La società “Banca Farmafactoring” cita in giudizio il Comune. Chiesta la corresponsione di 577 mila euro!

Era con la Determina n.1537 del 16.12.2020 a firma del Dirigente al Contenzioso legale e tributario del Comune, Maria Piscopo, che veniva affidato l’incarico di patrocinio legale all’avvocato Antonio Sasso, nel giudizio promosso contro l’Ente comunale dalla società “Banca Farmafactoring spa (BFF)”, che ha sede a Milano, a seguito dell’atto di citazione proposto dinanzi al Tribunale di Nola e notificato al Comune in data 28.10.2020, per “accertare e dichiarare, in via principale, il diritto di Banca Farmafactoring ad ottenere il pagamento, da parte del Comune di Acerra, dei seguenti crediti (segue l’elenco analitico dei crediti ndr) e, per l’effetto, di condannare il Comune al relativo pagamento in favore di Banca Farmafactoring s.p.a. della somma pari a 576.993,47 euro per sorta capitale.

Si citano anche gli interessi moratori maturati e maturandi sulla predetta sorte capitale e la somma di 117.949,00 euro, a titolo di interessi di mora maturati a causa del tardivo pagamento, da parte dell’Ente, di crediti diversi da quelli costituenti la sorte capitale.

Ed in via subordinata, la società chiede al Tribunale di condannare il Comune al pagamento, in suo favore, di ogni diversa somma, che fosse ritenuta ad essa dovuta.

“Ritenuto, allo scopo, di garantire l’efficienza, l’efficacia e l’economicità della difesa in giudizio, di affidare la stessa a procuratori esperti in materia – si legge, tra l’altro, nella Determina dirigenziale – e considerato, che veniva richiesto al Dirigente della III Direzione chiarimenti in merito al contenuto del credito e che questi, con nota del 30.11.2020, “richiedeva la costituzione in giudizio”.

E così determina di affidare direttamente l’incarico di assistenza e di patrocinio legale all’avv.Sasso per la rappresentanza dell’Ente nel giudizio, corrispondendogli una somma pari a 6.000,00 euro.

Ovviamente seguiremo tale vicenda, sulla quale null’altro è dato sapere dalla lettura dell’atto amministrativo. Fermo restando che, molto probabilmente, l’atto potrebbe riferirsi a fatture non pagate e relative all’esercizio degli impianti di Pubblica Illuminazione urbana, alla fornitura dell’energia elettrica occorrente per l’alimentazione degli stessi, alla manutenzione ordinaria degli impianti, nonché ad un piano di interventi di riqualificazione e manutenzione straordinaria a richiesta dell’Amministrazione comunale.

Va da sé che non è da escludere, che il Consigliere comunale Carmela Auriemma avrà già indirizzato e protocollato (o lo farà a breve) una nota ai Dirigenti competenti, tesa all’acquisizione dell’intera documentazione, per conoscere le motivazioni, per le quali il Comune è stato interessato dall’ennesimo atto di citazione dinanzi ad un Tribunale, con conseguente impegno di spesa a favore di un avvocato.

Intanto da internet è possibile leggere, che Banca Farmafactoring è una delle banche più solide nel panorama bancario italiano.

 

Joseph Fontano

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker