Partite le vaccinazioni anti-Covid agli ultra 80enni. Non ci sono stati (per adesso) effetti collaterali

Ad Acerra è partita lo scorso 11 febbraio, presso il Distretto sanitario di via Flavio Gioia, la campagna di vaccinazione contro il Covid-19 per gli ultra 80enni. Che, in città, ammontano a 1750 unità di cui solo 700, nelle scorse ore, si erano registrati alla piattaforma, per l’accesso alla vaccinazione.

Procede dunque nel suo lavoro lo staff sanitario, composto da 3 medici; 2 infermieri e dal personale amministrativo che, sotto l’attenta direzione del Direttore sanitario, Orazio Capasso, sta proseguendo l’attività senza intoppi, anche di sabato e di domenica.

Dopo la somministrazione della prima dose del vaccino, gli anziani di Acerra vengono tenuti sotto osservazione per circa 20 minuti e poi lasciati andare. Nel mentre scriviamo, non si ha notizia di soggetti vaccinati, che abbiano avuto reazioni o controindicazioni.

Complessivamente il territorio dell’Asl Napoli 2 Nord conta circa 44 mila anziani con più di 80 anni, mentre scarsa è la diffusione delle tessere sanitarie di tipo Team, indispensabili per prenotarsi, tra la popolazione ultraottantenne del territorio dell’Asl.

Il piano organizzativo dell’Asl Napoli 2 Nord prevede di calendarizzare, per i primi giorni di attività, circa 800 vaccinazioni al giorno per i pazienti ottantenni mentre, una volta a regime, si prevede di vaccinarne oltre 2500 al giorno.

L’obiettivo, quindi, è quello di completare la vaccinazione dell’intera popolazione di ultra 80enni entro la metà di marzo, a patto che i vaccini siano consegnati con puntualità.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker