Ripartito sabato 23 maggio il mercato settimanale per i soli generi alimentari

Ha “riaperto i battenti” sabato 23 maggio 2020 il mercato rionale, limitatamente ai soli titolari di permesso di vendita di generi alimentari.

Con Ordinanza sindacale n.38 del 21.05.2020 il Sindaco Lettieri, facendo seguito alle Ordinanze del Presidente della Regione Campania ed in ottemperanza alle “Linee guida sulle misure di sicurezza precauzionali per la riapertura dei mercati di soli generi alimentari” allegate, consapevole dell’importanza economica e sociale delle attività mercatali ha disposto, in via precauzionale e ferme restando le misure statali e regionali già vigenti, la sospensione delle sole attività mercatali per le categorie merceologiche diverse dalle rivendite di generi alimentari. Inoltre, con la stessa Ordinanza, ai titolari ed operatori dei posteggi di vendita di generi alimentari, è stato ordinato il rigoroso rispetto delle misure precauzionali obbligatorie per la riapertura e l’esercizio delle attività contenute nel Documento Protocollo di sicurezza anti-diffusione SARS-CoV-2 nelle attività di commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere e mercatini degli hobbisti), allegato all’Ordinanza del Presidente della Giunta regionale n.49 del 20 maggio.

A tale scopo è stato necessario adottare un insieme di misure organizzative, necessarie per garantire la ripresa del mercato.

Pertanto, in virtù di queste azioni sinergiche poste in essere facendo seguito all’Ordinanza sindacale n.38, si è tenuto il mercato di piazza Calipari limitatamente alla vendita di generi alimentari.

Al fine di adempiere alle prescrizioni normative previste, per fronteggiare il rischio di diffusione dell’epidemia virale, sono stati diffusi gli obblighi, per chi accede all’area mercatale, contenuti nel suddetto Documento Protocollo di sicurezza, che devono intendersi come integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale ed igienico-comportamentali, finalizzate a contrastare la diffusione di SARS-CoV-2 in tutti i contesti di vita sociale.

Per quanto concerne gli operatori nel campo alimentare si specifica che:

  1. Ogni singolo operatore ha attrezzato un punto di distribuzione di guanti monouso non forati ed un dispenser per l’igienizzante delle mani, oltre che bidoni con coperchio, presso il proprio posteggio.
  2. Assoluto rispetto dei principi generali e speciali in materia di autocontrollo (HACCP) ai fini della sicurezza degli alimenti.
  3. Uso di guanti, da mantenere sempre integri o cambiare all’occorrenza (sono consigliati guanti in nitrile di colore blu).
  4. Controllo assiduo affinché i clienti non tocchino gli alimenti, se privi di guanti.

5.I banchi espositori di alimenti, a meno dell’ortofrutta, devono essere dotati di barriera di materiale non poroso e sanificabile.

6.Le superfici in generale delle strutture di vendita vanno sottoposte a pulizia e disinfezione ricorrente.

  1. Ogni esercente ha sensibilizzato la propria clientela al rispetto delle distanze sociali di almeno un metro ed al divieto di assembramento.

8.L’ingresso di fornitori esterni nell’area mercatale è stato consentito solo per reali necessità e senza possibilità di accesso agli spazi produttivi per alcun motivo.

  1. E’ stata data informazione ai clienti sulle misure da osservare, anche mediante posizionamenti di cartelli.

I clienti non hanno sostato nell’area mercatale o si sono attardati negli acquisti, se non per il tempo strettamente necessario, evitando assembramenti. E’ stato disposto l’uso obbligatorio di guanti e mascherine anche durante il periodo di attesa in fila. Per tutti, inoltre, è stato previsto il divieto di fumare, sussistendo l’obbligo della mascherina.

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker