Contraffazione e ricettazione: denunciati 5 Cinesi

Erano i Carabinieri del nucleo radiomobile di Castello di Cisterna a scoprire, durante un’operazione di controllo del territorio, un opificio abusivo sito in contrada San Giovanni e a denunciare in stato di libertà 5 cittadini cinesi (4 uomini ed una donna), tutti domiciliati in contrada San Giovanni, ritenuti responsabili di contraffazione, ricettazione, violazione della normativa in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro ed in materia di tutela dell’ambiente.

I 5 extracomunitari venivano sorpresi in un appartamento adibito a laboratorio clandestino, mentre erano intenti a confezionare giubbotti di pelle con il marchio falso di una nota casa di abbigliamento. L’appartamento veniva sottoposto a sequestro, unitamente alle 5 macchine per cucire, a 60 giubbotti di pelle ed alle altre attrezzature rinvenute. Nel corso di approfondimenti sulla posizione degli stranieri in Italia risultava che uno dei cinesi non aveva ottemperato al decreto di espulsione, emesso nei suoi confronti il 9 luglio del 2009 dal Questore di Caserta. L’extracomunitario veniva pertanto arrestato e restava  in attesa di essere giudicato dall’autorità giudiziaria competente con rito direttissimo.

Una buona operazione dei Militari dell’Arma che assetava un colpo importante all’industria del falso, purtroppo sempre pronta ad immettere sul mercato prodotti contraffatti venduti a basso costo, ai danni di chi opera nella legalità e nel rispetto delle normative vigenti.

You May Also Like

eXTReMe Tracker