Cantiere di via Diaz: operai al lavoro privi di dispositivi di protezione

Relativamente ai lavori di Manutenzione di via Diaz per la creazione di stalli di sosta lungo l’importante arteria cittadina; il cui importo ammonta a 610.532,00 euro e di cui si riferiva in precedenza, non mancavano quindi le anomalie di cantiere, nonostante la presenza di un’equipe qualificata di professionisti comunali, che ricoprono ruoli importanti quali il Direttore o il Responsabile dei lavori.

A tal proposito, tra la cartellonistica affissa sulla recinzione del cantiere, non manca di certo la tabella, che indica con precisione, quali sono i mezzi di protezione personale in dotazione a ciascuno e che vanno usati obbligatoriamente. Tra cui mascherine, guanti e caschi protettivi.

Ebbene, eccezion fatta per i guanti indossati da qualcuno, gli operai della ditta sorrentina erano al lavoro, privi di tali dispositivi di protezione. E non abbiamo motivo di dubitare, che i poliziotti municipali del locale Comando, il cui organico è stato ampliato da tempo con ben 17 unità lavorative in più e che è organo di controllo e di vigilanza del territorio, abbia effettuato un sopralluogo ed abbia accertato, con tanto di relazione redatta e di rilievo fotografico prodotto che, effettivamente, il cantiere presentava più di un’anomalia. Purtroppo la storia si ripete.

Infatti scene e situazioni simili le avevamo riportate anche ad ottobre e a dicembre dell’anno scorso, quando erano in corso i lavori di Riqualificazione Urbana del parcheggio cittadino, poi realizzato adiacente alla Casa comunale e a Plaza de Mayo. Ed anche in quella circostanza l’equipe che seguiva, dirigeva e coordinava i lavori, era la stessa di via Diaz.

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker