Tardi: “Anche l’attribuzione di incarichi e le assunzioni al Comune potrebbero essere voto di scambio”

Era la Delibera di Giunta comunale n.131 del 1.10.2019 e relativa all’assunzione, da parte del Comune, di un altro componente l’Ufficio Staff del Sindaco Lettieri, nella persona di Gennaro Montano, di 49 anni, per l’espletamento delle funzioni di supporto alle attività di indirizzo e controllo politico, a far letteralmente esplodere il vulcanico Consigliere di maggioranza Domenico Tardi.

Il quale, senza tanti giri di parole, diceva: “L’Ufficio Staff di Lettieri si è arricchito di un’altra figura, ossia quella di un imprenditore del settore edile, con legami di parentela con un ex Assessore locale, da sempre in stretti rapporti con un esponente di punta di quest’amministrazione comunale.

Va da sé, che un ulteriore unità di collaboratore esterno del primo cittadino, comporta un aumento dei costi della politica.

Naturalmente, se più volte ho fatto riferimento alla presunta parentopoli locale – proseguiva Tardi – è perché questa è desumibile dagli atti amministrativi prodotti, come nel caso del Decreto sindacale n.12 del 30 agosto scorso, con il quale il sindaco ha nominato la Commissione comunale per il rilascio dell’Autorizzazione Sismica, che resta in carica per tre anni.

La stessa è composta da un Ingegnere candidato alle ultime amministrative a sostegno di Lettieri, da un altro egualmente candidato pro Lettieri e figlio di un tecnico comunale ormai in pensione, ma che si è sempre ritrovato con un proprio parente candidato nella coalizione, che sosteneva l’attuale fascia tricolore. Commissione presieduta addirittura da un Ingegnere, parente stretto di un plenipotenziario Dirigente comunale che, tempo fa, per non farsi “risucchiare”, molto probabilmente nel vortice della presunta “parentopoli”, non rinnovò l’incarico affidato ad un proprio parente stretto e relativo alla rappresentanza legale dell’Ente comunale nei giudizi intentati contro lo stesso da alcuni cittadini, che erano stati aggrediti da cani randagi.

Stavolta però – aggiungeva il Consigliere – evidentemente non ha prevalso il cosiddetto “principio di opportunità”. Allora io dico che il voto di scambio, tradizionalmente inteso e rappresentato attraverso compensazioni in denaro o buste della spesa, è stato superato da altre metodiche, sempre ammantate di trasparenza e legalità.

Anche gli organi inquirenti dovrebbero condurre indagini in un’altra ottica, ampliando il loro raggio d’azione. Utile sarebbe, ad esempio, consultare le liste elettorali, così come formatesi. L’individuazione di tutte queste persone, collocate ciascuna al posto giusto nel momento giusto, non dev’essere letta solo in chiave presente, ma anche in un’ottica futura, quando alcuni amministratori non ricopriranno più una carica pubblica, ma potranno contare su “punti di riferimento” presenti in posti nevralgici in seno alla Casa comunale.

Che assomiglia sempre di più – concludeva Tardi – ad una casa privata. E poi basta vedere le concessioni edilizie rilasciate in zona agricola ad uso commerciale”.

You May Also Like

eXTReMe Tracker