Ladri rubano di notte un parcometro scassettato però il giorno precedente

Micro criminalità fuori controllo. Purtroppo le telecamere di videosorveglianza, installate nei mesi scorsi dal Comune, servono solo ad elevare verbali e a fare cassa, ma non a garantire sicurezza urbana e sociale ai cittadini, da tempo ormai ostaggio di malavitosi, tutti dediti a commettere reati contro il patrimonio. Ed intanto cresce l’allarme sociale.

A tal proposito un episodio inquietante si verificava lo scorso 6 dicembre a via De Gasperi, quando ignoti asportavano dal basamento di cemento, sul quale era stato posizionato, uno dei parcometri installati di recente in città dal Comune e che costa 4.650,00 euro.

Dopo averlo sradicato, i ladri lo caricavano a bordo di un’auto e si allontanavano. Sull’inverosimile episodio avviavano indagini i Carabinieri della locale stazione, agli ordini del Maresciallo Giovanni Caccavale i quali si portavano sul posto, cercando di reperire qualche telecamera di sorveglianza, che avesse ripreso le scene “incriminate”.

Immagini in grado di aiutare l’attività investigativa, tesa a dare un’identità agli autori del raid predatorio. Che poi non sortiva per gli autori del gesto l’esito sperato, visto che il giorno precedente il personale della Polizia Municipale aveva provveduto a scassettare il parchimetro.

Una situazione identica si viveva 4 giorni dopo a via Manzoni, da dove veniva portato via un altro parcometro. Ad indagare questa volta sul raid predatorio erano gli agenti del Comando della Polizia Municipale.

Non c’è giorno, però, in cui non si registra in città un episodio criminale, furti di auto compresi, come quello messo a segno ai danni di un agente della Polizia Locale, la cui vettura è stata poi ritrovata a Caivano, nel famoso “Parco Verde”.

 

Ni.Pa.

 

You May Also Like

eXTReMe Tracker