Sicurezza e videosorveglianza: le comunicazioni del Sindaco in Consiglio comunale

Tra i punti all’Ordine del Giorno affrontati durante il Consiglio comunale dello scorso 25 febbraio, convocato anche questa volta per le ore 8:30 e tenutosi in un’aula consiliare praticamente deserta, c’era di sicuro quello delle comunicazioni del Sindaco relative alla Sicurezza ed alla Videosorveglianza, di cui riferiamo un estratto.

“Si avvicina l’avvio della videosorveglianza in città – esordiva Lettieri – e visti anche gli ultimi episodi di camorra accaduti, desidero comunicare ed affermare chiaramente, che  la camorra e la criminalità fanno schifo, si alimentano con l’indifferenza e l’omertà. Noi sappiamo bene che le Istituzioni devono sempre essere attente ed evitare pericolose incursioni. La camorra e l’illegalità vanno combattute, anche garantendo la legalità negli appalti per i lavori pubblici.

Abbiamo tutti il dovere di diffondere gli ideali della lotta alla camorra. Noi siamo fiduciosi, che le Forze dell’Ordine e la Magistratura individueranno i responsabili degli episodi di camorra del nostro territorio e queste persone saranno assicurate presto alla giustizia.

Ed allo stesso tempo non abbiamo paura, di continuare a fare la nostra parte. In nome della legalità, infatti, abbiamo affidato la gestione delle gare importanti alla Stazione Unica Appaltante del Provveditorato alle Opere Pubbliche ed in nome della stessa legalità abbiamo qualche volta dovuto abdicare, parzialmente, al desiderio forte e sentito, di offrire velocemente servizi.

E lo abbiamo fatto in cambio di procedure legittime e trasparenti. Anche nei bandi di gara indetti da questo Comune (ne sono stati fatti centinaia), abbiamo garantito la correttezza amministrativa, la legalità e la trasparenza. Questo Consiglio comunale sa bene che, in nome della legalità, l’amministrazione non ha esitato un attimo.

La proroga all’adesione alla Stazione Unica Appaltante, come centrale unica di committenza – proseguiva il primo cittadino – si spiega, non perché la legge non fornisca strumenti adeguati al Comune, che possiede anche le professionalità necessarie a garantire la legalità, ma perché abbiamo aderito ad un protocollo di monitoraggio, che le Forze dell’Ordine hanno sottoscritto con Provveditorato e Prefettura.

E, a proposito di gare d’appalto, permettetemi di ribadire nuovamente qualche ulteriore parola sull’appalto della mensa scolastica per la scuola dell’infanzia. Sappiamo molto bene, che garantire procedure di gara legali e corrette, comporta anche qualche pesantissimo sacrificio di economicità e di efficacia. E’ il prezzo che purtroppo si deve pagare, per assicurare la correttezza amministrativa.

Anche su questo non abbiamo nessun dubbio: solo con queste procedure si può essere capaci, di contrastare più efficacemente i tentativi di infiltrazione negli appalti. Per questo ci stupiscono le dichiarazioni di qualcuno che, anche in questo Consiglio comunale, ci chiede ancora procedure veloci, che hanno come conseguenza il salto di passaggi fondamentali necessari alle verifiche di chi concorre.

Quest’amministrazione ha sempre cercato, attraverso l’oculato impiego delle risorse economiche e dei fondi europei, di costruire opere, che possano essere centri di incontro e di condivisione tra le persone, culminando anche nella previsione di un sistema di videosorveglianza, che possa coniugare la ricerca della serena convivenza ed il potenziamento della qualità della vita con il monitoraggio, da parte delle forze dell’ordine, di eventuali manifestazioni di pochi individui, che ne minano il risultato.

E per realizzare questo, non abbiamo esitato ad accettare la sponsorizzazione dell’A2A, che sta realizzando questa progettazione. Questo non collide con le nostre idee già affermate, di contrarietà all’inceneritore, impiantato sul territorio. Noi rimaniamo per la riduzione graduale e poi per la chiusura definitiva dell’inceneritore.

Ma visto che l’impianto c’è e la società lavora su questo territorio, pretendiamo che i soggetti che devono i ristori, li diano alla città. Vi informo, poi, che la scorsa settimana è stata completata la realizzazione del centro di controllo, sito all’interno del Comune.

E’ iniziata anche la sperimentazione di questa sala, realizzata perché le Forze dell’Ordine, ogni qual volta lo vogliano, possano vedere tutto quello che accade ed avere accesso a tutte le immagini, che desiderano monitorare. Anzi, annuncio un prossimo accordo con le Forze dell’Ordine, perché tutte abbiano accesso diretto a queste immagini e non debbano venire materialmente al Comune.

Ed entro un mese dalla fase di sperimentazione, i nostri tecnici ritengono che potranno essere attive le telecamere della videosorveglianza…”.

 

J,F.

 

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli

eXTReMe Tracker