Il Consiglio comunale riconosce la somma di 385 mila euro alla società “Agri Liburia srl”

Durante il Consiglio comunale dello scorso 29 aprile (l’ultimo prima delle elezioni del 12 giugno prossimo), convocato in presenza e trasmesso in streaming con la possibilità, per i Consiglieri, di collegarsi da remoto, per partecipare alla seduta, veniva posta in votazione anche la Delibera di Giunta n.65 del 07.04.2022, avente ad oggetto il “Riconoscimento del debito fuori bilancio società “Agri Liburia”. Sentenza del Tribunale di Nola n.150/2022. Proposta al Consiglio comunale”.

Atto amministrativo illustrato all’aula dall’Assessore Nicola De Matteis e che otteneva 13 voti favorevoli; 3 contrari e 2 astenuti. Nello specifico si trattava di corrispondere la somma pari a 384.331,42 euro alla società “Agri Liburia”, così come stabilito dal Tribunale nolano. L’iter del debito fuori bilancio che dovevano approvare, nella sua legittimità, i componenti del Civico consesso, è desumibile dalla suddetta Delibera di Giunta, approvata dall’esecutivo capeggiato dal sindaco Lettieri.

Infatti l’atto amministrativo recita, che era il luglio del 2015 quando il Comune, con atto di citazione, proponeva opposizione al Decreto Ingiuntivo n.1040/2015 emesso dal Tribunale di Nola, con il quale la società “Agri Liburia srl” ingiungeva al Comune il pagamento della somma complessiva di 395.518,50 euro, a saldo dell’indennità di espropriazione; a titolo di indennità di occupazione e a titolo di interessi legali maturati dal giorno di immissione nel possesso al pagamento dell’indennità, oltre spese ed interessi dalla domanda.

Tali importi erano relativi alla procedura espropriativa avviata in seguito al progetto esecutivo per lavori relativi al “terzo lotto funzionale del progetto generale del PIP – Opere infrastrutturali dell’area destinata ai Piani d’Insediamento Produttivi (PIP)”, di cui alla deliberazione di Giunta n.226/2006.

Si costituiva in giudizio la suddetta società la quale eccepiva, che oggetto del giudizio non era costituito dalla contestazione dell’indennità, ma unicamente dalla domanda di pagamento dell’indennità di occupazione, dovuta in applicazione dei criteri fissati dalla legge. Per tale motivazione chiedeva il rigetto dell’opposizione e la conferma del Decreto Ingiuntivo opposto.

Il Tribunale di Nola, al termine del giudizio, in data 24.01.2022, accoglieva parzialmente l’opposizione e, per l’effetto, revocava il suddetto Decreto Ingiuntivo e condannava il Comune di Acerra al pagamento in favore della Agri Liburia, dell’importo complessivo ammontante ad euro 384.331,42.

E quindi: visto che la sentenza della Corte del Tribunale di Nola n.150/2022 è stata notificata in forma esecutiva, il Consiglio Comunale doveva provvedere al riconoscimento dei debiti fuori bilancio derivanti da sentenze passate in giudicato o comunque esecutive ex lege.

La Pubblica Assise, inoltre, al fine di consentire la copertura finanziaria del riconoscimento di cui sopra, almeno per finanziare una parte della somma, ossia 333.677,97 euro, doveva variare il Bilancio del Tuel, come recata dal prospetto contabile, inserendo nelle voci di entrata e di spesa l’accensione di un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti.

Quello della situazione debitoria patita dal Comune che influisce, e non poco, sulla situazione economica-finanziaria dell’Ente comunale, è un aspetto, di cui devono tenere conto anche i candidati alla poltrona di primo cittadino ed al prossimo Consiglio comunale.

E’ ancora di attualità, ad esempio, una sentenza di grande rilevanza e di grande impatto, emessa dalla Corte d’Appello di Napoli l’8 febbraio 2022, ossia la n.494. Con essa il Comune è stato condannato a pagare all’Azienda Idrica del Comune di Napoli, ABC ex ARIN, la considerevole somma di 8.643.910,49 euro per effetto di precedenti decreti ingiuntivi derivanti da vecchie forniture idriche al Comune.

E questo perché da un lato, l’amministrazione firmava Delibere, che autorizzavano transazioni che, in realtà, non sono state mai concluse, mentre dall’altro procedeva con impugnative e ricorsi, senza neanche tener conto dei pareri legali dei consulenti del Comune, scaricando sul futuro di questa città enormi debiti.

 

Joseph Fontano

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker