Auriemma: “Proficuo l’incontro al Ministero per i lavoratori ex Cub. No ai Consiglieri figuranti”.

Suscitava particolare imbarazzo tra i componenti della maggioranza, che sostiene l’amministrazione comunale targata Lettieri, l’atteggiamento assunto da alcuni Consiglieri comunali, appunto di maggioranza,  durante la Commissione consiliare Attività Economiche e Produttive, presieduta dal Consigliere Giulio Stompanato e tenutasi lunedì 12 novembre.

Infatti alcuni Consiglieri ed esponenti della maggioranza, così come chiarito più tardi dai Consiglieri comunali di minoranza, attraverso un comunicato stampa, nel momento clou della Commissione stessa, si allontanavano dall’aula. Comunicato in cui, tra l’altro, si legge:

“Quando l’opposizione ha chiesto e verbalizzato, di procedere all’approvazione della proposta presentata dal Presidente, espressione della stessa maggioranza i Consiglieri di maggioranza, al momento di votare un documento presentato da Stompanato, se la sono data a gambe levate, facendo venire meno il numero legale e bloccando i lavori della Commissione….Restiamo indignati – proseguiva la nota – dinanzi al solito atteggiamento tracotante della maggioranza, che cela però un’incapacità di assumere autonome decisioni ed un tacito assenso, all’essere relegati al ruolo di figuranti, realizzando di fatto una diarchia, che arriva a mortificare la sua stessa maggioranza”.

A chiarire ulteriormente la vicenda era il Consigliere comunale di opposizione Carmela Auriemma (Mov.5 Stelle), la quale diceva:

“Innanzitutto la proposta di deliberazione ai sensi dell’art.18 comma 3 del Regolamento per l’Organizzazione e funzionamento del Consiglio comunale riguardava la Costituzione Albo Speciale professionisti, Albo speciale fornitori per incarichi inferiori a 20.000,00 euro e gli incentivi fiscali, per chi investe nelle energie rinnovabili.

Purtroppo si sta verificando, ciò che annunciai durante il primo Consiglio comunale, ossia che questa maggioranza non ha una visione politica. Ed oltre agli Assessori comparsa, vi sono anche i Consiglieri di maggioranza, che non hanno alcun peso politico, ma che si limitano solo a rispondere agli ordini di scuderia”.

Oltre a ciò l’esponente pentastellata faceva il punto sulla vicenda lavoratori dell’ex Consorzio Unico di Bacino ed affermava: “Nella mattinata dello scorso 16 novembre si è tenuto un incontro a Roma, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, al quale prendevano parte una delegazione di lavoratori ex Cub di Acerra, il Commissario liquidatore dott.Ventriglia, il Consigliere del Ministro e Vice premier Luigi Di Maio, Francesco Vanin ed io.

Si è fatto il punto della situazione, dal quale è emerso un piano straordinario, che prevede una rioccupazione dei lavoratori per 12 mesi. Una misura tampone, per aiutare oltre 1000 lavoratori tra Napoli e Caserta.

Al tavolo – proseguiva la professionista – ho posto la questione dei contributi non pagati in questi anni dalla Regione Campania. Una problematica che i lavoratori mi hanno sempre rappresentato.

Infatti una buona parte di essi è in età pensionistica e si potrebbe prevedere un piano di smistamento di queste posizioni. Ed è intenzione del Ministero, d’accordo con Ventriglia, di convocare un nuovo tavolo di concertazione, coinvolgendo anche l’Inps.

Di certo ho registrato tanta soddisfazione da parte dei lavoratori, in quanto la loro vertenza è arrivata finalmente al Ministero, a Roma. Una circostanza, che non si era mai verificata sino ad ora ed alla quale hanno contribuito anche le tante lotte, a cui hanno dato vita, ad Acerra ed in Regione, un gruppo di loro, a partire da Giovanni D’Errico, ormai a tutti noto per le sue battaglie, arrampicate comprese. Ora più che mai è evidente, che la politica degli annunci e quella dei tavoli infruttuosi ha creato, in questi anni, non poche problematiche a centinaia di famiglie”.

Resta intanto da chiarire, sempre in materia di Commissioni consiliari, la posizione del Consigliere comunale Domenico Tardi. Il quale, con una lettera indirizzata in data 14.11.2018 al Presidente del Consiglio comunale Andrea Piatto; al Dirigente delle Commissioni consiliari Salvatore Pallara ed ai Presidenti delle Commissioni, nel dichiarare la propria estraneità alla lista civica “Fare”, nella quale era stato eletto alle ultime amministrative ed essendo pertanto finito nel gruppo misto; essendo ancora in attesa, di conoscere la propria posizione all’interno del Consiglio comunale e delle Commissioni chiedeva, “al fine di poter esercitare, ai sensi dei Regolamenti comunali e non, la piena funzione di Consigliere comunale, soprattutto all’interno delle Commissioni permanenti, la sospensione di tutte le convocazioni di queste ultime, fino al perfezionamento della sua posizione”.

Intanto, però, le Commissioni consiliari sono state convocate lo stesso.

 

Joseph Fontano       

Ti potrebbero interessare i seguenti articoli

eXTReMe Tracker