Arriva “Revote” ed al Consiglio comunale si può partecipare a distanza

Lo smart working contagia anche i politici. Acerra sarà il primo Comune in Italia, a poter svolgere sedute del Consiglio comunale completamente o parzialmente a distanza. Ma non solo: gli amministratori locali potranno partecipare anche a Conferenze di Capigruppo, riunioni di Commissioni consiliari e votare provvedimenti come in presenza.

Tramite un tablet ed un collegamento in remoto i Consiglieri potranno anche presentare emendamenti o mozioni e condividerle con tutti i colleghi lontani dall’aula. Ad annunciarlo era lo scorso 21 maggio il Presidente del Consiglio comunale Andrea Piatto nel corso del convegno, svoltosi nell’aula consiliare.

Al dibattito su “Transizione digitale, idee e pratiche per la Città Sostenibile: Acerra da esempio a soggetto attuatore del PNRR” hanno partecipato anche Mario Casillo, in qualità di Consigliere regionale delegato in materia di Digitalizzazione e ICT – Assi Recovery Fund; Vittoria Lettieri, Consigliere regionale componente della Commissione “Ricerca Scientifica” ed il papà Raffaele sindaco di Acerra.

Insieme a loro, in collegamento da remoto, c’erano anche il presidente del Terni Digital Week Edoardo Desiderio ed il Dipartimento di Ingegneria gestionale dell’Università di Napoli Federico II con il prof.Pierluigi Rippa.

Il sistema digitale utilizzato si chiama “ReVote” e consentirà agli amministratori, impossibilitati a partecipare fisicamente alle sedute, di poter svolgere da casa o da qualunque luogo le loro funzioni, senza possibilità di essere intercettati da hackers. Ma per poterlo fare, i Consiglieri dovranno ritirare degli appositi tablet che, per motivi di privacy e di sicurezza, potranno utilizzare solo per i lavori dell’assemblea.

Le apparecchiature sono state messe a disposizione già da una quindicina di giorni, ma non tutti i Consiglieri le hanno ancora ritirate.

A breve dovrebbero partire una fase di formazione e le prime prove di simulazione. “Il nostro Comune ha dimostrato, ancora una volta, di potersi permettere di sognare sempre più traguardi da concretizzare – ha dichiarato il Presidente Piatto – per facilitare la vita quotidiana degli operatori e dei cittadini.

Siamo solo all’inizio del percorso e, come esposto dal nostro dirigente informatico Ing,Ascoli, abbiamo in programma un lungo percorso, che guarda al futuro e che investe su ecologia e digitale. Dopo il “Pulcinella film festival ed il “Pulcinella music festival”, perché non immaginare anche il “Pulcinella digitfestival”.

Ma che ci siano delle criticità, lo dimostra il Consigliere Carmela Auriemma, la quale dichiara: “Il voto elettronico non mi consentirà di sapere, come hanno votato i miei colleghi e non sarà possibile verificare la presenza del numero legale. Un Consigliere collegato in rete, infatti, potrebbe allontanarsi e quindi essere di fatto assente o far votare un’altra persona al suo posto”.

Dal canto suo Casillo dice: “In questa fase storica i settori, sui quali saranno concentrate la maggior parte delle risorse del Recovery Plan, sono digitale ed ecologia ed Acerra dimostra, ancora una volta, di essere all’avanguardia. Quello che ho visto oggi, mi conferma che in Campania abbiamo la mentalità giusta, per innovare ed investire sul futuro”.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker