Consiglio comunale, probabile la decadenza del Consigliere in quota Pd Giuseppe Soriano

Relativamente al Consiglio comunale di mercoledì 23 ottobre, durante il quale irrompeva con forza, in aula, la questione relativa al “Parco ‘900, ossia al grande complesso residenziale realizzato nei primi anni 2000 nel rione “Spiniello”, sollevata dal Consigliere Domenico Tardi e di cui riferivamo alla pagina precedente, proseguiva l’intervento del Consigliere Carmela Auriemma, la quale diceva:

“Perché il Comune, circa il Parco ‘900, non ha escusso la fideussione? A parte l’abominio giuridico che si sta facendo, vogliamo sanare un abuso con una procedura ordinaria. Insomma stiamo condonando un edificio abusivo!

Né vale il discorso dell’interesse pubblico! Quanto vale questo parcheggio in confronto ai locali commerciali della galleria? Quanto stiamo scontando, regalando in termini economici a questo imprenditore, che ha un legame parentela con un Consigliere comunale? Quale interesse pubblico ci può essere in un parcheggio pertinenziale ad un parco privato?”.

In merito, invece, alla Delibera di Giunta n.136 del 7.10.2019, avente ad oggetto il riconoscimento dei debiti fuori bilancio, a seguito della sentenza n.849/2017 interveniva il Consigliere Domenico Zito, il quale dichiarava:

“Non credo che alcune scelte, anche se errate, debbano ricadere sulle tasche dei cittadini. E’ vero che siamo in presenza di una sentenza di Appello tra il Comune ed alcuni cittadini locali. Ma si tratta pur sempre di somme ingenti, che si aggirano intorno ai 130 mila euro circa”.

Gli rispondeva il Consigliere Antonio Laudando, il quale affermava: “I debiti fuori bilancio vanno approvati dal Consiglio comunale e si chiamano così, proprio perché non sono nel Bilancio. Le responsabilità non le stabiliamo noi, ma gli altri organi istituzionali.

Non giudichiamo noi l’operato dei legali dell’Ente o dei Dirigenti, ma decidiamo solo se approvare o meno la Delibera, su cui c’è il parere positivo dei Revisori dei Conti e che sarà trasmessa alla Corte dei Conti”.

Nel suo intervento, invece, il Presidente Andrea Piatto accennava alla probabile decadenza del Consigliere di minoranza Giuseppe Soriano (Pd), in quanto aveva fatto registrare 6 assenze consecutive ed alla prima utile, ossia alla settima, si doveva attivare il procedimento di decadenza. Consigliere che aveva 10 giorni di tempo, per produrre giustificazioni.

Che, se respinte, dopo 10 giorni il Consiglio comunale potrà votare per la decadenza del suo membro. E, stando alle ultime indiscrezioni, la questione dovrebbe essere affrontata la settimana prossima quando, probabilmente venerdì 15 novembre, dovrebbe essere convocato un Consiglio comunale monotematico, proprio relativo alla surroga del Consigliere.

 

J.F.

You May Also Like

eXTReMe Tracker