Igiene Urbana, viaggio tra i carrellati non lavati, non consegnati, non svuotati e non sostituiti

Ancora riflettori puntati sull’affidamento settennale del servizio cittadino di igiene urbana svolto per conto del Comune, dal I febbraio 2017, dalla società “Tekra”, risultata aggiudicataria dell’importante appalto. Questa volta a darci lo spunto, per parlare di nuovo di detta società è una lettera, trasmessa alcuni giorni fa al Comune dal titolare di una farmacia, con la quale segnalava che “da circa 10 giorni non venivano ritirati i rifiuti conferiti dinanzi all’attività in oggetto.

I contenitori sono stracolmi – proseguiva la nota – e quindi i rifiuti sono sversati sul marciapiede, nonchè dinanzi alla vetrina. Trattandosi di una farmacia, vi assicuro che è qualcosa di veramente poco dignitoso, varcare la soglia e ritrovarsi al mattino sommersi da ogni tipo di rifiuto, umido compreso. Vi assicuro che la situazione è diventata insostenibile.

La scorsa settimana abbiamo chiamato un paio di volte il numero 081.5219011 (centralino della Polizia Municipale ndr), dove ci hanno assicurato, che avrebbero segnalato il disservizio. Ma purtroppo non ci sono stati esiti positivi. La cosa più strana – aggiungeva la nota – è che i cassonetti, siti dinanzi al bar ed alla scuola, che si trovano nei pressi della nostra attività, sono perfettamente ripuliti. Si confida in una pronta risoluzione della problematica”.

Ma, a proposito dei carrellati, che fanno parte delle attrezzature, che doveva (o avrebbe dovuto) fornire l’impresa salernitana a tutte le utenze non domestiche e condominiali locali, non si contano più le lettere giunte e che continuano a giungere al Comune, ormai da mesi, da parte degli amministratori di condominio o degli esercenti, che chiedono o la sostituzione dei carrellati rimasti danneggiati durante le operazioni di svuotamento degli stessi, da parte degli operatori della Tekra o la consegna o l’implementazione degli stessi. Infatti non è difficile notare che, a servizio di parchi e complessi residenziali, in cui vive un elevato numero di nuclei familiari, spesso è stato destinato un numero molto esiguo di carrellati.

Che si rivelano pertanto insufficienti. Per non parlare, poi, del mancato lavaggio dei carrellati, con la stragrande maggioranza degli utenti locali, che non sanno neanche descrivere o riconoscere il mezzo denominato lava-cassonetti. Carrellati nei quali, soprattutto a causa delle elevate temperature estive, era visibile la presenza dei vermi!!

Eppure, non una sola parola del sindaco Lettieri, che pure vuole parlare di raccolta differenziata, su tutto ciò. Tante parole invece per i verbali elevati dai poliziotti municipali ai suoi concittadini. Ed anche tante parole “in libertà”.

 

J.F.

You May Also Like

eXTReMe Tracker