Emergenza Covid, Riemma: “Il Comune garantisca tamponi e mascherine ai meno abbienti”.

Anche Acerra sta facendo registrare un numero elevato di contagiati al virus del Covid ed alle sue varianti e, secondo i dati più recenti, sono oltre mille i casi accertati in città. Sul tema è intervenuto Vincenzo Riemma, dirigente FDI, che dichiara:

“E’ noto che, da settimane, tanti cittadini formano lunghe code all’esterno delle farmacie, dei laboratori di analisi e del casello dei tamponi, alle prese con test rapidi, tamponi molecolari, acquisto di farmaci, mascherine, sanificanti ecc.

Purtroppo l’amministrazione comunale targata Lettieri, a dispetto dei suoi proclami pronunciati soprattutto in Consiglio comunale e relativi ad un Bilancio solido ed in attivo, tanto da poter accendere mutui, per effettuare lavori pubblici, non ha previsto alcuna forma di agevolazione e sostegno per le categorie meno abbienti e più fragili.

La città, pertanto, sta vivendo un momento estremamente delicato, che va gestito con lucidità e maturità da parte delle istituzioni locali. Ricordo – prosegue Riemma – che il sindaco è la massima autorità sanitaria cittadina e sul tema bisogna alzare l’attenzione e non abbassarla.

Lo stesso sito del Comune, alla pagina dedicata ai dati del Covid, fornisce informazioni sui contagi a singhiozzo. Quindi bisogna intervenire urgentemente, a tutela della fetta della popolazione più fragile, garantendo tamponi, mascherine, farmaci, saturimetri ed altri strumenti a chi ha meno.

Esistono tanti esempi di Comuni virtuosi e responsabili, che lo hanno fatto. Garantire tamponi gratis o a prezzi calmierati, oltre ad una funzione sociale, sarebbe un’azione di prevenzione ed incentivazione al controllo nei confronti, di chi percepisce il tampone come un costo e ci espone indirettamente ad un rischio focolaio.

Acerra merita una classe dirigente – conclude l’esponente di centrodestra – che abbia la capacità di programmare gli eventi e non subirli, altrimenti rischiamo di restare sempre due passi indietro rispetto ad altre realtà.

Bisogna uscire da questa fase, chiarendo con i fatti, che non esistono cittadini da serie a e di serie b. Adesso o mai più”.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker