“Parco ‘900”: approvata dai Consiglieri di maggioranza la relativa Delibera emendata in tre punti

Dopo quanto pubblicato in precedenza, la questione relativa al Parco ‘900 ed alla relativa Delibera di Giunta veniva affrontata durante il Consiglio comunale dello scorso 8 luglio, convocato in seduta ordinaria, a porte chiuse ed in diretta streaming.

Innanzitutto va precisato, che il sindaco Lettieri proponeva di emendare l’atto amministrativo in due punti, di cui uno all’articolo 5, inserendo la dicitura “previa verifica della regolarità e legittimità di tutte le procedure”. Mentre il Dirigente all’Urbanistica Concetta Martone proponeva di emendarlo con la dicitura “interessati da vincolo di suolo pubblico”, al punto in cui si parla dei parchi Orione e Sole. Emendamenti poi approvati dalla maggioranza.

Dopo una breve illustrazione della Delibera da parte dell’Assessore al ramo, Giovanni Di Nardo, il fulcro del Civico consesso diveniva un documento di ricostruzione dell’intera vicenda, a firma dei Consiglieri comunali di opposizione Carmela Auriemma, Domenico Zito, Domenico Catapane e Giulio Stompanato, indirizzato al sindaco, al Presidente del Consiglio comunale, agli Assessori ed agli altri Consiglieri, letto in aula e posto agli atti del Consiglio.

“Gli scriventi Consiglieri comunali, con riguardo alla proposta di Delibera di Giunta n.134 del 04.10.2019, avente ad oggetto l’approvazione dello schema di convenzione, per l’acquisizione gratuita al patrimonio comunale di un’area destinata a parcheggio, a compensazione degli standard urbanistici. Proposta al Consiglio comunale”, rappresentano quanto segue.

Con la suddetta Delibera si propone al Consiglio l’approvazione dell’allegato schema di convenzione, con il quale il Comune di Acerra provvederebbe all’acquisizione di un’area di parcheggio, a compensazione di standard urbanistici di proprietà della World Trading Building s.p.a (che ha incorporato la Dimensione Casa s.r.l. in liquidazione).

Ebbene, con riguardo a tale decisione, gli scriventi Consiglieri rappresentano quanto segue. Prima di affrontare gli argomenti di merito e strettamente politici, che sottendono il voto contrario degli scriventi Consiglieri alla proposta di Delibera, è d’obbligo dare seguito alle gravi esternazioni, fatte da un Consigliere di maggioranza in occasione di più sedute consiliari, in merito alla richiesta di chiarimento sull’esatto pagamento degli oneri concessori relativamente alle opere edilizie realizzate con concessione edilizia n.159/2002 e successivo permesso di costruire n.162/A/2003, nonché la dovuta e corretta realizzazione delle opere di urbanizzazione a scomputo degli oneri di urbanizzazione.

E’ infatti noto – prosegue il documento – come richiamato anche nell’istruttoria a firma dell’Arch.Martone che, con convenzione sottoscritta in data 17.01.2002, sottoscritta dal Comune rappresentante p.t. della Dimensione Casa s.r.l., si è convenuto che, con riguardo alla concessione per la costruzione di fabbricati civili abitazioni e locali commerciali siti in via Spiniello ed in via Sand, pratica edilizia n.159/2001, prot.38582, Dimensione Casa s.r.l. si impegnava alla realizzazione di opere di urbanizzazione primarie a fronte dello scomputo degli oneri concessori.

La polizza fideiussoria – continua il documento – sottoscritta a garanzia dell’intero progetto, si estendeva anche a tali opere, le quali dovevano essere sottoposte al collaudo da parte di un tecnico incaricato dal Comune.

Alla luce delle gravi affermazioni più volte esternate da un Consigliere di maggioranza, gli scriventi rappresentano la necessità di più approfonditi accertamenti in merito alla puntuale realizzazione delle opere di urbanizzazione a scomputo da parte della Dimensione Casa s.r.l. nei termini stabiliti nella convenzione sottoscritta in data 17.01.2002 ed al pagamento degli oneri di concessione. Nonché l’accertamento di eventuali responsabilità per eventuali atti di omissione.

In caso di esito negativo relativamente al pagamento degli oneri concessori, è necessario altresì accertare, se il Comune ha posto in essere tutte le attività necessarie al recupero delle somme eventualmente dovute, nonché quelle volte all’interruzione dei termini di prescrizioni, accertando eventuali condotte omissive, anche in ordine allo svincolo della fideiussione di 750.000 lire, sottoscritta in data 16.01.2002 e presentata a garanzia anche delle opere oggetto di convenzione.

Nel merito della proposta di delibera e dello schema di convezione, si rappresenta quanto segue. (Segue).

 

Joseph Fontano

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker