Il Consigliere Auriemma: “L’impianto nell’ex Montefibre è una ‘Vittoria’. Purtroppo non per Acerra”.

Già sullo scorso numero riferimmo del progetto della napoletana “New Green Fuel srl”, di realizzare un impianto di produzione di gas metano dal trattamento di oltre 80 mila tonnellate di rifiuti organici provenienti dalla raccolta differenziata, di scarti vegetali e di legno e cartone, con tanto di Autorizzazione Integrata Ambientale (A.I.A.) rilasciata dalla Regione Campania il 9 febbraio scorso (Decreto dirigenziale n.46). E riferimmo le dichiarazioni rese dagli ambientalisti locali e dal Consigliere comunale Carmela Auriemma la quale, tra l’altro, disse:

Le moratorie del Sindaco sono tutte farlocche. Basta leggersi gli atti dei Consigli comunali gestiti da Lettieri-Piatto s.p.a. degli ultimi 12 anni. Farse, sceneggiate, che hanno coinvolto tutte le forze politiche degli ultimi dieci anni. Per anni si è parlato di una moratoria approvata nel Civico consesso.

La moratoria non è mai esistita. Scoprii e denunciai – proseguì la professionista – in un Consiglio comunale del 2017 che, in realtà, quella moratoria non era mai stata approvata. La mozione in realtà fu rinviata in Commissione consiliare e mai approvata. Insomma l’ennesimo inganno.

Inoltre non ho esultato all’annuncio del primo febbraio scorso di Lettieri il quale, in pompa magna ed a favore di telecamera, annunciò Urbi et Orbi: mai più impianti di rifiuti nella zona ASI di Acerra.La domanda è: ma siamo sicuri che, tra richieste pendenti e quelle già autorizzate, ci siano ancora lotti di terreno da assegnare?Come si dice, dopo il furto mettiamo i cancelli!!

I siti di compostaggio non trattano rifiuti speciali e pericolosi. La moratoria tanto cantata dal sindaco, qualora avesse effetti concreti, non servirebbe a bloccare il nuovo sito di compostaggio, perché la pseudo moratoria riguarda solo siti, che trattano rifiuti speciali e pericolosi. In questa sceneggiata senza fine intrapresa da più parti vedo solo propaganda, falsità e tantissima ignoranza.

Vi dico già – concluse Auriemma – come andrà a finire la vicenda dell’impianto di produzione di gas metano. Il sindaco o chi per esso, affida l’ennesimo incarico ad un Avvocato “amico”, retribuito con i soldi dei cittadini-contribuenti che, dopo essersi costituito in giudizio e nonostante lo sforzo profuso dinanzi ai giudici, quasi sicuramente vedrà il Comune perdente. Così dopo il danno si avrà anche la beffa. E sempre ai danni dei cittadini”.

Adesso era la stessa esponente pentastellata a rincarare la dose pubblicando, nei giorni scorsi, sulla sua pagina facebook, un manifesto datato 2017, gelosamente custodito ed annoverato tra le iniziative intraprese in città ed accompagnato dalla seguente dichiarazione.

“E’ notizia recente di un nuovo impianto, che sarà allocato ad Acerra nell’ex Montefibre, autorizzato dalla Regione Campania e che tratterà 80 mila tonnellate di umido. Questo manifesto che opportunamente riproponiamo, riporta un articolo pubblicato da un noto quotidiano il 21 maggio del 2017, nel quale noi denunciammo la volontà, di fare di Acerra il polo dei rifiuti dell’intera Regione.

Infatti il I settembre di quell’anno il Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, rilasciò due Autorizzazioni Integrate Ambientali per due nuovi impianti di trattamento e di smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non, da realizzare ad Acerra. Continuando, in tal modo, a svendere il nostro territorio, già alle prese con una serie di emergenze ambientali e di mancate bonifiche.

Non avevamo allora – precisa la professionista – e non abbiamo adesso la palla magica o la sfera di cristallo, ma semplicemente la libertà e l’onestà di dirvi sempre le cose come stanno. Mi raccomando, continuate a credere e a dare spazio e fiducia, a chi grida ‘una vittoria per Acerra’.

Ed in effetti, 80 mila tonnellate di rifiuti per alcuni affaristi della munnezza, lo sono. Ma state pur certi, che questa vicenda non finisce qui”. Ed infatti non sono esclusi, a breve, ulteriori sviluppi di questa vicenda.

 

J.F.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker