Rinvenuta bomba di aereo durante i lavori lungo la linea ferroviaria Napoli -Bari

Era in via Montesanto, in un’area interessata dai lavori di raddoppio dell’itinerario ferroviario Napoli-Bari che, lo scorso 27 novembre, durante le operazioni di movimento terra, veniva rinvenuto presso il cantiere un ordigno bellico inesploso, risalente al secondo conflitto mondiale.

A riaffiorare sul nostro territorio era, dunque, una bomba di aereo modello Mk2 di fabbricazione britannica, dal peso di 250 libbre, che richiedeva l’intervento degli artificieri del 21° Reggimento Genio Guastatori di Caserta, i quali realizzavano una struttura di contenimento che, a differenza dell’ordinario intervento a cielo aperto, riduce la distanza di sicurezza minima a 334 di raggio dal punto di rinvenimento.

Occorreva pertanto procedere, durante la fase di bonifica del suddetto ordigno, all’evacuazione di persone ed animali ed allo sgombero dei beni mobili, per un raggio di 350 metri dal punto di rinvenimento, a titolo precauzionale e a tutela della pubblica e privata incolumità.

Ed è così che nella mattinata di sabato 24 aprile i Militari giunti sul posto eseguivano, in un lasso di tempo di circa 8 ore, a partire dalle prime luci dell’alba, le operazioni di taglio meccanico dell’ordigno e la distruzione dell’esplosivo per via pirica, attraverso un’esplosione controllata. Durante l’operazione veniva utilizzato anche un robot, per disinnescare la spoletta.

Ovviamente era il sindaco, con l’Ordinanza n.27 del 20.04.2021, ad allontanare dalle rispettive abitazioni due nuclei familiari. Anche se dal tavolo tecnico emergeva la possibilità della permanenza sul posto di una sola persona per nucleo familiare che, comunque, doveva porsi in un ambiente chiuso, al piano terra e nella parte retrostante il fabbricato.

Così come ad un altro cittadino, un 59enne del posto, veniva ordinato di allontanare dalla sua proprietà i propri cavalli, fino al termine delle operazioni di bonifica. Ovviamente veniva interdetto anche il transito veicolare e pedonale nell’area di sicurezza di via Montesanto e via Candelara, compresa nel raggio di 350 metri dal luogo di disattivazione della bomba.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker