In Consiglio comunale discusse le opere pubbliche da realizzarsi in città

Circa la seduta del Consiglio comunale datata 12.04.2019, di cui riferivamo in precedenza, in ordine alla variazione di Bilancio approvata, per aderire alla manifestazione denominata “Borghi e Castelli”, interveniva il Sindaco Lettieri, il quale diceva:

“Chiedo al Presidente della Commissione Cultura, di convocare una commissione, per illustrare le attività, che saranno organizzate in città. Cercheremo di renderle strutturate, di levatura nazionale, così che rientrino nei vari circuiti regionali. L’intento è anche quello, di realizzare altri eventi settimanali, valorizzando la musica, il teatro, il cinema e tutte le branche culturali, che possano contribuire al rilancio culturale cittadino. Inoltre vedo che molte attività commerciali si stanno adeguando ad una nuova visione della città, che io comunque non reputo desertificata”.

All’ordine del giorno del Civico consesso c’era anche l’approvazione della Delibera di Giunta comunale n.43 del 20.03.2019 e relativa ai lavori di realizzazione di un Palazzetto dello Sport Polivalente, ubicato a via Deledda e che comporta un impegno di spesa pari a 3 milioni di euro. Delibera poi approvata all’unanimità dei presenti.

“Il palazzetto dello sport costituirà aggregazione per la comunità – si legge nella relazione istruttoria dell’atto amministrativo – e sarà strumento di diffusione di socialità, che permette alla Pubblica Amministrazione di utilizzare l’impianto, non solo come punto di offerta sportiva, ma molto più come luogo d’incontro e di sviluppo di politiche sociali attraverso lo sport. La crescita demografica registrata nell’ultimo decennio nel territorio comunale necessita di creare spazi di aggregazione per la comunità e di convivenza civile per gli abitanti…”.

Su questo punto interveniva il Consigliere Paola Montesarchio, il quale diceva: “Sono favorevole alla Delibera, però abbiamo sul territorio opere già iniziate e non terminate. Pertanto si finanzia un’altra opera, mentre non si completano quelle già avviate. Compresa la tendostruttura, dove gli spogliatoi sono da sistemare”.

A replicare era l’Assessore all’Urbanistica Giovanni Di Nardo, il quale diceva: “Non vedo una situazione così catastrofica. I lavori al Parco Urbano e all’Arcoleo stanno proseguendo, mentre per la piscina attingeremo ai fondi Pics”.

Altra Delibera di Giunta approvata all’unanimità era la n.44 del 20.03.2019 e relativa ai lavori di realizzazione di un Parco Urbano Multifunzionale ed Ecosostenibile denominato Parco Akeru, ubicato in località “Lupara”, di 60 mila mq e che comporta un impegno di spesa pari a 8,5 milioni di euro. Fondi che saranno richiesti della Città Metropolitana di Napoli.

“La crescita demografica registrata nell’ultimo decennio nel territorio comunale – si legge, tra l’altro, nella relazione istruttoria dell’atto amministrativo – ravvede la necessità di creare spazi all’aperto e di convivenza civile per gli abitanti. Inoltre il parco costituisce un polmone verde per l’intera città e potrà offrire al pubblico spazi aperti, anche espositivi per la realizzazione di percorsi espositivi della fauna e della flora locale…”.

Su questo punto il Consigliere Auriemma diceva: “La realizzazione di un parco in periferia allora era possibile anche negli anni scorsi. Pertanto non occorreva distruggere lo Stadio comunale, per realizzare il Parco Urbano, in nome di una centralità urbanistica che, in questo caso, non c’è”.

 

J.F.

 

You May Also Like

eXTReMe Tracker