Il Villaggio di Natale nel Castello: iniziativa a favore del Primo Circolo didattico

Un open day per non far morire la cosiddetta “Scuola più bella del mondo”. Elfy e Babbo Natale accoglievano bambini e genitori nel cortile del Castello dei Conti durante le festività natalizie, per dare un ulteriore impulso alle iscrizioni del Primo Circolo didattico di piazzale Renella, chiuso per inagibilità dal 14 ottobre del 2011, a seguito del sopralluogo effettuato due giorni prima dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco ed attraverso l’Ordinanza dell’ex Commissario straordinario Marcello Fulvi.

Una situazione determinata dalla necessità di effettuare lavori di consolidamento del solaio della struttura scolastica, che garantissero gli standard minimi di sicurezza a studenti e corpo docente e, di conseguenza, alle aule, che ospitavano 993 alunni delle elementari e 387 delle materne. Alunni attualmente “sistemati”, dopo varie diaspore in ambienti comunali, in diversi plessi scolastici.

Perciò alunni e docenti si ritrovavano tutti insieme, il mese scorso, per combattere contro il possibile ridimensionamento dell’istituto e soprattutto per scacciare lo spettro che potrebbe, una volta finiti i lavori, costati 6 milioni di euro, portare quell’edificio, dove per oltre 65 anni hanno studiato generazioni di Acerrani, ad essere utilizzato per altri scopi.

La voce che gira sempre più insistente in città, avrebbe il sapore di un’atroce beffa. In Comune però assicurano che, una volta ultimata la ristrutturazione, alunni e docenti dovrebbero probabilmente condividere alcuni spazi della struttura con gli Uffici del Commissariato della Polizia di Stato, sito a via Tasso, nel caso in cui arrivasse il via libera da parte del Viminale.

I lavori iniziati a maggio 2017 sono ricominciati a rilento, dopo la bonifica della tanto discussa discarica di amianto, rinvenuta nella palestra della scuola ad aprile scorso. La scuola, secondo alcune previsioni, sarà pronta non prima della metà di quest’anno. In occasione dell’open day intitolato “Insieme al I Circolo, per vivere la magia del Natale”, è stato allestito un vero e proprio villaggio di Natale tra i giardini e la corte centrale del Castello, con tanto di itinerario guidato alla scoperta di Babbo Natale, dove i bambini si sono travestiti da gnomi e da elfy.

Canti, balli e suoni, ma anche stand di oggetti e manufatti creati dagli stessi alunni e dai loro genitori, posti in vendita tra i numerosi visitatori, il cui ricavato sarebbe stato devoluto in beneficenza. “Faremo di tutto, per mantenere viva la nostra scuola, che raccoglie tutti i bambini del centro storico” – dicono con determinazione le insegnanti.

Il pericolo da scongiurare, è quello delle iscrizioni, causato proprio dalla pluriennale mancanza di una sede. Il rischio è che, nel caso di un vistoso decremento degli alunni, il Primo Circolo didattico possa cadere sotto la scure del dimensionamento e scomparire per sempre.

Senza dimenticare le altre problematiche, che potrebbero materializzarsi, come la difficoltà per i genitori, che accompagnano a scuola i propri figli, di poter sostare le vetture, anche per pochi minuti, nei pressi del plesso scolastico, visto che sia Piazzale Renella, che Piazza Castello, sono state rese completamente aree pedonali.

 

Maria Luigia Feldi

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli

eXTReMe Tracker