Serpente si introduce a scuola, lezioni sospese ed interventi attuati per trovarlo

Un rettile strisciante non meglio identificato segnalato all’interno del IV Circolo didattico, sito a via Buonincontro, dalla Dirigente scolastica del plesso.

Sul posto Vigili del Fuoco, poliziotti municipali e personale appartenente al Dipartimento di prevenzione dell’Asl Napoli 2 Nord ed attività didattica sospesa. Accadeva nei giorni scorsi nel quartiere Spiniello dove, nonostante la segnalazione della Preside, a seguito di accurato sopralluogo ed attenta perlustrazione, non veniva rinvenuto alcun rettile.

Non veniva esclusa l’ipotesi, però, che l’animale potesse presumibilmente servirsi di alcuni punti d’ingresso e di uscita, per intrufolarsi nell’istituto.

Ed è così che, per tutelare la pubblica e privata incolumità e salvaguardare la salute, il sindaco emetteva apposita Ordinanza di chiusura della scuola (la n.35/2021); chiedeva che fosse effettuato un intervento specializzato di deofiidizzazione e che fosse realizzato un intervento di sfalcio dell’erba nelle aree interne ed adiacenti l’edificio scolastico.

Oltre che nei terreni incolti dei privati presenti nella suddetta area urbana. Sul posto interveniva anche una ditta specializzata di Perete, alla quale il Comune corrispondeva un importo pari a 610,00 euro.

Alla fine erano quattro i giorni, durante i quali l’attività del plesso scolastico restava sospesa. In breve la notizia della presenza di un rettile (ancora non era chiaro, se si trattasse di una comune biscia o di un serpente, magari smarrito da qualcuno che custodiva animali esotici), si diffondeva in città, in particolare nel periferico quartiere cittadino.

Notizia che creava anche una certa apprensione e preoccupazione tra i residenti ed i frequentatori dell’area cittadina i quali, con le dovute cautele, “davano la caccia” al rettile che, nel mentre scriviamo, non è stato mai rinvenuto.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker