Strisce blu: aumentano le tariffe orarie di pagamento da 1 euro a 2 euro; da 0.50 ad 1 euro

Adesso, in riferimento all’articolo pubblicato in precedenza e relativo alla sosta sulle strisce blu ed ai parchimetri non adeguatamente attrezzati ed adeguati alla Legge di Stabilità del 2016, va specificato che il Comune, con più Determine dirigenziali, prodotte tra il 30 ottobre 2017 ed il 16 ottobre 2018, ha acquistato altri 25 parcometri rigenerati, per una spesa complessiva pari a 53.680,00 euro.

Parcometri acquistati, stando alle varie relazioni istruttorie redatte, sia perché alcuni risultavano prevalentemente fuori sevizio, o perché vetusti o perché da tempo fuori produzione e, quindi, ormai privi di ricambi reperibili, per poter provvedere alle riparazioni. O anche per meglio servire due strade, in quanto parte degli stalli di sosta erano eccessivamente distanti dal parcometro più vicino.

Eppure di parcometri esistenti lungo varie strade del territorio comunale non adeguabili (e che non si sono mai adeguati) alle nuove normative, ve ne sono ancora parecchi!!

Ora la novità è rappresentata dalla Delibera di Giunta comunale n.161 del 14.11.2018 (relazione istruttoria curata dall’Assessore al ramo Vincenzo Iorio), approvata dall’esecutivo al completo, capeggiato dal Sindaco Lettieri ed avente ad oggetto “Servizio parcheggi e parcometri (strisce blu). Determinazione tariffe per l’anno 2019 – inserimento nei servizi a domanda individuale”.

Nell’atto amministrativo si legge che “è necessario porre in essere misure, mirate a favorire la fruizione del servizio di sosta a pagamento a tutti gli utenti della strada conduttori di veicoli. E che si dà atto che, sulle strade principali quali: via Calzolaio, via Soriano, Corso Garibaldi, Via Mons.Verolino; Piazza Duomo, via Del Pennino, Corso della Resistenza; Corso Vitt.Emanuele, Corso Italia, via Zara, via Annunziata, via Colombo, via Conte di Acerra, via Campanella e via S.Francesco d’Assisi si è incrementato fortemente il numero degli utenti, che lasciano in sosta i veicoli sugli stalli a pagamento per diverse ore, riducendo la possibilità per gli altri che necessitano, successivamente, di godere dello stesso servizio, senza avere in molti casi la possibilità, pur percorrendo più volte lo stesso tragitto, di individuare uno stallo libero.

E rilevato che l’incremento della tariffa del servizio strisce blu, da considerarsi a tutti gli effetti di legge servizio a domanda individuale con decorrenza anno 2019, è necessitato da esigenze di miglioramento dell’assetto viabilistico, manutentivo e funzionale.

Che la difficoltà, da parte degli automobilisti, di individuare uno stallo per la sosta non impegnato già, incide sella fluidità del traffico anche perché spesso, questi ultimi, provano senza successo, a parcheggiare in spazi ristretti per il proprio veicolo, rallentando così la marcia degli altri circolanti.

Si ritiene pertanto di aumentare le tariffe orarie di pagamento da 1 euro a 2 euro per un’ora, da 0,50 euro ad 1 euro per mezz’ora, al fine di indurre gli automobilisti, ad utilizzare gli spazi di sosta a pagamento, sulle strade principali, solo per tale tempo, nella maggior parte dei casi, dando così a tutti la possibilità di fruire del servizio in questione.

E questo vale anche per ogni giorno festivo dell’anno (vedi Delibera di Giunta n.114 del 19.07.2018). E si ritiene, inoltre, di istituire una tariffa ridotta di 0,20 euro (da concedere una sola volta ogni giorno), per i primi venti minuti di impiego degli stalli di sosta a pagamento sulle strade principali, per indurre gli utenti ad occupare gli spazi di sosta a pagamento, solo per tale tempo, nella maggior parte dei casi”.

E buona sosta a tutti!!

 

Elvira Castaldo

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli

eXTReMe Tracker