Il Consigliere Auriemma annuncia: “Riapre la Mediateca della scuola di via Buonincontro”.

Sullo scorso numero riferimmo della nota, protocollata in data I.10.2021, con la quale il Consigliere comunale Carmela Auriemma chiedeva al sindaco Lettieri la riapertura in sicurezza della Mediateca comunale, sita presso il plesso scolastico di via Silvio Buonincontro, che risulta chiusa ormai da oltre un anno.

Sottolineando, nel contempo, l’importanza che il plesso ha per i giovani e per quello che essa può rappresentare, quale valido strumento per la crescita culturale e sociale dei giovani di Acerra, anche alla luce del momento storico, che stiamo attraversando. Ebbene, a distanza di una settimana, giungeva un comunicato stampa della stessa esponente pentastellata, in cui si legge:

Sono felice di annunciarvi la riapertura della Mediateca comunale di via Buonincontro già il prossimo mese di novembre. Avevo segnalato, nei giorni scorsi, all’amministrazione comunale il disagio, che stava creando a centinaia di ragazzi la chiusura, da circa un anno, di uno dei pochi spazi aggregativi e funzionali della città.

Adesso registriamo l’annuncio dell’amministrazione cittadina nel corso di un evento, tenutosi presso il Castello dei Conti, che comprende anche la riapertura della Biblioteca comunale che, di fatto, sana una mancanza perpetuata per mesi. Ma non è abbastanza. I mesi di chiusura delle attività economiche, sociali e culturali – prosegue il comunicato – hanno provocato alle famiglie, ed in particolar modo ai bambini ed ai ragazzi, danni gravissimi.

Pertanto è necessario intervenire a tutti i livelli istituzionali, affinché siano messi a disposizione gratuitamente strumenti di studio e di crescita per i nostri ragazzi. Perciò c’è bisogno di sovvertire un modello già carente ed è necessario, che Acerra rilanci un piano, volto a contrastare la povertà educativa, che si è acuita con la crisi economica.

Per questo, ringraziando l’amministrazione, per aver prontamente accolto la mia istanza, propongo per la prossima Variazione di Bilancio, di mettersi al lavoro per un piano d’intervento coraggioso, che coinvolga la città a più livelli, al fine di sovvertire un sistema attualmente iniquo e discriminatorio verso migliaia di famiglie”.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker