Conferenza dei Servizi sul un maxi-impianto di compost: la società ha chiesto ulteriori 30 giorni

Relativamente all’impianto di compost da realizzarsi nell’ex Montefibre da parte della società “New Green Fuel” ed alla Conferenza dei Servizi, tenutasi giovedì 23 luglio e di cui si riferiva in precedenza, la società chiedeva ulteriori 30 giorni, per poter integrare la propria documentazione.

Ai quali vanno aggiunti altri 30 giorni, entro i quali la Regione deve indire una nuova Conferenza dei Servizi. E ciò, sia perché il Piano di Caratterizzazione è del 2015 e, quindi, risulta superato e che, pertanto, va aggiornato.

E sia perché il Piano delle Analisi dei Rischi non ha specificato i valori relativi all’arsenico ed al magnesio, che vanno invece esplicitati, per poter ottenere la Valutazione di Impatto Ambientale (V.I.A.). Documentazione che era stata consegnata agli Enti partecipanti alla Conferenza tre giorni prima.

Il Comune, tra l’altro, avendo visto che gli unici elementi specificati erano i solfiti ed il dicloroetilene, avanzava le proprie osservazioni contrarie, anche se è l’Arpac l’organo deputato a dare una valutazione definitiva.

Dei lavori mattutini della Conferenza dei Servizi veniva fatto un resoconto di pomeriggio durante la Commissione Ambiente, presieduta dal Consigliere comunale Salvatore Maietta. Non aveva mancato di far pervenire le proprie osservazioni alla Conferenza dei Servizi, soprattutto circa la V.I.A. il Consigliere comunale Carmela Auriemma.

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker