Scandalo al cimitero, sesso libero tra i loculi. Sorpresa coppia di focosi amanti

Ancora obiettivo puntato sul Civico Cimitero, questa volta non per la vicenda relativa alla truffa sulla vendita dei loculi cimiteriali, effettuata negli anni scorsi ai danni di alcune famiglie all’insaputa del Comune.

Questa volta il luogo sacro torna alla ribalta per un increscioso episodio, verificatosi nell’area del Cimitero Nuovo, dove una coppia di focosi amanti, incredibilmente, veniva sorpresa a fare sesso sfrenato all’ombra dei loculi.

La testimone oculare, una professionista locale, dopo aver visto i due, fuggiva via indignata ed indispettita, cercando di riferire l’accaduto ai custodi, senza però trovarli. La coppia, quasi certamente di amanti clandestini, resasi conto di essere stata scoperta, tentava subito di ricomporsi, per evitare uno scandalo. Ovviamente il fatto veniva successivamente riferito dalla testimone ad alcune persone, ma della coppia si erano ormai perse le tracce.

Tenuto conto che la testimone oculare della scena “boccaccesca” è un avvocato, non è da escludere, tenuto conto dell’indignazione manifestata dalla donna, che nei giorni successivi la stessa possa essersi recata presso le Forze dell’Ordine, per sporgere denuncia, al fine di dare un nome ed un volto alla coppia, che ha violato la legge, compiendo atti osceni in luogo pubblico.

Ma andiamo con ordine nel ricostruire la vicenda, che si verificava nella tarda mattinata di lunedì 27 gennaio, quando mancavano pochi minuti alle ore 12:00.“Mancava poco a mezzogiorno – racconta la signora Maria (nome di fantasia usato per tutelare l’identità della testimone) – quando, nonostante la presenza degli ascensori, salivo la scala che porta alla nicchia, che ospita i resti dei miei genitori e dinanzi alla quale volevo depositare dei fiori.

In quel momento sentivo provenire dal retro delle nicchie alcuni gemiti. Incuriosita ed anche spaventata con passo felpato, lentamente mi avvicinavo al luogo, da dove sentivo provenire gemiti e frase sconnesse. Mai mi sarei aspettata, di vedere in quel luogo di dolore due persone semi nude, intente a fare sesso, che nella foga neppure si erano accorte della mia presenza.

Alla vista di quella scena squallida e ripugnante, emettevo un grido di disappunto, che attirava i due nel pieno del loro amplesso i quali, resisi conto della mia presenza, subito tentavano di alzarsi i pantaloni da lavoro, che entrambi indossavano. Un attimo dopo – continua la signora, ancora sotto choc, per quanto accaduto – mi allontanavo precipitosamente, evitando che la coppia, che nel frattempo si era ricomposta, mi individuasse. E così correvo, per raggiungere l’uscita del camposanto.

Era mia intenzione raccontare l’accaduto ai custodi, ma all’interno dell’ufficio, in quel momento, non c’era nessuno e quindi mi allontanavo, pensando alla mia incolumità. E per fortuna non avevo portato con me mia figlia. Giunta a casa ancora scossa, raccontavo quanto era accaduto ai miei parenti. Qualche giorno dopo ritornavo sul luogo “incriminato”, questa volta accompagnata da alcune persone, con l’intento di riconoscere i due amanti. Ma non sono stata in grado, di incontrare nessuno”.

Ovviamente, diffusasi la voce della scena hard, in tanti hanno cercato di dare un nome ed un volto alla signora di mezza età ed al suo maturo compagno, sorpresi a fare sesso, senza preoccuparsi di essere scoperti. Di solito, quando ci occupiamo del cimitero, è per le problematiche che l’affligge. Una per tutte quella dei furti, che vengono perpetrati da ignoti ladri e vandali, che prendono di mira i loculi cimiteriali, asportando dalle nicchie portafiori e portalampade in rame ed in ottone, ma anche le lastre in marmo e tutto quanto è posto a corredo delle tombe, di chi dovrebbe godere dell’eterno riposo.

Delinquenti che, agendo indisturbati durante le ore notturne, nella foga di portare via gli oggetti presenti, provocano danni anche alle lavagne in marmo. Ed intanto il cimitero è privo sia del custode, che di un sistema di videosorveglianza (ammesso che sia prevista dalla legge la sua installazione), che funga anche da deterrente contro l’intrusione di malintenzionati.

 

Nino Pannella

 

You May Also Like

About the Author: Redazione

eXTReMe Tracker