Terra dei Fuochi, la Procura: “Esiste una relazione causale tra rifiuti ed alcuni tumori in Campania”.

C’è una relazione causale, o anche di concausa, tra la presenza di siti di rifiuti incontrollati sul territorio dei Comuni delle province di Napoli e Caserta, ricompresi nella cosiddetta Terra dei Fuochi e l’insorgenza di alcune patologie, come il tumore alla mammella, l’asma, le varie forme di leucemie, le malformazioni congenite.

Il dato, tanto atteso da cittadini e comitati, che finora era solo un’ipotesi degli scienziati, è stato confermato dal rapporto conclusivo dei lavori dell’accordo, che la Procura della Repubblica del Tribunale di Napoli Nord (l’ufficio giudiziario ha sede ad Aversa) stipulò nel giugno 2016 con l’Istituto Superiore di Sanità (I.S.S.). Il rapporto conclusivo dei lavori, frutto di quell’accordo, è stato illustrato nel corso di un incontro svoltosi on line alla presenza del Procuratore di Napoli Nord Francesco Greco, del Procuratore Generale di Napoli, Luigi Riello e del Presidente dell’Iss Silvio Brusaferro.

Per il quale “è necessario sviluppare un sistema di sorveglianza epidemiologica integrata, per individuare appropriati interventi sanitari ed attuare azioni efficaci di bonifica”. Per Greco le bonifiche, che “non sono mai partite veramente, vanno fatte immediatamente: dopo il Covid è questa l’emergenza più importante per Caserta e Napoli”.

Intanto la Regione Campania in 10 anni ha fatto poco o nulla. Anzi proprio di recente il neo eletto Consiglio regionale, di cui fa parte una Vittoria acerrana, non ha voluto istituire la Commissione Speciale per la Terra dei Fuochi!

Non mancava il commento dell’ambientalista Alessandro Cannavacciuolo il quale, tra l’altro, diceva: “Le cieche istituzioni non hanno più alibi. Per troppo tempo si è fatto finta di non vedere e di non sapere.

La Terra dei Fuochi esiste e chi ha cancellato la Commissione speciale regionale Terra dei Fuochi o ha giustificato la sua cancellazione è colpevole, come quelli che si giravano dall’altra parte, mentre i camion sversavano”.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker