Una task force di Forze dell’Ordine per la riapertura del cimitero

Polizia, Carabinieri e Polizia Locale. Un vero e proprio esercito di uomini in divisa (mancavano l’Esercito ed i Marines), per riaprire le porte del Civico Cimitero, stante l’Ordinanza sindacale n.35 del 7.5.2020. Uno spreco di Forze dell’Ordine non di poco conto che, grazie a Dio, è durato solo una mattinata, ossia quella di mercoledì 13 maggio.

Nel pomeriggio agli ingressi del cimitero (vecchio, nuovo e nuovissimo), c’erano solo i dipendenti comunali, muniti di termometro, per la rilevazione della temperatura corporea dei visitatori, lasciati passare, senza sapere comunque, quante erano effettivamente le persone che, contestualmente, si trovavano all’interno del maxi camposanto.

Insomma tanto casino per nulla, tenuto conto anche della vastità dell’area cimiteriale, che tranquillamente avrebbe potuto ospitare anche 200 persone contemporaneamente, anziché delle 50 stabilite dall’Ordinanza. Per la cronaca il Cimitero è aperto tutti i giorni dalle ore 7:00 alle ore 19:00, tranne che il martedì e chi vi accede, può intrattenersi solo per 60 minuti e deve indossare i dispositivi individuali di protezione.

Intanto, al netto dei soliti proclami propagandistici del sindaco Lettieri, ormai i controlli della Polizia Locale sono mirati solo a fare contravvenzioni.

Un modo semplice per cercare di fare cassa. In strada si vedono tantissime persone ad ogni ora del giorno, che girano senza rispettare le distanze di sicurezza, senza indossare le mascherine, che danno vita ad assembramenti ad ogni angolo del territorio urbano, senza preoccuparsi di rispettare le misure di precauzione e di distanziamento sociale indicate dal Ministero della Sanità e dal Governo.

 

Ni.Pa.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker