I dieci anni di Episcopato di Mons.Giovanni Rinaldi

Diocesi di Acerra in festa in occasione del decimo anniversario dell’ordinanza Episcopale di Sua Eccellenza Mons. Giovanni Rinaldi. Le celebrazioni hanno preso il via lo scorso 30 gennaio con una solenne concelebrazione eucaristica nel Duomo.

Festeggerò in famiglia, tra i fedeli ed i sacerdoti della diocesi”, spiegava l’alto prelato, dal carattere riservato e mai pervaso da spirito di protagonismo.

“Il suo episcopato ha puntato sulla famiglia e sul recupero dell’identità culturale, storica e religiosa del territorio” – affermava il Sindaco T.Esposito. Il 7 dicembre di 10 anni fa, monsignor Rinaldi fu nominato vescovo di Acerra. Tre settimane dopo a Nola fu ordinato prelato dall’allora Cardinale Giordano ed il 27 gennaio si insediò nella nostra città in luogo di don Antonio Ribaldi, che raggiungeva lo stato di quiescenza, per sopraggiunti limiti di età. “Trovai una città in rivolta contro l’insediamento dell’inceneritore – ricorda il Vescovo – e senza pensarci su due volte mi schierai al fianco dei miei fedeli. Ad alcuni il mio impegno è sembrato eccessivo, ma io non ho nulla da biasimarmi. Non accettai di impartire la benedizione all’impianto, quando fu inaugurato il 26 marzo dell’anno scorso e, come chiesa, ci stiamo battendo per creare un osservatorio di tecnici neutrali, che controlli le emissioni ed il ciclo industriale dell’impianto, per salvaguardare la salute dei cittadini e dell’ambiente”.

L’impegno sociale del Vescovo battagliero lo ha portato a marciare accanto agli operai dell’Ilmas e dell’Exide di Casalnuovo, da mesi senza cassa integrazione, ma anche al fianco dei dipendenti della clinica dei Fiori di Acerra e dell’ospedale di San Felice a Cancello, strutture penalizzate dai tagli alla sanità regionale. E più volte ha espresso solidarietà e sostegno ai senza lavoro locali. “La chiesa è un punto di riferimento per tutti ed appunto perché non vogliamo che la si impoverisca, abbiamo riaperto il Seminario, attualmente frequentato da nove aspiranti sacerdoti”, precisa don Rinaldi.

Durante l’episcopato è stato creato un museo, una biblioteca diocesana, un consultorio familiare e, prossimamente, vi sarà la realizzazione di una mensa per i più poveri. In occasione dell’evento l’Amministrazione comunale, che è stata inviata alla manifestazione, ha fatto dono al dignitario ecclesiastico di un calice con l’incisione dell’avvenimento, recante la dicitura: “L’Amministrazione comunale 30.01.2010”.

– Angelo Rega

You May Also Like

eXTReMe Tracker