindaca grillina (ormai quasi del tutto spogliata di quella personalità e di quella considerazione, che un tempo avevano di lei i cittadini non allineati, come ama definirli lei) e l’ex artigiano del dolce. Che questa volta, però, il microfono glielo apre, non glielo chiude, come fece il 27 maggio del 2020!

“Noi non siamo per la continuità, per tanti motivi a partire dalla centralità della democrazia partecipata: la Città, in tutte le sue manifestazioni, ci sollecita ad una maggiore partecipazione. Del resto è il sale della democrazia. Rifiutare il confronto pubblico, è dire No a questa sua richiesta” – chiariva l’ex nemica delle accozzaglie elettorali Carmela Auriemma.

Ma è noto a tutti il famoso detto: “Chi di spada ferisce, di spada perisce”. Infatti basta rivisitare le amministrative del 2017, quando proprio la portavoce pentastellata (allora candidata Sindaco), convinta sostenitrice dei confronti pubblici, veniva accusata dal suo nuovo leader politico, al secolo Piatto, “di sfuggire ai confronti pubblici, dopo averli chiesti e dopo averne ottenuto anche la disponibilità”!! Infatti l’ormai ex presidente del Civico consesso, già allora elemento di spicco della lista Democratici per Acerra, senza alcun tentennamento, scrisse:

“La candidata del Movimento 5 Stelle prima dai palchi mi cita (unico tra circa 500 candidati consiglieri) e mi chiede un confronto pubblico. Ma quando mi rendo disponibile, fugge.

Ovviamente la candidata dei Cinquestelle è abituata a cambiare idea. Infatti prima ha valutato la candidatura di AlternativAcerra, poi vi ha rinunciato, accettando quella del Movimento 5 Stelle, di cui è stata fortemente critica, non lesinando giudizi assai pesanti, sia sulle modalità di selezione della classe dirigente, sia sul tema dei rimborsi, nonché per la gestione privatistica di un movimento fintamente democratico.

Prendendo atto della rinuncia di Auriemma – precisò Piatto – e l’attendo in Consiglio comunale. Li vedremo cosa ha da dire”.

 

Joseph Fontano

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker