Acerra. Storia della città e del suo popolo

Vorrei, attraverso questo articolo, proporre al lettore una recensione di un libro utile alla città di Acerra, scritto da Eustachio Paolicelli, dal titolo: “Acerra. Storia della città e del suo popolo”, Acerra 2011. Franco Mennitto nella prefazione al libro scrive:

«Una storia di Acerra, dalle origini ai giorni nostri, scritta con linguaggio chiaro e semplice, ma non per questo priva di rigore scientifico, rivolta ai giovani ed utilissima, anche a coloro che hanno difficoltà ad approcciare i testi classici, come quelli del Caporale».

Il prof.Gennaro Niola, dal canto suo, relativamente al testo scrive: «Eustachio Paolicelli, materano di sangue e di temperamento, ma acerrano per merito e non per puro burocratismo anagrafico, viste le tante iniziative intraprese in quarant’anni di presenza in Acerra, ancora una volta suona la sveglia, per richiamare tutti gli Acerrani, piccoli e adulti, immigrati ed indigeni, ad avere consapevolezza di vivere in un’antica città, in una realtà che ha una propria identità.…”.

Senza scadere nel banale, con l’umiltà dell’operatore sociale più che con le vesti paludate dello storico, Paolicelli ripropone quanto già affermato dalla ricerca storiografica su Acerra. Vi aggiunge del proprio e mette tutto a disposizione dei ragazzi dei primi cicli di studi e di quanti vogliono avere una prima conoscenza della storia della città, in cui sono venuti a vivere».

L’autore del saggio, nella premessa, dopo aver richiamato, citando Caporale e Plinio il Vecchio, il valore della patria e della conoscenza della propria patria, dice: «[Il saggio] è dedicato ai ragazzi, agli studenti, alle famiglie, al popolo di Acerra, affinché si appassionino alla storia della propria città, fatta di luci e di ombre, ne siano cittadini orgogliosi e, tutti insieme, contribuiscano a trasformare Acerra in una comunità solidale di cittadini veramente liberi e consapevoli».

Il saggio racconta, in modo sintetico, ma con attendibilità storica, la storia di Acerra (dalla fondazione alla caduta dell’Impero Romano, attraversando il Medioevo, fino all’età moderna e contemporanea), elementi di storia della Diocesi di Acerra, i cittadini illustri, i monumenti e le chiese, i musei, con un’appendice in cui figura l’elenco dei feudatari, dei vescovi e dei sindaci della nostra città. Buona lettura a tutti.

 

Eugenio Russomanno

You May Also Like

eXTReMe Tracker