Apre il centro Covid alla clinica “Villa dei Fiori”. Quaranta i posti letto a disposizione

E’ lunedì 9 novembre, salvo colpi di scena, la data in cui presso la clinica Villa dei Fiori è operativo un centro Covid. La notizia era nell’aria da giorni, ma una serie di difficoltà tecnico-operative ne hanno rallentato l’apertura. Complessivamente saranno 40 i posti letto disponibili tra terapia intensiva e sub intensiva.

Ancora non si conosce il nome del responsabile, ma di certo questo sarà scelto tra i medici della stessa struttura. La necessità di avere all’interno di Villa dei Fiori un centro Covid, sembra essere maturata, dopo aver valutato l’attuale situazione epidemiologica, ormai da settimane fuori controllo. Secondo voci che non trovano alcuna conferma, 32 dei 40 posti letto sarebbero dedicati alla cura dei postivi da ospedalizzare. Otto i posti sub intensiva, che andrebbero ad aggiungersi agli attuali 10 posti di rianimazione, divenuti ormai insufficienti, visto l’aumento quotidiano dei contagi.

Nel corso delle ultime settimane, dopo l’impennata dei contagi, successiva alle elezioni regionali, il Pronto Soccorso della clinica è stato costretto a chiudere i battenti quasi a giorni alterni, per sanificare gli ambienti. In alcuni casi diversi contagiati sono stati tenuti isolati nelle stanze del Pronto Soccorso, in attesa del trasferimento in una struttura dedicata.

A pagare il conto, finendo per rimanere contagiato, nonostante tutte le misure di prevenzione adottate, è stato lo stesso personale del Pronto Soccorso. Per amore della verità dalla direzione sanitaria di Villa dei Fiori non sono trapelate informazioni che, in qualche modo, chiariscono l’avvio del nuovo centro.

Nella prima tornata dell’epidemia, sotto la spinta della regione Campania, all’interno del presidio ospedaliero acerrano, divenuto da tempo un centro d’eccellenza, venne allestito un centro Covid, diretto dall’ex primario del pronto soccorso Nicola Maresca, coadiuvato per la parte infermieristica dal dott.Roberto Beatello. Entrambi fecero molto bene, garantendo la sicurezza del personale e dei pazienti, potendo contare sulla professionalità del personale medico e paramedico, propostosi su base volontaria.

 

Nino Pannella

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker