Eliminato il cordolo installato a salvaguardia della pubblica e privata incolumità

Adesso, relativamente all’articolo pubblicato in precedenza, il Responsabile di questo periodico protocollava, in data 28.04.2021, una nota al Responsabile della sezione Trasparenza del Portale del Comune e Dirigente ad interim della Polizia Municipale Vito Ascoli; al Vice-Comandante dei caschi bianchi Domenico De Sena; al Segretario generale Maria Piscopo; al sindaco Lettieri ed al Presidente della Commissione consiliare di Vigilanza Carmela Auriemma, avente ad oggetto ‘la richiesta di presa visione e trasmissione copia di Ordinanza dirigenziale’.

Allegandovi anche l’articolo pubblicato due giorni prima. “Lo scrivente – esordisce la nota – in qualità di giornalista e, pertanto, di portatore di un interesse diffuso, avendo di recente riscontrato che a piazza Montessori, si è proceduto alla posa in opera di un cordolo di delimitazione della corsia, sistemato sulla sede stradale, di cui lo scrivente ha redatto anche un rilievo fotografico.

Per quante ricerche lo scrivente abbia effettuato, avendo constatato, che nessun atto amministrativo è stato adottato e pubblicato sul portale del Comune, avente ad oggetto la posa in opera del cordolo sulla suddetta piazza.

In considerazione del fatto che, in alcune circostanze, è stato rilasciato dai Dirigenti comunali competenti parere negativo alle istanze protocollate dai cittadini, che chiedevano l’apposizione di dissuasori e/o cordoli lungo alcune strade, a seguito dei pericoli per la pubblica e privata incolumità arrecati lungo le stesse dai veicoli in transito.

Per tutto quanto sopra riportato – proseguiva la nota – lo scrivente chiede alla S.V. anche per promuovere la partecipazione al dibattito pubblico, di prendere visione dell’Ordinanza dirigenziale, con la quale è stata motivata ed autorizzata la posa in opera del suddetto cordolo lungo piazza Montessori e di ricevere copia della stessa.

Nel contempo chiede di conoscere il nominativo dell’azienda, che è risultata fornitrice del cordolo in oggetto; la procedura di gara adottata dall’Ente comunale, al fine di individuare la società, che ha provveduto ad effettuare la fornitura e l’eventuale posa in opera del cordolo; se lo stesso è stato allocato da personale dipendente del Comune di Acerra e l’importo corrisposto dal Comune per detta fornitura.”.

Martedì 25 maggio, i responsabili del Comando della Polizia Municipale riscontravano la nota, specificando che “era stato lo stesso Comando, a chiedere all’Ufficio Tecnico comunale la modifica dell’isola spartitraffico di piazza Montessori, in modo da garantire un ingresso più agevole nella stessa, allo scopo di salvaguardare la pubblica e privata incolumità.

Da qui l’installazione di delineatori di corsia in gomma, ad opera di una ditta di Sorrento, al fine di valutare in maniera sperimentale e temporanea la soluzione di unificare il flusso dei veicoli, che si immette su via Calzolaio e di ridurre così i punti di conflitto”.

E così, a seguito di sopralluogo effettuato da personale della Polizia Locale, veniva verificata l’esistenza di motivi ostativi alla permanenza dei delineatori di corsia e si chiedeva all’Ufficio Tecnico il ripristino dello stato dei luoghi, nelle more dell’individuazione di soluzione alternativa volta alla risoluzione dell’esigenza segnalata. Ripristino effettuato lo scorso 25 maggio.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker