Due sedute del Consiglio comunale producono un nulla di fatto

Si è svolto lo scorso 25 gennaio (in seconda convocazione) il Consiglio comunale, rinviato il giorno 19 per mancanza di numero legale. In quell’occasione il gruppo consiliare del Pdl aveva stigmatizzato il comportamento della maggioranza rea, a suo dire, di aver appositamente fatto mancare il numero legale. “Con un blitz del Presidente del Consiglio comunale, che fa l’appello nominale in assenza del Sindaco e dei Consiglieri che sostavano nei corridoi del Comune, il giorno 19 gennaio non si è tenuto il Civico consesso – spiegava il capogruppo del Pdl G.Bigliardo – ed ormai siamo alla farsa. Il braccio di ferro tra il Pd e le frange di centrodestra presenti in amministrazione è sempre più forte. Non erano d’accordo sulle scelte dei Revisori dei Conti e nemmeno sulle altre vicende, che riguardano nomine che spettano alla minoranza.

Non si vuole fare politica – proseguiva il medico – ma solo gestione privata della cosa pubblica. Di questo passo non credo che l’agibilità politica sia garantita. Ricordo che a distanza di sette mesi ancora non ci sono le commissioni consiliari e si va avanti attraverso Delibere di Giunta. L’appalto per lo svolgimento del servizio  di igiene urbana non è stato ancora assegnato definitivamente ed invece delle proroghe si inventano gare a termine. Credo che l’attenzione del Prefetto debba essere massima su questo Comune, che sta vivendo una squallida stagione di compromessi e dispetti a scapito della collettività”.

Questo il clima alla vigilia della pubblica assise del giorno 25 gennaio, svoltasi regolarmente ma durante la quale venivano rinviati i punti all’Ordine del Giorno relativi alla nomina del Vice-presidente del Consiglio, a quella dei Revisori dei Conti e all’approvazione del Regolamento del Consiglio comunale – modifica art.6 del capo III. L’unica discussione, invece, verteva sulla Delibera di Giunta n.69 e relativa all’erogazione dei voucher natalizi.

“Sono stati erogati buoni spesa per il periodo natalizio, per un ammontare complessivo di 40mila euro, a famiglie indigenti con reddito zero (1188 stando alla Determina dirigenziale ndr) o a quelle che partecipano a corsi di formazione, con reddito di 6mila euro all’anno – affermava il Consigliere Laudando (Lista Trenta) – penalizzando però le altre con redditi bassi o inferiori ai suddetti 6 mila euro. La passata amministrazione garantì un buono spesa dal valore di 100 euro ad ogni richiedente, dopo aver formulato apposita graduatoria. Ecco perché il criterio di divedere la somma disponibile tra tutti i richiedenti è sbagliato, finendo per ingenerare una guerra tra poveri ed un contributo irrisorio da 33 euro a persona. Anzi – incalzava il Capogruppo – il Comune non ha neanche provveduto a controllare l’operato delle ditte locali, che accettavano i voucher, in quanto queste hanno “tassato” tali buoni, riducendone l’importo ancora di più e producendo solo elemosina”.

Nel suo intervento il Consigliere Liguori (Pdl) parlava di “sperequazione di distribuzione, in quanto erano stati divisi 40 mila euro per il numero di domande pervenute con Isee zero, oltre per quelle dei senza lavoro, che seguono corsi di formazione, attraverso una Delibera di Giunta illegittima”.

Nel replicare, l’Assessore alle Politiche Sociali Verone dichiarava: “La Delibera è stata prodotta, dopo aver consultato il Dirigente competente ed il legale del Comune ed è stata approvata, anche per accogliere le sollecitazioni provenienti dall’opposizione, nonostante che l’atto non fosse stato previsto, tant’è vero che abbiamo dovuto reperire i soldi dal fondo di riserva. L’ufficio preposto sta ancora vagliando i ricorsi inoltrati, da chi sosteneva di avere diritto al voucher sociale. Circa il criterio adottato – proseguiva l’assessore – dico che si è preferito dare poco ma a tutti, anziché avere degli esclusi. Infatti il numero dei richiedenti è stato elevato, segno che occorre porre in essere altre strategie a favore delle famiglie in difficoltà durante l’intero arco dell’anno”.    

 

                                                                                                                             Joseph Fontano

You May Also Like

eXTReMe Tracker