Il Comando della Polizia Municipale dotato di un’armeria in cui i Vigili ripongono le proprie armi

Relativamente al Consiglio comunale di venerdì 29 ottobre, convocato in seduta ordinaria e trasmesso in streaming, di cui riferimmo sullo scorso numero e che ha sancito il passaggio tra le fila dell’opposizione del Consigliere di maggioranza Rossella Bruno, eletta nella lista Acerra Popolare, tra i punti all’ordine del giorno approvati all’unanimità dei presenti, c’era anche “l’approvazione del Regolamento per la disciplina dell’Armeria del Corpo della Polizia Municipale”.

Punto illustrato da Lettieri (tanto illustra tutto lui ndr), il quale diceva: “Sono già stato in Commissione, a relazionare rispetto a tale Regolamento. Ho avuto già modo di dire, che il Corpo dei poliziotti municipali si è incrementato in numero di uomini. Pertanto c’è una normativa nazionale, che disciplina anche l’armamento. Cito solo alcuni punti salienti che, secondo me, è utile conoscere.

La Polizia Municipale ha il suo ambito d’azione nel Comune, in cui opera. Pertanto gli stessi uomini della Polizia Locale, dotati di un’arma, non possono portarla con sé al di fuori del Comune.

Inoltre – proseguiva il sindaco – un’altra norma prevede, che se essi si assentano per 15-20 giorni dalla propria residenza, devono lasciare l’arma in armeria. Attualmente lasciano l’arma nella cassaforte del Comando.

Visto che vi sarà un incremento del numero dei poliziotti municipali, che ricoprono già la carica di agenti di polizia giudiziaria e di Pubblica Sicurezza e quindi delle armi, è utile dotare il Comando di un’armeria, nella quale si effettueranno tutte le operazioni relative alle armi. Questo è un Regolamento, che fa riferimento a quella che è la normativa nazionale di riferimento”.

Durante i lavori del Civico consesso, tra l’altro, c’erano state le lamentele avanzate dal Consigliere Paola Montesarchio che sottolineava, a proposito soprattutto dell’approvazione della variante al progetto del Parco Akeru come, “ancora una volta, ci fosse stato il mancato coinvolgimento dell’opposizione su di un progetto, di cui si sa poco, nonostante gli atti amministrativi approvati fino ad oggi.

Condivisione che è mancata anche durante la Commissione Politiche del Territorio che, convocata due giorni fa, è andata deserta. Non siamo messi al corrente dei vari iter del procedimento, perché manca il dialogo – aggiungeva Montesarchio – ma dobbiamo affidarci ai video, agli spot ed alle foto diffuse via social dal sindaco Lettieri.

Quando votiamo i provvedimenti, non è che poi abbiamo contezza, di ciò che sarà. Manca del tutto il confronto all’interno delle Commissioni dove valutare, studiare ed approfondire un progetto. Perché non lo si fa? E’ vero che il ruolo del Consigliere è ormai svilito, però consentitemi di dire questo”.

E sulla mancata condivisione degli atti amministrativi prodotti dalla maggioranza denunciata in aula dall’esponente del PD, il Consigliere Carmela Auriemma dichiarava, “di condividere quanto affermato dalla collega Montesarchio”. Ed aggiungeva:

“Neanche mezz’ora fa un Consigliere della maggioranza è passata all’opposizione, ponendo a base della sua decisione la mancata condivisione di progetti e di idee con la maggioranza. Figuriamoci se tale confronto c’è con l’opposizione!

Eppure abbiamo fatto i complimenti al sindaco circa il Parco Akeru, anche se non viene detto – precisava l’esponente pentastellata – che questi soldi posti alla base del progetto, sono stati recuperati a livello centrale dai cosiddetti tesoretti degli Enti locali, tra cui quello della Città Metropolitana di Napoli, che ha sbloccato con la Legge del 2019 quasi 400 milioni di euro. E Acerra fu uno dei Comuni, che presentò un progetto per l’assegnazione di questi fondi.

Quindi la mancata condivisione denunciata dalla collega Montesarchio mi dà l’impressione, che le statue di bronzo non ci siano solo nei parchi, ma anche in questo Consiglio comunale. Abbiate almeno la decenza su certe cose, come quando si parla del Piano Urbanistico comunale, che nessuno ha visto o condiviso in Commissione. A proposto: che fine ha fatto il Ruec?”.

 

Joseph Fontano

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker