A Villa dei Fiori la messa del Vescovo per i donatori di organi ed i trapiantati

“Io dono non so per chi, ma so perché”. E’ lo slogan posto in calce all’invito a partecipare ad una messa in suffragio per coloro che, vittime di incidenti o di malattie improvvise, su disposizione dei congiunti, hanno donato i loro organi, contribuendo a salvare altre vite umane in pericolo.

Presso la clinica “Villa dei Fiori”, dall’anno scorso, ci sono state ben 9 donazioni disposte dai familiari di coloro, il cui encefalogramma piatto diede il via ad una straordinaria gara di solidarietà, che ha permesso ad altri ammalati di guarire dalle loro malattie.

La tragedia di un’esistenza che va irrimediabilmente via e la speranza di una vita che rinasce. Morte e vita. Dolore e generosità. Uniti nello stesso destino sono sia quelli, che hanno ricevuto, che quelli che hanno dato l’assenso alla donazione e che si sono ritrovati nei giorni scorsi nella cappella della struttura sanitaria, per partecipare alla santa messa celebrata con profonda commozione dal Vescovo Mons.Antonio Di Donna.

Con sullo sfondo storie di atti d’amore estremi, di solidarietà verso il prossimo. Una funzione religiosa fortemente voluta dal cappellano don Carlo Petrella e dall’equipe dei medici, guidata dal Responsabile del Reparto di Rianimazione e Terapia Intensiva Dr.Giovanni Addeo, per ringraziare quei familiari che, durante quelle tragiche ore, hanno generato un raro atti d’amore.

“I donatori sono come Gesù, che muore per noi, per salvarci – ha spiegato dall’altare il Vescovo – ed è così che la morte viene riscattata e diviene l’altra faccia della vita. E le famiglie, che hanno avuto il coraggio di disporre la donazione, sono gemme di speranza in una terra devastata dall’inquinamento e dove il futuro ci fa paura. Oggi preghiamo per coloro che sono morti, per dare nuove vite”.

Poi ha citato ad uno ad uno i nomi di coloro che, con la loro morte, hanno dato una qualità della vita migliore o addirittura la vita stessa, a chi non aveva più speranza e li raccomanda a Dio. Nella cappella un fremito ha avvolto i presenti seduti tra i banchi.

“Non c’è mai voluto molto tempo per convincere i familiari, ad acconsentire alla donazione e noi per questo li vogliamo ringraziare per quel dono, che ha contribuito a salvare altrettante vite umane” – raccontano il dottor Addeo e la dottoressa Anna Mercogliano, dell’equipe espianti composta dai colleghi Luigi Montano e Micole Consiglio. Il tempo è fondamentale, per poter procedere al prelievo degli organi.

“Dalla dichiarazione di morte celebrale devono trascorrere 6 ore, così come prevede la legge. Ma poi si deve intervenire, per prelevare gli organi. E se il consenso dei congiunti tarda a venire, tutto diviene inutile. Non è una decisione semplice da prendere, per chi sta subendo la dipartita di un parente o di una persona, a cui si è molto legati”.

La clinica Villa dei Fiori, entrata da tempo di diritto tra le strutture d’eccellenza della sanità della Regione Campania, con le sue 56mila prestazioni all’anno, i 248 posti letto, i 600 dipendenti, il Pronto Soccorso attivo h 24 ed un’unità di emodinamica di primissimo ordine, è stata una delle prime strutture sanitarie private, ad essere stata inserita nel circuito nazionale della donazione organi.

“Sono la testimone vivente di questo tragico, ma bellissimo atto d’amore. Per ben due volte ho subito un trapianto di reni e questo lo devo ai vostri angeli. I donatori per noi lo sono ed io sento il dovere, di stare bene nei loro confronti”- dice Carolina Panico, a nome dell’associazione nazionale emodializzati.

Con lei nella cappella c’erano altri due trapiantati, che ringraziano i loro sconosciuti donatori.

Resta chiaro che Villa dei Fiori punta ad offrire un importante contributo al sistema trapianti della Campania e dell’Italia, lavorando in sinergia non solo con il centro trapianti regionale, ma anche con tutte le diverse associazioni di volontariato del territorio, pronte a diffondere la cultura della donazione degli organi.

 

Maria Luigia Feldi

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli

eXTReMe Tracker