A.A.A. panchine cercasi. A piazza Soriano sparite le panchine e cittadini costretti all’impiedi!

“Vorremmo che la manutenzione del verde pubblico fosse sistematica ed in linea con il mutamento delle stagioni e non che si intervenga, solo quando l’erba delle aiuole è molto alta. Anche perché accade, che alcuni rifiuti non raccolti restino occultati tra l’erba alta.

Ma, soprattutto, che vengano ripristinate le panchine per poterci sedere e che, invece, dallo scorso 25 aprile, giorno in cui c’è stata la visita ad Acerra del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Festa della Liberazione, non sono state più risistemate. Questo ci costringe a restare in piedi o ad andare altrove”.

Erano queste le proteste verbali di alcune famiglie indirizzate, di recente, alla redazione del nostro giornale e che ci chiedevano di darne diffusione in modo che, chi di dovere, potesse ripristinare lo stato dei luoghi. Il riferimento, ovviamente, è a piazza Angelo Soriano, più comunemente nota anche come rione Gravina dove, secondo alcuni residenti e non, abituati a recarsi lì con i propri bambini, vista la presenza dei moduli ludici e delle giostrine, il disagio maggiore è rappresentato dall’impossibilità di potersi sedere e di condividere con gli altri momenti di socialità.

Soprattutto adesso che l’estate è alle porte e che le condizioni meteo sono favorevoli. Sembrerebbe che l’anomala situazione sia stata più volte rappresentata al personale della Polizia Municipale presente in zona. Ma invano. Oltre a ciò i frequentatori della piazza lamentano l’assenza di impianti di videosorveglianza, che garantiscano una migliore sicurezza sociale dell’area, che resta un punto di ritrovo urbano storico ed un deterrente contro gli atti vandalici compiuti ai danni dei moduli ludici. Così come chiedono un ammodernamento degli impianti di illuminazione pubblica.

“Il rischio è che si procede alla riqualificazione di alcune aree cittadine – afferma Domenico – dove sono stati sistemati anche i giochi per bambini e dove sono stati spesi migliaia di euro e, contestualmente, si trascurano altre zone di Acerra, che finiscono preda dell’incuria e del degrado”. L’area, inoltre meriterebbe di essere sottoposta ad un’azione di derattizzazione, vista la presenza di topi ad ogni ora del giorno.

Oltre a ciò alla vigilia della visita del Capo dello Stato è stata totalmente rimossa la recinzione in ferro, che circondava l’intero perimetro della piazza e che era un deterrente, ad un eventuale ‘immissione’ dei più piccoli verso la sede stradale.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker