Tassa sui Rifiuti, scontro Auriemma-Lettieri. La maggioranza la riduce del 60% anche ai Vigili Urbani

Il Consiglio comunale di mercoledì 28 luglio, convocato in seduta ordinaria, in presenza con accredito ed in diretta streaming, andava deserto. Infatti l’impianto di climatizzazione presentava dei disservizi tali, da pregiudicare il corretto funzionamento degli apparati informatici ed audio della sala. La seduta si teneva così venerdì 30 luglio, in seconda convocazione.

Tra i punti all’ordine del giorno c’era anche la Delibera di Giunta n.116 del 02.07.2021 di proposta al Consiglio comunale, avente ad oggetto “l’aggiornamento della planimetria del Piano Regolatore Cimiteriale”. Delibera che alla fine sarebbe stata votata all’unanimità dei presenti. Atto amministrativo nel quale si legge:

“Dopo l’avvenuta programmazione del Cimitero, il Dirigente della IV Direzione emanava i conseguenti bandi per l’assegnazione dei lotti per l’edificazione delle Cappelle Gentilizie nel Civico Cimitero Nuovissimo in concessione ai privati. La risposta dei cittadini ha evidenziato uno scarso interesse per la costruzione di tali Cappelle e di questo lo stesso Dirigente ne ha dato notizia in data 01.07.2021.

Alla luce della comunicazione si è proceduto alla verifica della realizzabilità di un nuovo assetto dell’utilizzo dei lotti del Cimitero, più aderente alle esigenze dei cittadini e per questo si è proceduto alla verifica di quanto richiesto in conformità.

Rilevato che è possibile dare una risposta positiva mediante una diversa distribuzione delle aree cimiteriali esistenti, senza intaccare l’equilibrio del ciclo funerario, si è proceduto all’aggiornamento degli elaborati tecnici approvati”.

Il sindaco Lettieri, nell’illustrare l’atto (tanto illustra tutto lui ndr), diceva: “Più volte è stato aperto il bando per l’edificazione delle Cappelle, ma non sono pervenute richieste. E ciò rallenta anche la realizzazione dei sotto servizi nelle aree infrastrutturate. Dalla vendita dei lotti di terreno il Comune ricava fondi, per realizzare le infrastrutture. Quindi puntiamo ad edificare sarcofagi da sei”.

Visti anche gli atti amministrativi messi in votazione e relativi ai provvedimenti di carattere finanziario il Consigliere Carmela Auriemma, nel suo intervento, non mancava di sottolineare “come l’amministrazione comunale proceda, come se la pandemia non fosse mai esistita.

Infatti mi aspettavo fondi a favore delle fasce più deboli, con prezzi calmierati per tamponi o test rapidi, esenzione dal pagamento delle bollette dell’acqua, un supporto psicologico a favore di chi ancora paga le conseguenze, per aver contratto il Covid. Quindi le risorse economiche disponibili andavano riviste – aggiungeva l’esponente pentastellata – e calibrate all’attuale situazione pandemica. Da qui il mio voto contrario”.

Toni molto più aspri tra Lettieri ed Auriemma in merito alla Delibera di Giunta n.126 del 14.07.2021 di indirizzo al Consiglio comunale, avente ad oggetto “la modifica dell’approvazione del Regolamento sulla Tassa dei Rifiuti (Ta.Ri.)”, che alla fine avrebbe ottenuto 13 voti favorevoli ed 1 contrario (il Consigliere Auriemma). Con tale modifica la riduzione della Tari prevista per le Forze dell’Ordine, poliziotti municipali e poliziotti di Stato compresi, passa dal 50 al 60 %.

“Una scelta politica – ribadiva il primo cittadino – possibile perché gli Uffici hanno previsto riduzioni anche per altre fasce della popolazione; perché i cittadini fanno la differenziata; perché sono stati scovati molti evasori e recuperate somme evase ecc. E poi perché con la loro presenza, anche fuori servizio, garantiscono un presidio di legalità sul territorio contro, ad esempio, lo sversamento illecito dei rifiuti”.

Dal canto suo, invece, la professionista diceva: “Se è questa la ratio, al netto del ruolo importante delle Forze dell’Ordine, allora anche la Protezione Civile ed altri funzionari pubblici dovrebbero godere di tale riduzione. Perché favorire categorie, che hanno un regolare stipendio e non altre, che adesso si trovano in grande difficoltà economica?

Quale capitolo di spesa viene penalizzato per il mancato introito di denaro, provocato da questo sgravio immotivato e che faccio fatica a comprendere? Le erogazioni del Governo centrale a favore degli Enti locali non sono per sempre e di questo l’amministrazione comunale si deve ricordare”.

Da evidenziare, che il Civico consesso si era aperto con un lungo ricordo tracciato nell’aula consiliare dal Maestro Modestino De Chiara della figura di Antonio Tagliamonte (di cui erano presenti tra il pubblico alcuni familiari), già amministratore della città ed editore di alcuni libri, scomparso all’età di 74 anni il 21 luglio scorso.

 

Joseph Fontano

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker